Rassegna stampa del 16 febbraio 2006
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

PATENTINO PRIVACY
Patentino Privacy è lo strumento che permette l'adempimento dell'obbligo di formazione per responsabili ed incaricati previsto dal punto 19.6 del disciplinare tecnico.

Il cd-rom contiene:

il corso multimediale
il codice identificativo
il link a cui è possibile collegarsi per sostenere l'esame

Rispondendo correttamente alle domande dei consulenti di Data Print Grafik, verrà rilasciata una certificazione valida ai fini di assolvere l'obbligo di legge.

NUOVO CALENDARIO PER LE MISURE MINIME DI SICUREZZA!

Tutte le scadenze su www.dataprintgrafik.it
Le locazioni delle Onlus perdono lo sconto a forfait

Nelle bozze di Unico la svolta sulle deduzioni. Per la dichiarazione necessario ricostruire le spese del 2005

L'agenzia delle Entrate ha diffuso le prime bozze delle istruzioni al modello Unico 2006 relativo agli enti non commerciali. Di particolare rilievo sono le novità che interessano, già dal 2005, il criterio di tassazione dei redditi derivanti dal possesso di immobili da parte degli enti non commerciali. A questo riguardo, le bozze di istruzioni a Unico 2006 Enc, in relazione al quadro "RB", relativo al reddito da fabbricati, si limitano a riportare il contenuto dell'articolo 7 del Dl 203/2005 senza tuttavia fornire ulteriori istruzioni operative sulla nuova norma.

Il Sole 24 Ore - M. Saccaro - art. pag. 24

 
Co.co.co, ispezioni nelle aziende

Dai ministeri del lavoro e dell'economia raffica di verifiche sul fronte contributivo e tributario. Sotto tiro 500 mila rapporti di lavoro dipendente mascherati

Legge Biagi alla prova dei controlli in azienda. Il ministro del welfare, Roberto Maroni, ha alla firma le Linee guida sulle ispezioni previste dal governo come completamento indispensabile alla riforma del lavoro. Il governo intende avviare un'azione di controllo e repressione su vasta scala: nel mirino degli 007 ci sono circa 500 mila co.co.co. e contratti a progetto che potrebbero nascondere rapporti di lavoro subordinato. Il numero di aziende potenzialmente coinvolte è nell'ordine delle decine o forse anche centinaia di migliaia, visto che dagli ultimi dati Inps su dicembre 2003 i committenti sono 468 mila. Il vademecum servirà a stabilire regole chiare e condivise per gli ispettori del ministero, dell'Inps, dell'Inail e del Nucleo anti-evasione dei carabinieri che nei prossimi giorni, subito dopo il via libera di Maroni alla direttiva, andranno a verificare nelle aziende che i contratti di collaborazione, coordinata o a progetto, ai quali la legge Biagi ha dato il via libera, rappresentino effettivamente lavoro autonomo come vuole la legge, e non attività dipendente travestita da co.co.co., quindi illegale perché elusiva delle norme fiscali e previdenziali.

Italia Oggi - T. Pittelli - art. pag. 33

L'Irap al test dei redditi da lavoro

UNICO 2006/Le indicazioni sono contenute nelle bozze dei modelli messe a punto dalle Entrate. Calcolo della deduzione effettuato tramite apposito prospetto

La dichiarazione Irap apre alle deduzioni sui redditi da lavoro: il calcolo della deduzione spettante in base alle nuove disposizioni di legge potrà essere effettuato anche utilizzando un apposito prospetto inserito nelle istruzioni. Anche per l'acconto Irap 2006, misura fissata al 100% analogamente a quanto previsto ai fini dell'imposizione diretta e accoglimento, nelle istruzioni ai modelli, delle novità contenute nel correttivo Ires finalizzate, essenzialmente, a sterilizzare l'effetto delle norme in materia di indeducibilità degli interessi passivi. Sono queste le prime indicazioni che emergono dalla visione della bozza delle istruzioni e del modello di dichiarazione Irap 2006 per il periodo di imposta 2005.

Italia Oggi - D. Liburdi  - art. pag. 36

 

Società di capitali, sui righi l'effetto del correttivo Ires

Nella compilazione del modello Unico per le società di capitali si dovrà tener conto in primo luogo delle modifiche apportate dal decreto legislativo 18 novembre 2005, n. 247 (cosiddetto correttivo Ires), con riguardo alla ridefinizione di alcune categorie di reddito di capitale quale quella di cui all'articolo 44, comma 2, lett. b), lettera a) Tuir. È quanto emerge dalle bozze dei modelli rese disponibili dall'Agenzia delle entrate. Di conseguenza, nel rigo RF50 si dovrà indicare il 95% degli utili distribuiti da soggetti esteri: •che non siano residenti in paradisi fiscali, ovvero •residenti in stati o territori con regime fiscale privilegiato, qualora il dichiarante abbia dimostrato a seguito di istanza di interpello che dalle partecipazioni non consegue l'effetto di localizzare i redditi in detti stati o territori a decorrere dall'inizio del periodo di possesso della partecipazione.

Italia Oggi - F. Pau - art. pag. 36

 
Registro imprese informatico

Il Cds da l'ok allo schema di dpcm. E giudica superato il conflitto con le regioni. Adempimenti on-line e servizi in rete alle aziende

Il registro informatico delle imprese finalmente sta per diventare realtà. Sarà ispirato a criteri di omogeneità e unitarietà per tutto il territorio nazionale, nonostante la legge delega (n. 229/2003) aveva inizialmente chiesto una sua articolazione su base regionale. Il nuovo registro telematico conterrà un elenco degli adempimenti a carico delle imprese, caratterizzato da un indice unitario, sintetico e di facile consultazione. In rete verranno poi caricati i formulari che le aziende dovranno utilizzare per svolgere i propri adempimenti burocratici. Il consiglio di stato il 16 gennaio scorso ha dato il suo imprimatur allo schema di dpcm proposto dalle attività produttive e contenente le ´modalità di coordinamento, attuazione e accesso al nuovo registro on-line. Questo strumento, come detto previsto dalla legge n. 229/2003, è stato confermato e rafforzato dal codice dell'amministrazione digitale (varato con dlgs n. 82 del 2005).

Italia Oggi - L. Chiarello - art. pag. 40