Rassegna stampa del 9 marzo 2006
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

PRIVACY XP, il software gestionale per l'adozione delle misure minime introdotte dal Codice Privacy

Documento Programmatico sulla Sicurezza
Assegnazione permessi e autorizzazioni
Inventario banche dati
Lettere d'incarico per responsabili e incaricati
Informative personalizzate per categorie di soggetti
Rilevazione automatica hardware e software installato
Modulo completamente integrato in Office 2003 Pro
Versione speciale per consulenti
Versione speciale per Enti Pubblici


MANCANO SOLO 22 GIORNI ALLA SCADENZA!
Visita subito il sito
www.dataprintgrafik.it
Le assoluzioni diventano "definitive"

In vigore da oggi la riforma della disciplina delle impugnazioni che esclude l'appello per le pronunce di proscioglimento. L'unica eccezione è costituita dalla nuova prova decisiva. Ampliati i casi di ricorso in Cassazione.

Da oggi appello vietato al pubblico ministero contro le sentenze di assoluzione. Entrano in vigore le norme che hanno riscritto condizioni e presupposti per l'esercizio dell'impugnazione. Non solo. La legge 46/06 amplia anche i motivi per i quali sarà proponibile il ricorso in Cassazione, per alcuni contribuendo a squilibrare in maniera eccessiva un sistema che pure potrebbe avere anche una sua ragionevolezza. Di fatto, da oggi, per effetto di una legge approvata a fine legislatura, tra le polemiche e un rinvio alle Camere da parte del presidente della Repubblica, parte una sorta di conto alla rovescia destinato a concludersi solo il 7 aprile. Quando cioè saranno conclusi i 30 giorni che la norma transitoria lascia a disposizione di chi ha un ricorso pendente in Cassazione per integrare le proprie motivazioni con le nuove possibilità offerte.

Il Sole 24 Ore - G. Negri - art. pag. 21

Inps, matricole aziendali online

Iscrizione all'Istituto in tempo reale per datori di lavoro con dipendenti. La sperimentazione per professionisti di dieci Province

Nuovo servizio online per aziende e consulenti, per l'iscrizione "Azienda con dipendenti" all'Inps. Lo comunica l'istituto nel messaggio 7432 di ieri, segnalando l'avvio della sperimentazione. La prima fase del progetto prevede la sperimentazione dell'attività di iscrizione all'Inps di un datore di lavoro con dipendenti, mediante l'inserimento in apposite pagine web delle principali informazioni aziendali e l'attribuzione in tempo reale della matricola aziendale. La seconda fase prevede la possibilità di trasmettere telematicamente le più ricorrenti comunicazioni di variazione aziendale quali per esempio richieste di variazioni di indirizzo dell'azienda, variazione del legale rappresentante, richieste di sospensione della posizione aziendale per assenza temporanea di personale dipendente, di ripresa per riassunzioni e di cessazione dell'attività con dipendenti. I consulenti abilitati alla sperimentazione hanno sede nelle Province di Firenze, l'Aquila, Messina, Milano, Potenza, Reggio Calabria, Roma, Taranto, Venezia e Viterbo.

Il Sole 24 Ore - A. Rossi - art. pag. 25

Hi-tech, al via 36 nuovi poli

Il mininnovazione e il Map illustrano i progetti finanziati con il bando del 2005. Finanziamenti pubblici per 616,3 milioni di euro

L'innovazione made in Italy cerca la ripresa giocando la carta della partnership tra pubblico e privato. Trentasei nuovi poli hi-tech vedranno la luce nei prossimi mesi lungo tutta la penisola, grazie ai fondi pubblici messi in campo dal ministero per l'innovazione e le tecnologie e quello delle attività produttive. Con un finanziamento complessivo di 616,3 milioni di euro saranno create 36 aggregazioni di imprese, istituti di ricerca e atenei dedicati allo sviluppo di prodotti altamente tecnologici. Al decreto del 29 luglio scorso promosso dai due ministeri per il rilancio della competitività per un valore iniziale di 360 milioni di euro, infatti, sono stati presentati 72 progetti del valore di 1,2 miliardi di euro. Da qui la decisione dei dicasteri di allargare la copertura finanziaria e il via libera alla metà delle proposte che vedono coinvolte 64 grandi aziende dell'hi-tech in collaborazione con 90 piccole-medie imprese, 45 centri di ricerca, pubblici e privati e le università spaziando dalle tlc ai trasporti.

Italia Oggi - C. Cinti - art. pag. 41

Tregua per contributi e crediti Inps

La camera converte il dl agricoltura, dopo i rilievi di Ciampi. La strada per il condono resta aperta. Fino al 31/7 stop alla riscossione e alla regolarità dei versamenti

Niente più condono agricolo. E, di conseguenza, niente più rateizzazione dei crediti Inps su scala venticinquennale. Almeno per ora. Ma vengono confermate le misure a sostegno delle imprese colpite dall'influenza aviaria, il blocco degli aumenti delle aliquote previdenziali nelle aree svantaggiate e di montagna, il finanziamento di 65,8 milioni di euro per la ristrutturazione della filiera dello zucchero e gli incentivi per la filiera dei biocarburanti e dell'agro-energia. Prevista anche la sospensione fino al 31 luglio prossimo delle procedure di recupero dei crediti Inps (compresi i giudizi pendenti e le procedure di riscossione attivate), in attesa di verifiche finanziarie affidate a una neocostituita commissione interministeriale; entro questa data la commissione dovrà avanzare a palazzo Chigi proposte per l'estinzione dei debiti maturati dai datori di lavoro agricoli e dai lavoratori autonomi con l'Inps. E la tregua fino al 31 luglio riguarderà anche la regolarità contributiva delle imprese per accedere ai finanziamenti Ue. Ieri la camera dei deputati ha nuovamente approvato il ddl di conversione del decreto legge sull'agricoltura n. 2/2006, dopo lo stralcio del condono agricolo operato in seguito ai rilievi mossi venerdì scorso dal capo dello stato.

Italia Oggi - L. Chiarello - art. pag. 42

Agenti di commercio e normativa sulla privacy

Gli obblighi previsti dal dlgs n. 196/03 a carico della categoria in materia di tutela dei dati personali.

Sembra opportuno evidenziare alcuni punti chiave in materia di trattamento dei dati personali da parte degli agenti di commercio, partendo dall'ovvio presupposto che qualsiasi agente di commercio, anche se organizzato nella forma di ditta unipersonale, tratta dati ed è dunque soggetto alla normativa vigente, così come era precedentemente soggetto a quella della legge n. 675/96. Le novità legislative introdotte dal Testo unico possono ascriversi a quattro profili: l'obbligo di notificazione; l'informativa al cliente; il consenso al trattamento dei dati; l'aggiornamento delle misure di sicurezza. In calce a tali riflessioni sono segnalati gli effetti rilevanti della normativa per la tipologia ´usuale' dell'agente di commercio, che normalmente gestisce la sua attività in forma individuale, con supporti cartacei ed elettronici, e non tratta dati sensibili, con ciò intendendo dati idonei a rivelare l'origine razziale, le convinzioni religiose o filosofiche, le idee politiche, l'adesione a partiti, sindacati o altre associazioni da cui inferire quanto sopra e, da ultimo, lo stato di salute e la vita sessuale come descritto dall'articolo 4, lettera D, della legge.

Italia Oggi - F. Capecchi - art. pag. 50