Se non vedi correttamente la Rassegna Stampa clicca qui

Rassegna stampa del 16 dicembre 2005
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

 

Documento Programmatico sulla Sicurezza personalizzato
Assegnazione permessi e autorizzazioni
Inventario banche dati
Lettere d'incarico per responsabili e incaricati
Informative personalizzate per categorie di soggetti
Rilevazione automatica hardware e software installato
Modulo completamente integrato in Office 2003 Professional
Formazione per il personale coinvolto nel trattamento
Versione speciale per consulenti

 

CONOSCERE LA LEGGE È IMPORTANTE, ADEGUARSI È OBBLIGATORIO.

Visita il sito www.dataprintgrafik.it


Passa la manovra da 27 miliardi

 

L'ultimo blitz: spiagge in concessione per chi costruisce alberghi

La Camera ha votato la fiducia posta dal Governo sulla Finanziaria 2006. Una manovra da 27 miliardi. 309 i voti a favore, 207 i contrari. Il provvedimento passerà al Senato all'inizio della prossima settimana. Prima del voto finale a Montecitorio, infatti, deve esaurirsi l'illustrazione degli ordini del giorno. E' facile prevedere che il rito della fiducia sarà replicato a Palazzo Madama.


Il Sole 24 Ore - L. Lazzi Gazzini, M. Rogari - art. pag. 7





Condona solo chi fa il concordato

 

FINANZIARIA/ La versione finale del maxi-emendamento precisa meglio l'accordo con il fisco. Ammesse alla programmazione anche società in liquidazione

Il prezzo da pagare per il mini-condono sarà la programmazione fiscale triennale; la possibilità di aderire alla proposta per chiudere gli ultimi due periodi di imposta sarà infatti subordinata alla sottoscrizione dell'accordo per gli anni futuri; cosicché, uno dei benefici probabilmente maggiori del nuovo concordato preventivo sarà appunto quello legato alla possibilità di definire il 2003 e il 2004. Anche le società in liquidazione ammesse alla programmazione; per queste la durata dell'accordo potrà anche essere inferiore ai tre anni, fino alla chiusura della procedura. Queste due delle novità contenute nell'ultima versione del maxi-emendamento del governo alla manovra finanziaria per il 2006, nella parte in cui viene esplicitamente chiarito il legame tra le due tipologie di pianificazione introdotte; l'una a valere sugli anni futuri e l'altra volta ad assicurare una sorta di programmazione retroattiva per mettere in linea i ricavi dichiarati negli ulti mi due periodi di imposta chiusi.
 


Italia Oggi - A. Felicioni - art. pag. 70





Incentivi multiformi per i distretti

 

FINANZIARIA/ Facilitazioni fiscali, amministrative e finanziarie per le aggregazioni tra le pmi. Fondi di garanzia per Basilea 2. Aiuti per innovazione e ricerca

La Finanziaria 2006 incentiva i distretti industriali non solo fiscalmente, ma anche sul piano finanziario, amministrativo e della ricerca e innovazione. In particolare i distretti potranno costituire fondi di garanzia per la valutazione di merito ai fini del nuovo accordo di Basilea 2 e saranno agevolati nella costituzione di fondi di investimento in capitale di rischio per il sostegno agli investimenti. Per gli incentivi alla r&s verrà costituita l'Agenzia per la diffusione delle tecnologie per l'innovazione, la quale promuoverà l'integrazione fra il sistema della ricerca e il sistema produttivo attraverso l'individuazione, valorizzazione e diffusione di nuove conoscenze, tecnologie, brevetti e applicazioni industriali prodotti su scala nazionale e internazionale.



Italia Oggi - B. Pagamici - art. pag. 71





Utili, certificazione con trasparenza

 

Le novità del modello che i sostituti devono trasmettere ai soggetti cui hanno corrisposto proventi. Spazio al netto frontiera, fuori i crediti d'imposta sui dividendi

La certificazione degli utili accoglie la trasparenza delle società di capitali e il netto frontiera; addio definitivo, invece per i crediti d'imposta sui dividendi. Queste le principali novità del nuovo modello di certificazione (in corso di pubblicazione in G.U.) che i sostituti di imposta dovranno trasmettere ai soggetti ai quali hanno corrisposto utili e proventi equiparati nel corso del 2005. Si tratta del fondamentale strumento con il quale i soci delle società di capitali ma anche altri soggetti percettori di remunerazioni che hanno già in parte scontato al tassazione in capo al sostituto di imposta, si vedono comunicare (entro il 15/3/06) le ritenute effettuate da colui che ha corrisposto i proventi; ritenute ovviamente a titolo di acconto; il soggetto percettore dovrà insomma utilizzare i dati comunicati per compilare la propria dichiarazione, inserendo per intero gli utili ottenuti e scomputando le ritenute subite dalla propria imposta complessiva.



Italia Oggi - A. Felicioni, A. G. Paladini - art. pag. 77






Se non desideri ricevere ulteriori articoli della Rassegna Stampa/Newsletter Privacy/ArchiviOk.it
di Data Print Grafik, clicca qui per annullare la tua sottoscrizione.

Privacy
In conformità al D.Lgs. 196/2003, Testo unico della privacy sulla tutela dei dati personali, Data Print Grafik
garantisce la massima riservatezza dei dati e la possibilità di richiederne gratuitamente la rettifica
scrivendo a areanews@dataprintgrafik.it.
Potrai prendere visione dell’informativa completa nella sezione Newsletter del nostro sito www.dataprintgrafik.it

Seguici su: Facebook Twitter