Se non vedi correttamente la Rassegna Stampa clicca qui

Rassegna stampa del 7 dicembre 2005
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

 

Documento Programmatico sulla Sicurezza personalizzato
Assegnazione permessi e autorizzazioni
Inventario banche dati
Lettere d'incarico per responsabili e incaricati
Informative personalizzate per categorie di soggetti
Rilevazione automatica hardware e software installato
Modulo completamente integrato in Office 2003 Professional
Formazione per il personale coinvolto nel trattamento
Versione speciale per consulenti

 

CONOSCERE LA LEGGE È IMPORTANTE, ADEGUARSI È OBBLIGATORIO.

Visita il sito www.dataprintgrafik.it

 

Studi di settore, indici soft


 
 

Via libera della Commissione degli esperti agli elementi di incoerenza. Approvati 26 strumenti di controllo. I professionisti chiedono la proroga del monitoraggio

Indici di coerenza senza magazzino. E 26 studi approvati, tra nuovi e revisionati, per 60 attività economiche e 270mila contribuenti interessati. Questo il bilancio della riunione della Commissione degli esperti degli studi di settore di ieri. La revisione "anno 2005" prevede un'altra tornata nel febbraio 2006 in cui saranno esaminati altri 27 studi, per 74 attività economiche e 420mila contribuenti. Con la proposta da parte della Commissione di tenere sotto monitoraggio gli studi relativi ai professionisti esaminati ieri e relativi a ingegneri, periti industriali e laboratori di analisi cliniche.

Il Sole 24 Ore - A. Criscione - art. pag. 19

 

 

Riforma Tfr al debutto su Internet


 
  Sei mesi di tempo alla Covip per varare le disposizioni tecniche

Sei mesi di tempo alla Covip per le norme tecniche e quasi due anni alle forme di previdenza complementare per adeguarsi alla riforma del Tfr. La versione del decreto sulla previdenza complementare firmata lunedì dal presidente della Repubblica, Carlo Azeglio Ciampi, comparsa ieri sera sul sito Internet del ministero del Lavoro, conferma quasi totalmente il testo approvato il 24 novembre dal Governo

Il Sole 24 Ore - E. Marro - art. pag. 21

 

 

Il catasto non paga il professionista


 

Una circolare del Territorio chiarisce che gli uffici possono pretenderne il pagamento entro tre anni.

Chi chiede gli atti di aggiornamento dovrà versare i tributi
Il responsabile del corretto pagamento del tributi dovuti per gli atti di aggiornamento cartografico è il soggetto che ha la titolarità dei diritti reali sui beni interessati dalle variazioni. Non il professionista incaricato dell'adempimento perché l'´intestato' catastale è il soggetto passivo del tributo. E gli uffici finanziari possono richiedere, a pena di decadenza, i tributi catastali e le tasse ipotecarie entro tre anni. Gli importanti e attesi chiarimenti sono contenuti nella circolare n. 12 del 6/12/2005 dell'Agenzia del territorio, che, vista la delicatezza delle questioni e la loro ricaduta sul piano fiscale, ha richiesto un parere preventivo (il n. 50705/04 del 5/11/2005) all'Avvocatura generale dello stato

Italia Oggi - A. Gorret - art. pag. 24

 

 

Rivalutazione complicat
dagli Ias

Una circolare del centro studi Sanpaolo-Imi fa il punto sulle novità previste dal ddl Finanziaria. Separati saldo attivo e riserva per la transizione ai principi

La transizione agli Ias complica la rivalutazione dei beni aziendali; si intreccia la disciplina fiscale della riserva costituita per il passaggio ai principi contabili internazionali con quella prevista per il saldo attivo di rivalutazione; nel mirino soprattutto i terreni sui quali insistono fabbricati industriali e la sorte delle imposte differite accantonate e non più necessarie dopo il riconoscimento fiscale dei maggiori valori; queste alcune delle considerazioni che la circolare del Consorzio studi e ricerche fiscali del gruppo Sanpaolo-Imi, n. 8 del 6 dicembre 2005, propone analizzando le disposizioni della Finanziaria per il 2006 che ha nuovamente riaperto la possibilità di rivalutare i beni aziendali nel bilancio chiuso al 31 dicembre 2005.

Italia Oggi - A. Felicioni - art. pag. 28

 


Se non desideri ricevere ulteriori articoli della Rassegna Stampa/Newsletter Privacy/ArchiviOk.it
di Data Print Grafik, clicca qui per annullare la tua sottoscrizione.

Privacy
In conformità al D.Lgs. 196/2003, Testo unico della privacy sulla tutela dei dati personali, Data Print Grafik
garantisce la massima riservatezza dei dati e la possibilità di richiederne gratuitamente la rettifica
scrivendo a areanews@dataprintgrafik.it.
Potrai prendere visione dell’informativa completa nella sezione Newsletter del nostro sito www.dataprintgrafik.it

Seguici su: Facebook Twitter