Rassegna stampa del 25 gennaio 2006
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

PRIVACY XP, il software gestionale per l'adozione delle misure minime introdotte dal Codice Privacy

Documento Programmatico sulla Sicurezza
Assegnazione permessi e autorizzazioni
Inventario banche dati
Lettere d'incarico per responsabili e incaricati
Informative personalizzate per categorie di soggetti
Rilevazione automatica hardware e software installato
Modulo completamente integrato in Office 2003 Pro
Versione speciale per consulenti
Versione speciale per Enti Pubblici


NUOVO CALENDARIO PER LE MISURE MINIME DI SICUREZZA!

Tutte le scadenze su www.dataprintgrafik.it
In agricoltura Iva più leggera

Dall'agenzia delle Entrate il sì definitivo, con ritocchi, al modello di quest'anno. Forfait esteso alle attività connesse e alle cooperative. Opzione per l'invio dei risultati sui controlli

Approvati definitivamente dalle Entrate il modello e le istruzioni per la dichiarazione annuale Iva 2006. Rispetto alla bozza, l'unica modifica al modello riguarda il rigo VH13, nel quale ora è precisato che occorre indicare l'acconto "dovuto". Infatti, nel modello Iva/2006 è stato reintrodotto l'obbligo di indicare l'importo dell'acconto dovuto anche se non effettivamente versato il 27 dicembre 2005. Vi sono poi alcune novità sull'agricoltura, anche per effetto delle modifiche introdotte dalla legge sulla competitività (decreto legge 35/05, legge 80/05). Nel nuovo modello di dichiarazione Iva vengono scomposte le ipotesi in cui le prestazioni di servizi sono svolte occasionalmente e quindi in assenza della contabilità separata, o continuativamente, rispettando l'obbligo della separazione prevista dall'articolo 36 del Dpr 633/72.

Il Sole 24 Ore  - G. P. Tosoni - art. pag. 25
 

Privacy più forte per gli indagati

Cassazione: paletti alle intercettazioni.

Intercettazioni, meno spazio agli inquirenti. D'ora in poi il pubblico ministero potrà autorizzare quelle fatte con impianti esterni alla procura, solo con decreto immediatamente motivato. E cioè la motivazione deve precedere l'intercettazione stessa. Lo hanno stabilito le sezioni unite penali della Corte di cassazione che, con la sentenza 2737 del 24 gennaio 2006, hanno messo la parola fine a una pratica svolta per lo più alla cieca e senza grandi garanzie per l'intercettato. In altri termini devono essere da subito indicati i motivi di pericolosità e urgenza che richiedono l'uso di impianti di captazione esterni alle procure. In un periodo in cui si fa un gran parlare di privacy ecco una sentenza che è senz'altro garantista verso chi è oggetto di attività investigativa. Non è tutto. Il decreto con cui il pm dà l'autorizzazione a procedere non può essere emendato o integrato dal giudice. Tanto meno in sede di riesame e di appello, quando cioè l'attività investigativa è già stata espletata. E tanto più perché il giudice non deve integrare un atto che, di fatto, è di parte.

Italia Oggi - D. Alberici - art. pag. 27

La fattura elettronica al primo test

Il gruppo di lavoro Assosoftware-Abi ha messo a punto i tracciati standard sulla trasmissione. Parte la sperimentazione per i rapporti tra banca e impresa

La fattura elettronica sta per diventare una realtà, non solo per le grandi aziende ma anche e soprattutto per le medie e piccole imprese, che in tal modo potranno accedere più facilmente al credito e superare così la morsa di Basilea 2. Il gruppo di lavoro nato dall'accordo tra Assosoftware e Abi (per il tramite della sua associazione Cbi - Corporate banking interbancario) ha oramai terminato la definizione dei tracciati standard sulla trasmissione delle fatture che avverrà principalmente attraverso i canali telematici del corporate banking. Il flusso di invio delle fatture sarà in estrema sintesi il seguente: - ogni impresa dovrà scegliere la propria banca ´proponente' (nel caso l'azienda utilizzi più banche dovrà sceglierne una come banca proponente); - l'impresa trasmetterà alla propria banca proponente tutte le fatture attive (o anche solo una parte di esse); - la banca proponente invierà ogni fattura alla banca proponente di ciascun cliente; - il cliente riceverà a sua volta l'avviso che gli sono state recapitate delle fatture passive; - il tutto supportato da una messaggistica di conferma che accompagnerà ogni fase del flusso. Il progetto, già definito nella sua progressione temporale, prevede un periodo di transizione fino a marzo 2007, entro il quale gli istituti di credito potranno adeguare i propri sistemi informativi e iniziare a erogare il servizio alla clientela.

Italia Oggi - F. Giordano - art. pag. 37

Nettizzazione dei contributi, l'Inps mette in affanno le software house

Corsa contro il tempo per aggiornare i programmi dopo la decisione di modificare le procedure.

Dopo il successo dell'operazione Emens, l'Inps ha richiesto un nuovo sforzo ai datori di lavoro e alle software house, mettendo mano alle modalità di gestione del modello DM10/2. Infatti, fino a tutto il 2005 ai datori di lavoro era richiesto di esporre la contribuzione in misura intera nei quadri ´B/C' del modello e, contestualmente, di recuperare l'importo delle agevolazioni contributive nel quadro ´D' del modello. L'Inps, un po' a sorpresa, con la circolare n. 115 del novembre scorso, ha deciso di superare tale modalità di gestione e di introdurre, a decorrere dal periodo di paga ´gennaio 2006', un nuovo sistema di esposizione della contribuzione, peraltro già sperimentato con i lavoratori assunti con contratto di inserimento e reinserimento di cui al dlgs n. 276/2003. Considerati i tempi ristrettissimi per adeguare correttamente le procedure paghe, l'Istituto ha concesso una ´mini-proroga' di un mese: pertanto, i datori di lavoro che lo riterranno opportuno potranno trasmettere i modelli DM10/2 riferiti al mese di ´gennaio 2006' compilati ancora con le vecchie modalità, mentre a partire dalla denuncia riferita al mese di ´febbraio 2006' il nuovo sistema di ´nettizzazione dei contributi' sarà l'unico praticabile. Pertanto, le software house, una volta pervenuti adeguati chiarimenti da parte dell'Istituto, si troveranno nuovamente impegnate in una corsa contro il tempo per adeguare le procedure e metterle a disposizione dei clienti in tempo utile.

Italia Oggi - A. Barone - art. pag. 37