Rassegna stampa del 16 marzo 2006
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

PRIVACY XP, il software gestionale per l'adozione delle misure minime introdotte dal Codice Privacy

Documento Programmatico sulla Sicurezza
Assegnazione permessi e autorizzazioni
Inventario banche dati
Lettere d'incarico per responsabili e incaricati
Informative personalizzate per categorie di soggetti
Rilevazione automatica hardware e software installato
Modulo completamente integrato in Office 2003 Pro
Versione speciale per consulenti
Versione speciale per Enti Pubblici


MANCANO SOLO 15 GIORNI ALLA SCADENZA!
Visita subito il sito
www.dataprintgrafik.it
Compensazione Iva ridotta

Sul sito dell'agenzia delle Entrate la bozza di modello per l'istanza. Prospetto adeguato al taglio sulle aliquote di compensazione deciso dall'Economia

Un nuovo modello per chiedere il rimborso Iva trimestrale (vale a dire per l'utilizzo del credito in compensazione in F24) viene riprodotto in bozza nel sito internet dell'agenzia delle Entrate. La novità riguarda la modifica delle percentuali di compensazione, approvate con Dm 23 dicembre 2005, per le cessioni di prodotti agricoli dai produttori che applicano il regime speciale dell'articolo  34 del Dpr 633/72. Il nuovo modello dovrà essere utilizzato  a partire dalle richieste di rimborso infrannuale per il primo trimestre 2006, in scadenza in 30 aprile 2006.

Il Sole 24 Ore - G. P. Tosoni - art. pag. 23

Saldo Iva

Scade oggi il primo tempo per la chiusura dei conti 2005

Per il saldo Iva ultimo giorno senza interessi e maggiorazione. Oggi scade infatti il primo tempo per la chiusura  dei conti 2005. E' tuttavia possibile rateizzare o rinviare il pagamento dell'imposta. Le quote, di uguale importo, devono essere versate entro il 16 di ciascun mese, con un massimo di nove rate, di cui l'ultima a metà novembre. Sulle rate successive alla prima sono dovuti interessi dello 0,50% mensile. I contribuenti che presentano la dichiarazione Iva con Unico 2006 possono rinviare il saldo al 20 giugno (nei termini previsti per le imposte dirette). In questo caso scatta però la maggiorazione dello 0,40% per ogni messe o frazione di mese successivi al 16 marzo. E' inoltre consentito rinviare il pagamento al 20 luglio, con un'ulteriore maggiorazione dello 0,40 per cento.


Il Sole 24 Ore - art. pag. 25

Il contenzioso fiscale viaggia on-line

Il software targato Sogei è stato presentato al Consiglio di presidenza della giustizia tributaria. rimi test in tre regioni da aprile. Sistema a regime dal 2007

Il processo tributario diventerà virtuale dalla notifica del ricorso all'ufficio impositore fino all'emissione della sentenza. Dopo la partenza della nota di deposito, l'intero iter processuale correrà su Internet, a differenza dei riti civili e penali. Contribuenti, difensori e giudici potranno seguire da casa tutte le fasi e consultare atti e documenti.
Il software, realizzato dalla Sogei per conto del dipartimento per le politiche fiscali del ministero dell'economia e delle finanze, sarà sperimentato in Sardegna, Lazio e Toscana tra aprile e maggio. L'entrata a regime del rito è prevista entro il 2007.

Italia Oggi - A. Gorret - art. pag. 31

Automobilisti, i pagamenti sono on-line

Entro giugno 2006, direttamente dalla postazione di lavoro di tutte le agenzie automobilistiche d'Italia sarà possibile effettuare il pagamento on-line integrato all'interno dello sportello telematico dell'automobilista per consentire la gestione integrata delle pratiche. È quanto emerge da un comunicato di ieri del ministero delle infrastrutture e dei trasporti in collaborazione con Poste italiane, che hanno riorganizzato la gestione di ben 40 mln di pagamenti e 25 mln di pratiche l'anno.
La rivoluzione riguarda tutti i cittadini possessori di una patente o proprietari di un veicolo e più di 15 mila operatori del settore che hanno deliberato il successo dell'iniziativa. Nello specifico, dal luglio scorso a oggi sono stati pagati, attraverso il portale, oltre 1,8 milioni di bollettini che riguardano più di 200 pratiche. In particolare, il rinnovo della patente, la revisione dell'auto o della moto, l'immatricolazione di un nuovo veicolo.


Italia Oggi - S. M. Caglio - art. pag. 33
 

Privacy in studio alla prova del Dps

L'inosservanza dell'obbligo è sanzionata con l'arresto fino a 2 anni e un'ammenda fino a 50 mila €. Entro il 31/3 i legali dovranno redigere il documento sicurezza

Dopo una guerra all'ultima proroga, l'obbligo di redigere il Documento programmatico di sicurezza è entrato finalmente e, soprattutto, improrogabilmente nell'agenda dei professionisti, e tra questi dei legali. Questo testo dovrà essere varato entro il 31 marzo e non fa eccezione alla consueta fenomenologia dei termini incombenti sui legali. Con la pesante conseguenza, in caso di inottemperanza, di far scattare una sanzione penale equivalente all'arresto di due anni e al pagamento di un ammenda tra 10 e 50 mila euro (articolo 169 del codice privacy). È previsto comunque il ravvedimento operoso di chi adempie puntualmente alle prescrizioni impartite dal garante a seguito dell'accertamento del reato ed effettui un pagamento in sede amministrativa ottenendo così l'estinzione del reato. Per quanto attiene all'incombenza, il titolare di uno studio legale è anche titolare di un trattamento di dati personali inerenti ai clienti, ai legali e ai collaboratori impegnati nello studio.


Italia Oggi - G. Pietrosanti - art. pag. 52