Rassegna stampa del 28 novembre 2005
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

 

PATENTINO PRIVACY
Patentino Privacy è lo strumento che permette l'adempimento dell'obbligo di formazione per responsabili ed incaricati previsto dal punto 19.6 del disciplinare tecnico.

Il cd-rom contiene:

il corso multimediale
il codice identificativo
il link a cui è possibile collegarsi per sostenere l'esame

Rispondendo correttamente alle domande dei consulenti di Data Print Grafik, verra' rilasciata una certificazione di frequenza valida ai fini di legge.

CONOSCERE LA LEGGE È IMPORTANTE, ADEGUARSI È OBBLIGATORIO.

Visita il sito www.dataprintgrafik.it
Dal 31 ottobre 2005,
l'indirizzo areanews@dataprint.it non è più attivo.


Il nostro nuovo indirizzo è areanews@dataprintgrafik.it
"Pex" con vincolo commerciale rigido

Un doppio intervento precisa il requisito dello svolgimento di un'attività economica per le partecipate. Per ottenere l'esenzione non è più sufficiente che la società produca reddito d'impresa

La partecipation exemption (Pex) è applicabile solo se la cessione che genera la plusvalenza riguarda azioni o quote di una società che svolge in concreto un'attività economica che costituisce esercizio di un'impresa commerciale. Questa la conclusione a cui arriva l'agenzia delle Entrate in due risposte  alle istanze di interpello che sono state recepite nelle risoluzioni n. 163/E e n. 165/E diffuse ieri dall'amministrazione.

Il Sole 24 Ore - sabato 26 novembre - P. Ceppellini, R. Lugano - art. pag. 27

Privacy "forte" sui telefoni

Traffico in entrata consultabile solo per avere tutela penale

Dati telefonici e documenti di identità: il Garante della privacy è intervenuto, con due distinti provvedimenti, su questi argomenti. Sui dati telefonici, l'Authority ha spiegato che l'accesso alle informazioni sul traffico in entrata, compreso quello degli Sms e degli Mms, può essere richiesto dall'abbonato  o dal proprietario di una carta telefonica prepagata solo in presenza di una tutela da esercitare in sede penale. Non è possibile un uso diverso di quelle notizie. Sui documenti di identità, le banche e gli uffici postali devono chiedere ai clienti i documenti di identità di cui c'è effettiva necessità. Anche perchè spesso i dati contenuti già si posseggono. Insomma, avverte il Garante, bisogna procedere rispettando il principio di pertinenza ed essenzialità delle informazioni richieste. 

Il Sole 24 Ore - sabato 26 novembre - A. Cherchi - art. pag. 28

Le palestre alla prova della privacy

Tutti i nodi da sciogliere dai certificati medici alle schede di allenamento, dai badge alle telecamere. Documento programmatico della sicurezza entro il 31/12

Anche per le aziende operanti nel settore fitness e benessere il 31 dicembre 2005 è l'ultima data valida per mettersi in regola con il Documento programmatico sulla sicurezza (Dps) e con gli altri obblighi in tema di privacy. Dopo i numerosi rinvii ed in assenza di proroghe all'orizzonte sembra infatti arrivata la fatidica deadline, per vigilare sulla quale l'Autorità garante della privacy potrà disporre anche dell'aiuto della guardia di finanza. Le problematiche relative alla privacy da tenere ben presenti nella redazione di quelle misure minime di sicurezza di cui all'articolo 33 della legge coinvolgono  centri fitness, campi da golf, associazioni sportive, terme.

Italia Oggi - sabato 26 novembre - D. Redaelli- art. pag. 39

Martedì 20 novembre l'Ici chiude i conti su case e terreni

Si paga anche per gli acquisti effettuati nei primi 17  giorni del mese

Entro martedì 20 dicembre i contribuenti tornano alla cassa per chiudere i conti dell'imposta comunale sugli immobili, l'Ici 2005. La scadenza per il saldo riguarda anche i residenti all'estero che possono versare il tributo in unica soluzione, applicando gli interessi del 3% sull'importo dilazionato, cioè sulla prima rata scaduta il 30 giugno. Sono inoltre tenuti al pagamento i contribuenti neo-titolari di immobili acquistati o pervenuti in successione nei primi 17 giorni del mese di dicembre.

Il Sole 24 Ore del lunedì- T. Morina - art. pag. 41

Utili partecipativi al test fiscale Il dlgs in corso di pubblicazione in G.U. ridisegna la disciplina per i paesi della black list. Il cambio di regime scatterà a partire dal 1° gennaio 2006

Dividendi esteri, il fisco stringe sugli utili black list. Con l'approvazione del correttivo Ires sono state introdotte rilevanti modifiche al regime di tassazione degli utili corrisposti da soggetti non residenti in relazione a partecipazioni azionari e a strumenti finanziari. La nuova disciplina trova applicazione per i proventi percepiti a decorrere dai periodi di imposta che hanno inizio dal 1° gennaio 2006. Antecedentemente all'approvazione del correttivo si prevedeva la stessa tassazione per i dividendi derivanti dal possesso di partecipazioni non qualificate detenute: in società o enti residenti ovvero in società o enti residenti in stati cosiddette black list. Il trattamento fiscale viene invece diversificato attraverso l'introduzione di regimi impositivi in cui si distingue non solo tra soggetti residenti e soggetti non residenti ma anche tra soggetti residenti in black list country e soggetti residenti in altri stati.

Italia Oggi Sette - F. Pau - art. pag. 11