Se non vedi correttamente la Rassegna Stampa clicca qui

Rassegna stampa del 13 dicembre 2005
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

 

Documento Programmatico sulla Sicurezza personalizzato
Assegnazione permessi e autorizzazioni
Inventario banche dati
Lettere d'incarico per responsabili e incaricati
Informative personalizzate per categorie di soggetti
Rilevazione automatica hardware e software installato
Modulo completamente integrato in Office 2003 Professional
Formazione per il personale coinvolto nel trattamento
Versione speciale per consulenti

 

CONOSCERE LA LEGGE È IMPORTANTE, ADEGUARSI È OBBLIGATORIO.

Visita il sito www.dataprintgrafik.it


Fisco e banche pronti agli scambi online

 

Per le regole tecniche atteso il via del Garante per la Privacy

Gli scambi di dati online tra intermediari finanziari e Fisco sono pronti a partire. La direzione centrale Accertamento dell'agenzia delle Entrate ha infatti messo a punto le specifiche tecniche per i nuovi accertamenti, precisando che le richieste del Fisco potranno essere riferite all'insieme delle operazioni svolte dal soggetto controllato oppure anche a singole operazioni. Nelle specifiche - che per essere operative attendono solo il via libera del Garante per la privacy - le Entrate forniscono anche la cronologia delle verifiche online: fino al 1° gennaio prossimo il Fisco potrà chiedere tutte le informazioni contenute nell'archivio unico informatico antiriciclaggio registrate nel 2005, vale a dire solo sulle operazioni poste in essere fuori conto per importi superiori a 20 milioni di lire (10.329,1 euro).


Il Sole 24 Ore - M. Peruzzi - art. pag. 26





Conguagli Inps, ricaduta Emens

 

Il superamento del massimale contributivo viene sempre recepito nella denuncia nominativa mensile

I conguagli contributivi rimodulano la denuncia Emens. Le istruzioni sono contenute nella circolare Inps 117/05. Le correzioni collegate agli elementi variabili della retribuzione (straordinari, trasferte eccetera), relativi a dicembre e inseriti nella busta paga di gennaio 2006, ai fini del rispetto del principio di competenza che sovrintende alla formazione dell'imponibile previdenziale, necessitano di un aggiustamento nel DM10/2, con riflessi anche sull'Emens. Per questa denuncia le istruzioni precisano che tra gli elementi variabili rientrano anche i ratei di retribuzione, riferiti a dicembre, ma effettivamente erogati nel corso di gennaio.


Il Sole 24 Ore - G. Maccarrone - art. pag. 24





Concentrazione di Pmi, via agli aiuti

 

Un comunicato dell'amministrazione finanziaria fa scattare da domani le istanze per i benefici. Credito d'imposta del 50% per le spese di studi o consulenze.

Al via da domani le istanze per la richiesta del credito d'imposta per le concentrazioni di piccole e medie imprese. Con un comunicato stampa di ieri l'Agenzia delle entrate ha aperto la possibilità di accesso all'agevolazione. L'art. 9 del dl 35/2005, convertito con modificazioni dalla legge 80/2005, ha riconosciuto, alle imprese rientranti nella definizione comunitaria di microimprese, piccole imprese e medie imprese, di cui alla raccomandazione n. 2003/361/CE della Commissione del 6/5/2003, che prendono parte a processi di concentrazione, un contributo nella forma di credito d'imposta pari al 50% delle spese sostenute per studi e consulenze, inerenti l'operazione di concentrazione. Il contributo è riconosciuto nel rispetto delle condizioni previste nel regolamento CE n. 70/2001 della Commissione, del 12/1/2001.


Italia Oggi - A. Felicioni - art. pag. 28





Black list anche per i Paesi Ue

 

Risoluzione dell'agenzia delle entrate sugli articolo 44 e 167 del Testo unico. Società maltese non è esclusa d'ufficio dalla cfc

Una società maltese non è automaticamente esclusa dalla applicazione delle norme in materia di cfc (control foreign company) : pertanto, troveranno applicazione le disposizioni in materia di società controllate estere con conseguente imputazione per trasparenza del reddito prodotto all'estero fatta salva la possibilità di proporre interpello per la disapplicazione della norma. Analoga concorrenza integrale alla formazione del reddito è prevista per le somme che non la società ma lo stato maltese rimborsa al soggetto estero. Sono questi i principi espressi dall'agenzia delle entrate con la risoluzione n. 170 di ieri con la quale l'amministrazione finanziaria prende in esame il caso di una società italiana che intende costituire una società a Malta, interamente controllata, e che ha come oggetto sociale lo svolgimento delle attività di trasporto passeggeri e merci in ambito marittimo e internazionale. Tale società assumerà la forma giuridica di società a responsabilità limitata di diritto maltese, soggetta a imposte sul reddito con aliquota ordinaria in misura pari al 35%.


Italia Oggi - D. Liburdi - art. pag. 29






Se non desideri ricevere ulteriori articoli della Rassegna Stampa/Newsletter Privacy/ArchiviOk.it
di Data Print Grafik, clicca qui per annullare la tua sottoscrizione.

Privacy
In conformità al D.Lgs. 196/2003, Testo unico della privacy sulla tutela dei dati personali, Data Print Grafik
garantisce la massima riservatezza dei dati e la possibilità di richiederne gratuitamente la rettifica
scrivendo a areanews@dataprintgrafik.it.
Potrai prendere visione dell’informativa completa nella sezione Newsletter del nostro sito www.dataprintgrafik.it

Seguici su: Facebook Twitter