Rassegna stampa del 13 gennaio 2006
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

PRIVACY XP, il software gestionale per l'adozione delle misure minime introdotte dal Codice Privacy

Documento Programmatico sulla Sicurezza
Assegnazione permessi e autorizzazioni
Inventario banche dati
Lettere d'incarico per responsabili e incaricati
Informative personalizzate per categorie di soggetti
Rilevazione automatica hardware e software installato
Modulo completamente integrato in Office 2003 Pro
Versione speciale per consulenti
Versione speciale per Enti Pubblici


NUOVO CALENDARIO PER LE MISURE MINIME DI SICUREZZA!

Tutte le scadenze su www.dataprintgrafik.it
Il "730" accoglie i professionisti 

Diffuse dall'agenzia delle Entrate le bozze dei modelli per dipendenti, collaboratori e pensionati. Assistenza da dottori commercialisti, ragionieri e consulenti del lavoro. Al debutto i nuovi minimi e la family area

Il modello 730/2006 scopre le carte. Sul sito dell'agenzia delle Entrate sono apparse ieri le prime bozze del modello, da presentare per i redditi del 2005. E il 730 di quest'anno è particolarmente  ricco di novità, la più rilevante delle quali è la conclusione del monopolio finora avuto dai Caf. con le modifiche del 2005 infatti l'assistenza a dipendenti e pensionati per la compilazione e presentazione del modello 730/2006 potrà essere fornita, oltre che dai sostituti d'imposta e dai Caf anche da dottori commercialisti, ragionieri e consulenti del lavoro.

Il Sole 24 Ore - T. Morina - art. pag. 28

L'esportatore invia in anticipo

L'inoltro dai dati alle Entrate va effettuato dagli operatori abituali entro il 16 gennaio. Nella comunicazione di dicembre sono consentite le lettere d'intento del cliente a valere sul 2006

Dovranno essere trasmesse il prossimo 16 gennaio le dichiarazioni degli esportatori abituali con doppia competenza. Le dichiarazioni di intento, ricevute nel mese di dicembre, comprendono infatti tradizionalmente anche richieste di utilizzo del plafond che scattano dall'anno successivo; queste dichiarazioni, pur se con competenza sfalsata, dovranno essere incluse nell'invio telematico che scade lunedì. L'esportatore abituale che intende effettuare acquisti senza applicazione dell'Iva ai sensi dell'articolo 8, secondo comma, del Dpr 633/72, deve inviare al proprio fornitore, prima dell'effettuazione dell'operazione, una dichiarazione d'intento redatta in conformità al modello ministeriale.

Il Sole 24 ore - L. Gaiani - art. pag. 29

Una gara lampo per Riscossione spa

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il bando che prevede per l'advisor un compenso base di 10 mila euro. Escluse le grandi società. Iter ok con una sola offerta valida

La valutazione economica del più grande swap mai realizzato nel settore pubblico, quello che porterà Riscossione spa a incorporare ben 42 società oggi concessionarie del servizio, verrà affidata a un advisor che dovrà concludere i lavori in un mese e accontentarsi di un corrispettivo di base di 10 mila euro. E non potrà certo trattarsi di una delle più grandi società in circolazione come Kpmg, Price Waterhouse Coopers, Deloitte & Touche, Ernst & Young e McKinsey. Il bando pubblicato nella Gazzetta Ufficiale (n. 6 parte II) lo scorso 9 gennaio su richiesta di Riscossione spa (cioè la spa che dal 1° ottobre riporterà la riscossione sotto l'ombrello pubblico), infatti, esclude le candidature delle società di revisione che dopo il 1° gennaio 2003 hanno svolto attività per le attuali aziende concessionarie oppure per i loro azionisti, che sono in toto le banche. Cioè quasi tutti i revisori in circolazione.

Italia Oggi - S.Sansonetti - art. pag. 23

Il fisco intensifica i controlli Ma solo fino al 30/4/2006

Stretta sui concessionari, ma ancora per poco. Il fisco intensifica i controlli sul servizio di riscossione con le indagini avviate nei mesi scorsi dalle direzioni regionali, ma solo fino al 31/4/2006. A partire da questa data le attività di audit verranno completamente dirottate su Caf, Siae, Poste italiane spa e rivendite di generi di monopolio convenzionate per la riscossione del contributo unificato degli atti giudiziari, del canone di abbonamento Rai e del bollo auto. L'immunità per i concessionari opererà solo nei confronti delle società partecipate da Riscossione spa per le quali, a norma dell'art. 3, comma 32, del citato decreto, non si applicano le disposizioni di in tema di vigilanza da parte delle Entrate. Sono le prime indiscrezioni sugli indirizzi operativi per le attività di audit esterno nel 2006 diramate dalle Entrate ai propri organi di controllo esterno.

Italia Oggi - N. Fiorentino - art. pag. 23

Nell'Iva non c'è frode senza colpa

Una sentenza della Corte di giustizia europea sulle responsabilità in caso di truffe carosello. L'impresa ignara dell'illecito non ne subisce le conseguenze

L'impresa che ha partecipato inconsapevolmente a una frode carosello, intervenendo in una catena di operazioni organizzata per evadere l'Iva, non deve subirne le conseguenze. Le sue operazioni devono essere valutate indipendentemente dal disegno complessivo di terzi, al quale è risultata estranea, per cui le va riconosciuta la veste di soggetto passivo e il diritto di detrazione. È quanto emerge dalla sentenza pronunciata ieri dalla corte di giustizia Ue, in relazione ai procedimenti riuniti C-354/03, C-355/03 e C-484/03.

Italia Oggi - F. Ricca - art. pag. 29