Rassegna stampa del 4 novembre 2005
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

 

Documento Programmatico sulla Sicurezza personalizzato
Assegnazione permessi e autorizzazioni
Inventario banche dati
Lettere d'incarico per responsabili e incaricati
Informative personalizzate per categorie di soggetti
Rilevazione automatica hardware e software installato
Modulo completamente integrato in Office 2003
  Professional
Formazione per il personale coinvolto nel trattamento
Versione speciale per consulenti
CONOSCERE LA LEGGE È IMPORTANTE, ADEGUARSI È OBBLIGATORIO.

Visita il sito www.dataprintgrafik.it!
Dal 31 ottobre 2005,
l'indirizzo areanews@dataprint.it non è più attivo.


Il nostro nuovo indirizzo è areanews@dataprintgrafik.it

Tfr, via libera dalla Camera

Montecitorio raccomanda la moratoria per le imprese e apre sul problema portabilità. Ma il Fondo di garanzia rischia la bocciatura Ue

La Camera conferma il suo sì  alla riforma del Tfr targata Maroni. La Commissione Lavoro di Montecitorio ha ribadito il parere già espresso il 29 settembre scorso sullo schema di decreto attuativo, con una nuova raccomandazione al Governo: prevedere deroghe transitorie, anche parziali, per le imprese che non hanno le condizioni per l'accesso al credito, "verificando che non si determini concreto pregiudizio per i lavoratori". In altre parole, viene dato il via libera a un decollo "graduale" della riforma per le Pmi.
 

Il Sole 24 Ore - M. Rogari - art. pag. 28


 

Primato italiano per gli accessi ai siti "pubblici"

Secondi nella Ue dopo la Francia. Sogei: pronti a costruire la "Pa" digitale

Gli italiani amano navigare in Internet anche tra i  meandri della burocrazia e sono tra i primi in Europa nell'accesso telematico alla Pubblica amministrazione. Nel trimestre luglio-settembre 2005 i siti della "Pa" hanno registrato 12,3 milioni di visitatori, in netta crescita rispetto ai 10,4 milioni dello stesso periodo dello scorso anno.
Il dato è stato fornito dal ministro per l'Innovazione e le tecnologie Lucio Stanca che ha ricordato come "il 60% degli utenti Internet del nostro Paese ha visitato almeno una volta i siti pubblici".
Fra i servizi telematici più frequentati, ci sono quelli dell'agenzia delle Entrate per dichiarazioni e pagamenti dei modelli F23 e F24. I canali telematici del Fisco nel 2004 hanno assorbito circa 43 milioni di documenti; per il 2005 è previsto un aumento del 15% delle operazioni telematiche.

Il Sole 24 Ore - E. Bonicelli - art. pag. 29

Irap, spiraglio per la sopravvivenza

Il governo prepara la difesa mentre la Corte Ue ha fissato un'ulteriore udienza di discussione. La distinzione dall'Iva si gioca su export e fattori produttivi

L'Irap deve continuare a vivere. Per questo lo stato italiano si appresta a condurre una difesa a tutto campo dell'Imposta regionale sulle attività produttive di fronte alla Corte di giustizia Ue. Mentre ieri i giudici di Lussemburgo hanno ufficializzato la fissazione di un'ulteriore udienza di discussione, prevista per il prossimo 14 dicembre, lo stato italiano sta affilando le armi per dimostrare che l'Irap è un tributo diverso dall'Iva, e quindi non contrasta con i principi comunitari. Ma a imprimere una netta inversione di tendenza, rispetto all'atteggiamento di contrarietà all'imposta di qualche mese fa, è soprattutto il contesto all'interno del quale si giocherà la partita. Altri paesi, infatti, si sono nel frattempo inseriti nella discussione, preoccupati per le eventuali ripercussioni che la bocciatura potrebbe produrre. Poi è cambiato l'avvocato generale a Lussemburgo. Ma soprattutto il governo non saprebbe minimamente dove andare a reperire i 30 miliardi di euro che l'Irap frutta ogni anno. E la Corte di giustizia non è rimasta insensibile a questi cambiamenti.

Italia Oggi - S. Sansonetti- art. pag. 26


 

Partecipazioni, intervento a tenaglia

Le misure contenute nel decreto collegato e nel disegno di legge finanziaria per il prossimo anno. Plusvalenze a esenzione ridotta. Minusvalenze: antielusione

Azione a tenaglia sulle partecipazioni. Mentre il dl fiscale prevede l'esenzione sulle plusvalenze di cessione delle partecipazioni societarie sempre più ridotta (dal 95 si passa, per il 2005 e per il 2006 al 91 per cento, con una ulteriore stretta prevista per il 2007), il disegno di legge finanziaria introduce disposizioni antielusive sulla riduzione delle minusvalenze deducibili in quanto ridotte dai dividendi percepiti.
L'intervento della commissione bilancio del senato provvede a restringere ulteriormente la percentuale di plusvalenza esente senza, peraltro, intervenire né sulla corrispondente quota di minusvalenza deducibile né sul periodo che consente la spendibilità fiscale della minusvalenza medesima.

Italia Oggi - D. Liburdi - art. pag. 28

Informativa art. 13 D.lgs 196/2003 - Codice della Privacy

I dati da Voi forniti sono disciplinati dal Nuovo Testo Unico sulla Privacy (dlgs n.196 del 30 giugno 2003 - G.U. 29/07/2003) e saranno trattati sia in forma scritta, sia elettronica da personale incaricato, che potrà avere accesso ai soli dati necessari alla gestione delle attività del servizio richiesto. Potranno venire a conoscenza dei Suoi dati personali gli incaricati di segreteria interni, commercializzazione di beni e servizi, incaricati della contabilità e fatturazione nonché gli incaricati della gestione e manutenzione dei sistemi di elaborazione. I dati non saranno oggetto di comunicazione o diffusione a terzi, se non per i necessari adempimenti contrattuali o per obblighi di legge. Le ricordiamo infine che Le sono riconosciuti i diritti di cui all’art. 7 del D.lgs. 196/2003 in particolare, il diritto di accedere ai propri dati personali, di chiederne la rettifica, l’aggiornamento e la cancellazione, se incompleti, erronei o raccolti in violazione della legge, nonché di opporsi al loro trattamento per motivi legittimi rivolgendo le richieste al Titolare del trattamento Data Print Grafik, Strada del Sabattino, 73 – 47896 Faetano (RSM) o scrivendo all’indirizzo e-mail: areanews@dataprintgrafik.it