Rassegna stampa del 7 febbraio 2006
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik


STAMPATI FISCALI, il software per l'invio telematico dei dati sulle forniture (D.P.R. 404 del 05/10/2001).

Principali funzionalità:

- codifica personalizzata dei prenumerati fiscali
- gestione registro di carico forniture
- gestione registro di scarico delle vendite
- produzione file telematico ed invio del file per l'anno 2005
- importazione dei dati anagrafici e dei registri
- stampa dei registri di carico/scarico
- stampa della richiesta di fornitura
- stampa dei totali per identificativi prodotti
- stampa dei totali per identificativi clienti
- stampa di controllo relativa alla gestione dei prodotti
- ricerca per codice fiscale e per serie.

Visita il sito www.dataprintgrafik.it

Studi di settore, indici pronti

Pubblicato in "Gazzetta Ufficiale" il decreto che individua i casi di incoerenza. Controlli con meno "schermi" per gli ordinari 

Gli indici di coerenza rilevanti ai fini dell'applicazione degli studi di settore sono pronti. In versione soft. Il provvedimento dell'agenzie delle Entrate 18 gennaio 2006 che individua i nuovi elementi rilevanti per l'accertamento è stato infatti pubblicato sulla "Gazzetta Ufficiale" n. 30 di ieri. Le irregolarità denunciate dagli indici apriranno la strada ai controlli, senza più lo scudo dei due anni irregolari su tre, nei confronti dei contribuenti in contabilità ordinaria, anche per opzione. E le nuove regole saranno applicabili ai periodi d'imposta in corso al 31 dicembre 2004.

Il Sole 24 Ore - J. M. Del Bo - art. pag. 24

In "Gazzetta" i nuovi Cud e 730

Il Cud e il 730 nell'ultima versione arrivano in "Gazzetta Ufficiale". Sono stati infatti pubblicati nell'edizione del 6 febbraio 2006 i provvedimenti dell'agenzia delle Entrate, entrambi datati 1° febbraio 2006, con le integrazioni e le relative istruzioni in conformità al Dpcm 20 gennaio 2006.

Il Sole 24 Ore - art. pag. 26

Arriva il Durc a durata trimestrale

DL MILLEPROROGHE/ Costi a tariffa per i collegamenti degli allarmi domestici alla polizia. Prolungata la validità del certificato di regolarità contributiva

Durc (Documento unico di regolarità contributiva) con durata trimestrale, e non più mensile. Possibilità di cartolarizzare i crediti passati, presenti e futuri dei partiti, derivanti dai rimborsi statali. Tariffabili i costi di collegamento degli allarmi domestici ai sistemi di sicurezza delle polizie locali. Rinviati al campionato di calcio 2006/2007 gli obblighi di adeguamento infrastrutturale degli stadi e impianti sportivi. Introdotta la possibilità di concessione di garanzie a condizioni di mercato per la realizzazione di interventi migliorativi sulle infrastrutture autostradali con pedaggio. Sono queste alcune delle numerose innovazioni contenute nel testo modificato del dl 273/2005, così come approvato dal senato giovedì scorso, e ora all'esame dell'aula della camera.

Italia Oggi - A. Maccapani- art. pag. 30

Enti e stato in autostrada. Digitale

Alla presentazione di Forum P.a. il ministro Stanca anticipa le novità per le amministrazioni. Al via la gara per realizzare la rete. Ai piccoli comuni 45 mln

Enti locali e pubbliche amministrazioni centrali saranno presto collegate tra loro in una grande autostrada digitale. Il suo nome è Spc, sigla che sta per sistema pubblico di connessione. È questa la scommessa che il ministro per l'innovazione tecnologica, Lucio Stanca, lascia in eredità al governo che verrà. Il sistema, infatti, vedrà la luce nella prossima legislatura, ma saranno firmati in questi giorni i decreti che daranno il via alla gara d'appalto per l'individuazione del partner privato che realizzerà la grande infrastruttura digitale (in gara ci sono colossi come Fastweb e Telecom ndr). L'annuncio dell'imminente avvio della procedura di selezione, assieme allo sblocco dei fondi per l'e-government dei piccoli comuni (45 milioni di euro) e per il riutilizzo dei progetti tecnologici di regioni e enti locali (60 milioni di euro), è stato dato ieri a Milano nel corso della presentazione dell'edizione 2006 di Forum P.a., che si svolgerà a Roma dall'8 al 12 maggio.

Italia Oggi - F. Cerisano - art. pag. 37

Ko le nuove schede di valutazione

Dopo la sentenza del Tar Lazio, il ministero fa dietrofront: possibile utilizzare le vecchie pagelle. Violano la privacy, la religione deve restare fuori dal giudizio

Privacy dell'alunno a rischio. Ingiustificata la presenza della religione cattolica, disciplina facoltativa, tra le materie presenti nel documento di valutazione dello studente. Sono questi i due elementi che hanno convinto i giudici del Tar del Lazio a rimettere in discussione parte della circolare ministeriale n. 84 dello scorso novembre, quella sul portfolio delle competenze dell'alunno e, di conseguenza, una porzione importante dello stesso documento di valutazione. Le ordinanze del tribunale amministrativo in materia sono due, la 741 e la 742, entrambe emanate il 1° febbraio. La religione cattolica, insomma, deve restare fuori dalla pagella e non può fare media. E la sezione C-b del portfolio, quella relativa alla ´biografia con narrazione delle esperienze significative dell'alunno', non va compilata: rischia di violare la privacy. Un regolamento dell'istruzione sulla tutela della privacy nella gestione dei dati scolastici è ancora atteso da Francesco Pizzetti, presidente dell'Autorità di vigilanza.

Italia Oggi - A. Migliozzi - art. pag. 43