Se non vedi correttamente la Rassegna Stampa clicca qui

Rassegna stampa del 16 gennaio 2006
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

PATENTINO PRIVACY
Patentino Privacy è lo strumento che permette l'adempimento dell'obbligo di formazione per responsabili ed incaricati previsto dal punto 19.6 del disciplinare tecnico.

Il cd-rom contiene:

il corso multimediale
il codice identificativo
il link a cui è possibile collegarsi per sostenere l'esame

Rispondendo correttamente alle domande dei consulenti di Data Print Grafik, verrà rilasciata una certificazione valida ai fini di assolvere l'obbligo di legge.

NUOVO CALENDARIO PER LE MISURE MINIME DI SICUREZZA!

Tutte le scadenze su www.dataprintgrafik.it
Finisce l'era della "Merloni"

Primo sì al Codice appalti che accoglie le direttive Ue e toglie i vincoli nazionali. Verso lo scontro alle Camere: per Lunardi è "modernizzazione", per l'Ulivo un atto incostituzionale

Dopo undici anni di assoluta centralità nel sistema degli appalti italiani, il Governo Berlusconi manda in pensione la legge Merloni. Il Consiglio dei ministri ha approvato ieri in via preliminare il Codice unico degli appalti di lavori pubblici, servizi e forniture, che recepisce le direttive comunitarie 17 e 18 del 2004. Ora lo schema di decreto legislativo va all'esame delle commissioni parlamentari, dove già si annuncia battaglia da parte dell'Ulivo, e della Conferenza unificata Stato-Regioni.

Il Sole 24 Ore - sabato 14 gennaio - G. Santilli - art. pag. 23

L'Inps aggiorna il canale telematico per l'invio delle istanze di interpello

Nuova procedura informatica Inps per la gestione degli interpelli in materia contributiva. Lo ha comunicato l'Istituto con il messaggio 1362 del 13 gennaio 2006. Gli interpelli possono essere presentati da associazioni di categoria, Ordini ed enti pubblici. Devono riguardare la normativa sul lavoro. Risponde sempre la Direzione generale del ministro del Lavoro, anche se la richiesta viene fatta tramite l'Inps o la Direzione provinciale del Lavoro. Per registrarsi al servizio bisogna accedere al sito Internet dell'Inps, entrare nella sezione "Servizi online" e cliccare nella categoria "Enti Pubblici e previdenziali" o "Associazioni di categoria", infine scegliere la voce "Interpelli in materia contributiva".

Il Sole 24 Ore - sabato 14 gennaio - A. Forte - art. pag. 26

Risparmio, proroga per le banche

In un dl ´a perdere' lo slittamento di una parte della l. 262/2005. Due mesi in più per gli istituti di credito e le assicurazioni

Risparmio, due mesi in più per banche e assicurazioni per mettersi in regola con gli adempimenti di trasparenza sui prodotti finanziari (bond bancari ma anche altri strumenti). Sospensione, sempre per 60 giorni, dell'obbligo di delibera del cda per i finanziamenti alle società di un gruppo i cui amministratori siano esponenti di gruppi bancari e per il coordinamento del controllo Isvap-Consob sui prodotti assicurativi. Il consiglio dei ministri ha approvato ieri il decreto legge che proroga l'entrata in vigore di alcune disposizioni della legge 262/2005 (peraltro in vigore dal 12 gennaio scorso) venendo incontro alla richiesta avanzata da banche e assicurazioni preoccupate per il rallentamento dell'attività creditizia e di investimenti del risparmio derivante da alcuni nuovi adempimenti che richiedono adeguamenti organizzativi e per i quali sarebbe stato opportuno prevedere nella stessa legge una periodo transitorio.

Italia Oggi - sabato 14 gennaio - C. Morelli - art. pag. 34

Sì allo shopping fiscale tra regioni

Sentenza della Corte costituzionale chiarisce la portata della potestà normativa ex dlgs 446/97. Per l'addizionale Irpef ok all'aliquota che dà più vantaggi

La Consulta ritiene legittima la possibilità che gli enti territoriali, nell'applicare l'addizionale regionale Irpef prevista dallo stato, possano adottare un'aliquota o proporzionale o progressiva, a seconda del tipo di vantaggio fiscale che vogliono dare ai propri residenti. Se poi questo genererà una potenziale ´concorrenza fiscale' tra regioni vicine, nulla di male: è proprio la legge statale che ha voluto questo, nel momento in cui ha deciso di far decollare il federalismo fiscale. È stata la Corte costituzionale, con un'innovativa sentenza, la n. 2/2006, depositata ieri (relatore Franco Bile), a chiarire la portata della potestà normativa fiscale delle regioni attribuita dal decreto legislativo 15 dicembre 1997, n. 446 (´Istituzione dell'imposta regionale sulle attività produttive, revisione degli scaglioni, delle aliquote e delle detrazioni dell'Irpef e istituzione di un'addizionale regionale a tale imposta, nonché riordino della disciplina dei tributi locali'). Innanzitutto chiarendo che l'obbligo della progressività fiscale dell'addizionale regionale Irpef non è un dogma scritto da nessuna parte.

Italia Oggi - sabato 14 gennaio - R. Miliacca - art. pag. 35

Fatture false con prescrizione breve

Con la legge "ex-Cirielli" si accorciano i tempi di punibilità per gli illeciti di maggiore diffusione. Scende da 10 a 6 anni il termine di estinzione del reato

Quattro anni di limbo in meno per chi commette un grave reato tributario. Per effetto della legge ex-Cirielli, che ha ridotto da 0 a 6 anni il termine di prescrizione delle condotte punite con le pene più severe, scende notevolmente il rischio di cadere nel girone infernale del processo e della eventuale condanna. Anzi, per alcuni il pericolo è definitivamente scongiurato. Coloro cioè che hanno commesso violazioni tra dieci e sei anni fa e che, in assenza di una delle cause interruttive della prescrizione, si sono trovati inaspettatamente liberi dalle grinfie dell'azione penale.

Il Sole 24 Ore del lunedì - A. M. Candidi - art. pag. 33


Se non desideri ricevere ulteriori articoli della Rassegna Stampa/Newsletter Privacy/ArchiviOk.it
di Data Print Grafik, clicca qui per annullare la tua sottoscrizione.

Privacy
In conformità al D.Lgs. 196/2003, Testo unico della privacy sulla tutela dei dati personali, Data Print Grafik
garantisce la massima riservatezza dei dati e la possibilità di richiederne gratuitamente la rettifica
scrivendo a areanews@dataprintgrafik.it.
Potrai prendere visione dell’informativa completa nella sezione Newsletter del nostro sito www.dataprintgrafik.it

Seguici su: Facebook Twitter