Se non vedi correttamente la Rassegna Stampa clicca qui

Rassegna stampa del 2 dicembre 2005
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

PATENTINO PRIVACY
Patentino Privacy è lo strumento che permette l'adempimento dell'obbligo di formazione per responsabili ed incaricati previsto dal punto 19.6 del disciplinare tecnico.

Il cd-rom contiene:

il corso multimediale
il codice identificativo
il link a cui è possibile collegarsi per sostenere l'esame

Rispondendo correttamente alle domande dei consulenti di Data Print Grafik, verrà rilasciata una certificazione di frequenza valida ai fini di legge.

CONOSCERE LA LEGGE È IMPORTANTE, ADEGUARSI È OBBLIGATORIO.

Visita il sito www.dataprintgrafik.it
Ferme 100 mila annualità verificate

Effetto condono sull'arretrato. Nel 2005 smaltito quasi il 50%

A ottobre 2005 erano quasi 100 mila le annualità verbalizzate ancora in magazzino. Nonostante l'amministrazione finanziaria stia raggiungendo l'obiettivo di smaltire il 50% delle giacenze, come previsto dalla convenzione per il 2005 tra ministero delle finanze e Agenzia delle entrate, e ribadito dalla circolare n. 7/E del 22/2/2005 della stessa amministrazione. Gli arretrati sono aumentati anche perché se, da una parte, l'effetto condono ha drasticamente ridotto l'attività di accertamento degli uffici dall'altra sono aumentate le verifiche e, quindi, i processi verbali in giacenza. E mentre l'amministrazione finanziaria cerca di azzerare l'arretrato, contemporaneamente si accumulano i processi verbali del 2005.

Obiettivi e carenze. La convenzione del 2005 stipulata tra Mef ed Entrate prevedeva tra gli obiettivi attribuiti al fisco quello di utilizzare ai fini dell'accertamento il 50% delle annualità verificate dai nuclei degli uffici finanziari e dalla guardia di finanza dall'anno 1996 fino al 30 giugno 2004. E nonostante al 28 ottobre 2005 l'agenzia abbia premuto il piede sull'acceleratore notificando ai trasgressori 86 mila accertamenti da verifica, rimane ancora un esercito di 96.199 irregolarità tributarie rilevate a partire dal 1996 e mai contestate ai contribuenti. Il dato è rilevante sotto un duplice aspetto: in primo luogo, i rilievi mossi dai verificatori rimangono lettera morta se non confluiscono nell'accertamento e non producono, quindi, recupero delle imposte evase; in secondo luogo, se si considera che una regione come la Lombardia in un anno riesce a lavorare solo 9 mila verbali è evidente come occorrerà un po' di tempo per smaltire tutto l'arretrato, con pericolo di decadenza dei poteri di accertamento.

Italia Oggi - A. Gorret - art. pag. 25

Privacy, Telepass bocciato

Maggiori garanzie e il diritto di non ricevere e-mail pubblicitarie non richieste per le migliaia di abbonati a Telepass che usufruiscono di servizi on-line. È quanto ha stabilito il Garante per la privacy. La società Autostrade per l'Italia (Aspi), che fornisce il servizio Telepass, dovrà rivedere contratti e modulistica compilati dagli utenti al momento della registrazione e potrà utilizzare i dati personali raccolti finora, solo per la fornitura dei servizi. Si sono così conclusi gli accertamenti avviati dal Garante, anche a seguito di segnalazioni di utenti, su alcuni servizi on line offerti da Autostrade per l'Italia. Non è risultata innanzitutto in linea con il Codice della protezione dei dati la scelta di Autostrade di raccogliere il consenso del cliente per finalità di marketing facendone menzione nelle condizioni generali di contratto. Rilievi del Garante anche per quanto riguarda l'uso delle e-mail degli abbonati per invio di materiale pubblicitario. Per quanto la legge consenta a una società di utilizzare gli indirizzi e-mail senza consenso in caso di comunicazioni commerciali su servizi analoghi a quelli già forniti, è necessario però dare la possibilità ai clienti di opporsi a questi invii, al momento della raccolta dei dati o in occasione di successive comunicazioni. Entro dicembre la nuova modulistica dovrà essere sottoposta al Garante

Italia Oggi - art. pag. 26

Per l'Ires modifiche in tre tempi

Scattano subito l'aliquota al 12,5% sui proventi di associati in partecipazione e le regole sul recesso da società estere - In "Gazzetta Ufficiale" il decreto legislativo che cambia il Tuir: entra in vigore in più fasi

Prendono corpo le modifiche apportate al Tuir dal decreto correttivo Ires. Nel supplemento n. 197/L alla "Gazzetta Ufficiale" n. 280 di ieri è stato infatti pubblicato il decreto legislativo 247/2005, le cui disposizioni entrano in vigore da oggi.

Gran parte delle norme contenute nel correttivo costituiscono mere rettifiche formali di quelle introdotte dalla riforma Ires e assumono pertanto efficacia sin dall'entrata in vigore del Dlgs 344/2003 (1° gennaio 2004); in altri casi si tratta di disposizioni interpretative, che pure assumono efficacia già dall'esercizio 2004. Le poche novità sostenziali, riguardanti soprattutto la disciplina dei redditi di capitale e dei capital gain su strumenti finanziari esteri, e quella del consolidato fiscale, sono equamente suddivise, quanto alla decorrenza tra 2005 e 2006.

Entrano in vigore per i redditi corrisposti da oggi, le modifiche in materia di ritenute su taluni redditi di capitale apportate all'articolo 27, commi 1 e 1-bis, del Dpr 600/73.

Scattano invece solo dal 1° gennaio 2006 le innovazioni alla tassazione delle partecipazioni e degli strumenti finanziari esteri, in particolare quelle che uniformano il carico fiscale delle quote non qualificate di Paesi di black-list e quello delle corrispondenti partecipazioni qualificate.

Il Sole 24 ore - L. Gaiani - art. pag. 23

Nuovi indici, ultimi dubbi

I nuovi indici di coerenza per gli studi di settore sono in dirittura di arrivo. Salvo ultime limature allo studio, in un clima che non vede ancora opinioni unanimi all'interno dell'amministrazione finanziaria, i nuovi indici di coerenza saranno presentati alla Commissione di esperti degli studi di settore il prossimo 6 dicembre. Per gli studi revisionati, invece, si profila la possibilità di evitare la retroattività, attraverso un emendamento che sarà presentato in Finanziaria e alla cui elaborazione sta lavorando il sottosegretario all'Economia, Dalniele Molgora. Lo stesso sottosegretario intende, poi, proporre modifiche ai regimi marginali e una sanatoria per la tardiva trasmissione, nel corso del 2005, delle dichiarazioni di intenti dei fornitori abituali degli esportatori.

Il Sole 24 ore - A. Criscione - art. pag. 23


Se non desideri ricevere ulteriori articoli della Rassegna Stampa/Newsletter Privacy/ArchiviOk.it
di Data Print Grafik, clicca qui per annullare la tua sottoscrizione.

Privacy
In conformità al D.Lgs. 196/2003, Testo unico della privacy sulla tutela dei dati personali, Data Print Grafik
garantisce la massima riservatezza dei dati e la possibilità di richiederne gratuitamente la rettifica
scrivendo a areanews@dataprintgrafik.it.
Potrai prendere visione dell’informativa completa nella sezione Newsletter del nostro sito www.dataprintgrafik.it

Seguici su: Facebook Twitter