Rassegna stampa del 3 marzo 2006
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

 



Il 28 febbraio è il termine
ultimo per l'invio telematico
dei dati sulle forniture


MANCANO 4 GIORNI
ALLA SCADENZA!


 

STAMPATI FISCALI, il software per l'invio telematico dei dati sulle forniture (D.P.R. 404 del 05/10/2001).

Principali funzionalità:

codifica personalizzata dei prenumerati fiscali
gestione registro di carico forniture
gestione registro di scarico delle vendite
produzione file telematico ed invio del file per l'anno 2005
importazione dei dati anagrafici e dei registri
stampa dei registri di carico/scarico
stampa della richiesta di fornitura
stampa dei totali per identificativi prodotti
stampa dei totali per identificativi clienti
stampa di controllo relativa alla gestione dei prodotti
ricerca per codice fiscale e per serie


Sì al decreto Pa in versione leggera

Approvato dalla Camera un testo che perde gran parte delle disposizioni contenute nella stesura originaria. Compenso ai Caf per debiti inferiori a 12 euro

In una versione ultra-light il discusso decreto sulla pubblica amministrazione ottiene, in extremis, il via libera della Camera. Il testo passa ora al Senato dove la prossima settimana dovrebbe essere approvato definitivamente. A "salvare" il Dl è stata l'intesa raggiunta ieri mattina tra maggioranza e opposizione, dopo lunghe settimane di muro contro muro, sulla base della mediazione proposta mercoledì sera da palazzo Chigi: un testo ancora più snello rispetto a quello già leggero proposto proposto a inizio settimana del ministro Mario Baccini, senza cioè le norme sui comandati e sulle assunzioni di nuovo personale pubblico, ma con alcune disposizione aggiuntive sulla Consob (in attuazione della riforma del risparmio) e sul settore marittimo. Il testo approvato contiene anche una misura sui Caf, ai quali spetta il compenso per l'assistenza prestata ai contribuenti anche se dalla dichiarazione dei redditi o dal 730 emerge un debito inferiore ai 12 euro. Viene così sciolto un nodo rimasto irrisolto dopo il varo della Finanziaria 2006.

Il Sole 24 Ore - B. Dardari, M. Rogari - art. pag. 23

 

 

"Impairment" su tutte le imprese

Diffusa dalla commissione per i principi contabili la guida dedicata alle perdite di valore. Le norme dell'avviamento valgono con un doppio passaggio anche per aziende che usano i criteri nazionali

Alcuni orientamenti dei principi Ias/Ifrs sono applicabili anche alle imprese italiane che redigono i bilanci in base ai criteri nazionali. E' il caso delle Ias 36 "Impairment of Assets", che definisce le regole per l'iscrizione delle proprie attività a un valore non superiore al recuperabile. E' quanto afferma la "Guida all'applicazione dell'impairment test dello Ias 36", della Commissione di dottori commercialisti e ragionieri per i Principi contabili, resa nota ieri.

Il Sole 24 Ore - E. Rocca - art. pag. 25

 

 

Incassi online senza differita

Chiarite le norme sulla gestione dei corrispettivi nel commercio. L'accesso alle misure di semplificazione impone la fattura immediata a richiesta del cliente

Possono emettere solo la fattura immediata (non quella differita) le imprese che operano nella grande distribuzione e scelgono di trasmettere in via telematica i corrispettivi giornalieri, utilizzando l'esonero dall'obbligo di emettere scontrino o ricevuta fiscale. Lo chiarisce la circolare 8/E del 22 febbraio, con la quale l'agenzia delle Entrate illustra le disposizioni delle Finanziarie 2005 e 2006 a favore delle imprese della grande distribuzione. La circolare illustra diversi aspetti delle nuove norme, che introducono ulteriori semplificazioni contabili per chi svolge commercio al minuto.

Il Sole 24 Ore - R. Portale - art. pag. 27

 

 

Bilanci intermedi a prova d'imposte

L'Oic ha approvato il Principio contabile 30 ora inviato alle autorità di competenza per i pareri. Da contabilizzare i risultati negativi o le variazioni di aliquota

Anche le imposte devono essere conteggiate nei bilanci intermedi; tuttavia, non basterà considerare semplicemente la frazione d'anno come autonomo periodo e determinare il carico fiscale di riferimento: la presenza di perdite pregresse, l'eventuale prospettiva di un risultato di fine anno negativo e eventuali cambiamenti di aliquote vanno attentamente valutati al fine di fornire anche alle situazioni contabili parziali la massima rappresentatività della realtà aziendale. Il comitato esecutivo dell'Oic ha approvato il 22 febbraio scorso il Principio contabile 30 relativo ai bilanci intermedi che è stato inviato alle autorità di competenza (Banca d'Italia, Consob, Isvap, ministero dell'economia e ministero della giustizia) affinché esprimano il loro parere. Le finalità che sono alla base di un bilancio intermedio permettono di distinguere quelli dettati da eventi particolari eccezionali espressamente disciplinati dal codice civile, quelli redatti invece per utilità d'informazione e quelli imposti dall'esigenza di dare pubblicità dell'andamento aziendale in corso d'anno.

Italia Oggi - A. Felicioni - art. pag. 33

 

 

Edilizia con modello unico digitale

Lo prevede il dl p.a. approvato ieri dalla camera. Niente compensi ai Caf sui 730 a saldo zero. Denunce, domande e permessi al comune per via telematica

Per semplificare i procedimenti amministrativi catastali ed edilizi arriva il modello unico digitale per l'edilizia da introdurre gradualmente per la presentazione per via telematica ai comuni di denunce di inizio attività, di domande per il rilascio di permessi di costruire e di ogni altro atto di assenso comunque denominato in materia di attività edilizia. Il modello unico digitale dovrebbe facilitare il lavoro delle amministrazioni comunali in materia di procedure di accatastamento e nello stesso tempo avviare un meccanismo per un più facile riscontro anche ai fini della lotta all'evasione. Lo prevede il decreto legge 10 gennaio 2006, n. 4, recante misure urgenti in materia di organizzazione e funzionamento della pubblica amministrazione, approvato ieri dalla camera dopo l'accordo tra maggioranza e opposizione sullo sfoltimento del testo. Il provvedimento passa ora al senato per il via definitivo. La conversione dovrà avvenire entro il 12 marzo, termine di scadenza del dl.

Italia Oggi - G. Galli - art. pag. 35

 

 

Part-time integrato con la volontaria

L'Inps cambia le precedenti istruzioni. Possibile ripresentare le domande respinte entro il 23 maggio. Sì alla copertura contributiva per tutti i periodi di non attività

Anche in presenza di un part-time orizzontale è consentito integrare l'anzianità utile per la misura della pensione attraverso i versamenti volontari. L'Inps dunque ci ripensa, rispetto ad altre istruzioni precedenti che negavano l'autorizzazione ai contributi volontari in tali casi, e offre l'opportunità agli interessati che si sono visti in passato negare tale possibilità, di reiterare la richiesta entro tre mesi. Le nuove modalità di autorizzazione ai versamenti volontari in presenza di attività part-time sono contenute nella corposa circolare dell'Istituto n. 29/2006.

Italia Oggi - G. Leonardi - art. pag. 38