Rassegna stampa del 3 febbraio 2006
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

PATENTINO PRIVACY
Patentino Privacy è lo strumento che permette l'adempimento dell'obbligo di formazione per responsabili ed incaricati previsto dal punto 19.6 del disciplinare tecnico.

Il cd-rom contiene:

il corso multimediale
il codice identificativo
il link a cui è possibile collegarsi per sostenere l'esame

Rispondendo correttamente alle domande dei consulenti di Data Print Grafik, verrà rilasciata una certificazione valida ai fini di assolvere l'obbligo di legge.

NUOVO CALENDARIO PER LE MISURE MINIME DI SICUREZZA!

Tutte le scadenze su www.dataprintgrafik.it
Cud e 730, versione finale

L'agenzia delle Entrate ha completato i modelli con i prospetti del 5 per mille. Il contribuente potrà scegliere se destinare la quota Irpef a volontariato, ricerca o Comuni

Il modello integrativo Cud 2006 deve essere consegnato dal datore di lavoro al lavoratore con il Cud 2006 secondo le stesse modalità previste per l'8 per mille. Il contribuente potrà effettuare la scelta indicando il codice fiscale dal soggetto cui intende destinare direttamente la quota del 5 per mille dell'Irpef. Stesse modalità anche per il 730 che concede questa nuova possibilità con il modello  720-1 bis. Naturalmente, la scelta potrà essere effettuata anche attraverso Unico  (di questa dichiarazione non sono ancora note le bozze). 

Il Sole 24 Ore - N. Bianchi, B. Massara - art. pag. 21

Impiego di dati sensibili più facile negli enti locali

Privacy - Il Garante ammette ulteriori fattispecie. L'Authority richiama le Asl su distanze di cortesia e ricette

Più chance agli enti locali per il trattamento dei dati sensibili e giudiziari. I regolamenti sono stati, infatti, estesi a ricomprendere nuove fattispecie. E questo grazie a un parere del Garante della privacy. L'Authority è inoltre intervenuta in campo sanitario, richiamando alcune Asl al rispetto delle regole della riservatezza. Le tipologie di trattamenti di nuova introduzione riguardano: l'applicazione da parte degli enti locali di competenze in materia di protezione civile, il conferimento di onorificenze e ricompense; l'iscrizione  di associazioni e organizzazioni di volontariato negli Albi comunali; le attività ricreative, di promozione  della cultura e dello sport e di occupazione del suolo pubblico; la concessione di agevolazioni tributarie o l'utilizzo di fondi per interventi  su edifici di culto, di partito  o di associazioni.

Il Sole 24 Ore - A. Cherchi - art. pag. 24

Primo step per le liti fiscali on-line

Lo strumento, che fa assegnare subito il numero di protocollo, partirà il 13 in Toscana e in Umbria. La nota di deposito consente a tutti di consultare il fascicolo

Ai nastri il primo tassello del processo tributario on-line. Dal 13 febbraio, a partire da Toscana e Umbria, entrerà in funzione, dopo mesi di rodaggio in alcune commissioni tributarie (Ctr di Lazio e Sardegna, Ctp di Roma e Grosseto), la nota di deposito. Si tratta di un modello da consegnare o spedire alle segreterie delle commissioni tributarie contemporaneamente al deposito del ricorso, dell'appello e di ogni altro atto (controdeduzioni, memorie, istanze, reclami contro provvedimenti presidenziali) che permette di avere immediatamente il numero di protocollo (il ruolo generale ricorsi, rgr, o, in caso di appello, l'rga) e il collegamento on-line con gli atti processuali. Possibilità che finora era riservata solo ai professionisti abilitati al servizio di Entratel.

Italia Oggi - A. Gorret - art. pag. 28

 

Fisco leggero sugli immobili

Accordo raggiunto a livello Ue. Spetterà ai singoli paesi decidere se applicarla. Iva al 10% e detrazioni al 41% fino al 2010

Sulle manutenzioni degli edifici potrebbe tornare l'Iva dimezzata. Dopo il diktat della commissione europea, che aveva minacciato, in caso di mancato accordo in tempi brevissimi, l'avvio delle contestazioni di inadempimento nei confronti dei paesi che hanno ugualmente prorogato la riduzione dell'aliquota sui servizi ad alta intensità di manodopera, l'intesa è stata raggiunta e si attende oramai soltanto la formalizzazione. Dovrebbe essere emanata nei prossimi giorni, quindi, la direttiva che autorizza i paesi membri a prolungare il periodo di applicazione dell'aliquota ridotta su determinati servizi d'opera (si parla di fissare il termine al 2010). Dopo di che la palla passerà ai singoli stati, che decideranno autonomamente se avvalersi o meno della possibilità. Questa, per lo meno, è la situazione dell'Italia, che, in assenza di via libera dell'Ue, ha rispettato la scadenza del 31 dicembre 2005, evitando di assumere decisioni arbitrarie che altri paesi hanno invece assunto.

Italia Oggi -  F. Ricca, G. Galli - art. pag. 32

Co.co.co., contributi 2006 più cari

Lo ricorda l'Inps con la circolare n. 11. L'innalzamento è previsto dalla legge n. 326 del 2003. È salita al 18,20% l'aliquota dovuta alla gestione separata

È pari al 18,20% l'aliquota contributiva dovuta nel 2006 dai co.co.co. Lo ricorda la circolare n. 11 del 1° febbraio 2006. L'innalzamento è dovuto alla legge n. 326/2003. Che dispone l'equiparazione dell'aliquota contributiva per gli iscritti alla cosiddetta gestione separata (articolo 2, comma 26, della legge n. 335/1995), che non siano assicurati ad altre forme obbligatorie, a quella prevista per la gestione pensionistica dei commercianti. Aliquota che dal 2004 segue quindi lo stesso sviluppo della contribuzione dei commercianti; e continuerà a salire al ritmo dello 0,20% all'anno, sino a raggiungere il definitivo 19%.

Italia Oggi - G. Leonardi - art. pag. 35