Se non vedi correttamente la Rassegna Stampa clicca qui

Rassegna stampa del 9 febbraio 2006
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

PRIVACY XP, il software gestionale per l'adozione delle misure minime introdotte dal Codice Privacy

Documento Programmatico sulla Sicurezza
Assegnazione permessi e autorizzazioni
Inventario banche dati
Lettere d'incarico per responsabili e incaricati
Informative personalizzate per categorie di soggetti
Rilevazione automatica hardware e software installato
Modulo completamente integrato in Office 2003 Pro
Versione speciale per consulenti
Versione speciale per Enti Pubblici


NUOVO CALENDARIO PER LE MISURE MINIME DI SICUREZZA!

Tutte le scadenze su www.dataprintgrafik.it
Privacy, consultazione sui condomini

Consultazione pubblica del Garante

L'autorità Garante per la privacy ha avviato una consultazione pubblica sulle problematiche legate alla protezione dei dati personali nei condomini. In vista dell'adozione di un provvedimento generale in materia, l'Autorità ascolterà quanti (inquilini, proprietari, amministratori, associazioni di condomini, portieri, fornitori, semplici cittadini) sono interessati a dare un contributo di idee e soluzioni.

Il Sole 24 Ore - art. pag. 24
 

Pignoramenti, si cambia dal 1° marzo

Via libera definitivo dalla commissione del senato al ddl che riforma le esecuzioni mobiliari. Responsabilità penale sul debitore e nuovi poteri all'ufficiale

Nuovi pignoramenti al via. A partire dal 1º marzo scatterà la responsabilità penale nei confronti dei debitori che dichiarano il falso o non collaborano, sarà attribuito un ruolo più attivo all'ufficiale giudiziario e semplificata tutta la procedura delle esecuzioni mobiliari. La commissione giustizia del senato, infatti, ha dato ieri il suo via libera al testo che riforma tutto il sistema dei pignoramenti già approvato in sede legislativa dalla camera. Il nuovo articolo 492 del cpc punta a responsabilizzare la figura del debitore, più di quanto abbia già fatto la legge n. 80 del 2005. Il provvedimento sulla competitività, infatti, aveva introdotto l'interpello del debitore: se i beni pignorati non risultano sufficienti l'ufficiale giudiziario può richiederne degli altri, senza però responsabilità per l'esecutato.

Italia Oggi - C. Cinti - art. pag. 29

Iva di gruppo, opzione al 16/2

Scadenza per società controllanti e controllate.

Entro il 16 febbraio le società controllanti e controllate che intendono avvalersi nel 2006 dell'Iva di gruppo dovranno comunicare l'opzione all'agenzia delle entrate. L'onere è indispensabile, essendo la fattispecie esclusa dal principio del ´comportamento concludente' ai sensi dell'art. 4 del dpr n. 442/97. La comunicazione va consegnata all'ufficio e va redatta utilizzando il modello Iva 26. Il modello deve essere compilato in tre esemplari, uno dei quali è restituito dall'ufficio alla società controllante, e deve essere sottoscritto sia dal rappresentante della società controllante che dai rappresentanti delle controllate. Se queste hanno domicilio fiscale in circoscrizioni diverse da quella della controllante, copia fotostatica del modello dovrà essere inviata con raccomandata ai vari uffici competenti.

Italia Oggi - F. Ricca - art. pag. 34

Artigiani e commercianti alla cassa

La scadenza riguarda la quarta rata del contributo fisso. In spedizione dall'Inps i modelli F24. Il 16 febbraio si chiude la partita 2005. Nel 2006 70 € in più

Il consueto aumento della contribuzione dovuto all'Inps dagli artigiani e commercianti, come minimo 70 euro in più nel 2006, farà sentire i suoi effetti solo a maggio. Intanto le due categorie di lavoratori autonomi devono provvedere a chiudere la partita per il 2005, con il versamento della quarta rata del contributo fisso in scadenza lunedì 16 febbraio. Lo ricorda lo stesso Inps con il messaggio n. 4144 dell'8 febbraio, dove annuncia l'avvenuta spedizione agli interessati iscritti in corso d'anno del modello di pagamento (F24). I contributi sul reddito minimo devono essere versati (con il modello unificato F24) del 16 maggio, 16 agosto (termine lo scorso anno prorogato al 22 agosto), 16 novembre e 16 febbraio dell'anno successivo. Mentre le quote di contribuzione dovute sulla parte di reddito eccedente il minimale vanno invece pagate in due rate uguali entro i termini stabiliti per il versamento dell'Irpef.

Italia Oggi - G. Leopardi - art. pag. 40

     


Se non desideri ricevere ulteriori articoli della Rassegna Stampa/Newsletter Privacy/ArchiviOk.it
di Data Print Grafik, clicca qui per annullare la tua sottoscrizione.

Privacy
In conformità al D.Lgs. 196/2003, Testo unico della privacy sulla tutela dei dati personali, Data Print Grafik
garantisce la massima riservatezza dei dati e la possibilità di richiederne gratuitamente la rettifica
scrivendo a areanews@dataprintgrafik.it.
Potrai prendere visione dell’informativa completa nella sezione Newsletter del nostro sito www.dataprintgrafik.it

Seguici su: Facebook Twitter