Rassegna stampa del 21 marzo 2006
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

PRIVACY XP, il software gestionale per l'adozione delle misure minime introdotte dal Codice Privacy

Documento Programmatico sulla Sicurezza
Assegnazione permessi e autorizzazioni
Inventario banche dati
Lettere d'incarico per responsabili e incaricati
Informative personalizzate per categorie di soggetti
Rilevazione automatica hardware e software installato
Modulo completamente integrato in Office 2003 Pro
Versione speciale per consulenti
Versione speciale per Enti Pubblici


MANCANO SOLO 10 GIORNI ALLA SCADENZA!
Visita subito il sito
www.dataprintgrafik.it
Iva, l'errore vizia la detrazione

Le prove documentali del contribuente non sanano la violazione di regole contabili. Niente sconto in presenza di sviste del cedente

Il cessionario non può detrarre l'Iva se il cedente non rispetta le regole contabili. Lo ha precisato la Corte di cassazione, con la sentenza 1592 del 26 gennaio 2006. Per il giudice di legittimità, la Commissione tributaria regionale ha congruamente motivato le ragioni per le quali le prove documentali offerte dal contribuente, "perizia stragiudiziale e contratto d'appalto sono inidonee, in assenza, tra l'altro, della conservazione delle bolle di accompagnamento dei beni oggetto di fatturazione, a dimostrare l'esistenza del fatto costitutivo del diritto alla detrazione.

Il Sole 24 Ore - S. Trovato - art. pag.23

Sospese le cartelle in agricoltura

Dall'Inps le istruzioni sulla "tregua" scattata dopo il congelamento del condono. Rimandati a fine luglio giudizi pendenti e recuperi

Sospese, fino al 31 luglio 2006, le cartelle di pagamento e gli atti esecutivi riguardanti il settore agricolo. Lo ricorda l'Inps con il messaggio 8710 del 20 marzo 2006. L'Istituto interviene in seguito a quanto disposto dal decreto legge 2/2006, convertito con legge 11 marzo 2006, n. 81, che all'articolo 1, comma 3, ha previsto la sospensione delle procedure di riscossione e di recupero relative ai debiti contribuivi, risultanti alla data del 30 giugno 2005, dei datori e dei lavoratori autonomi agricoli verso l'Inps. In particolare, la sospensione è stabilita fino al 31 luglio 2006, con la finalità di verificare la possibilità di definire modalità di estinzione dei debiti verso l'Istituto, compresi quelli che hanno formato oggetto di cessione, si sensi dell'art.13 della legge 488/1998.

Il Sole 24 Ore - A. Forte - art. pag. 26

Codice ambientale, stop di Ciampi

Il capo dello stato sospende l'emanazione del decreto legislativo e chiede chiarimenti al governo. Regioni estromesse dalla redazione e dall'adozione del testo

Carlo Azeglio Ciampi frena il treno in corsa della delega ambientale. Il capo dello stato, al quale lo scorso 10 febbraio si era appellata la maggior parte delle associazioni (dal Wwf a Legambiente), ha chiesto ´chiarimenti' al governo sul supercodice, il maxi-decreto legislativo che dà attuazione alla legge n. 308/2004: il dlgs su acque, suolo, rifiuti non avrebbe rispettato le norme costituzionali sulle competenze delle regioni e non sarebbe passato dal Consiglio di stato, come invece previsto per i testi unici. Un potere di richiamo, quello del presidente della repubblica, ´riconosciuto dalla Corte costituzionale', ha spiegato Vittorio Angiolini, avvocato costituzionalista e docente dell'università Statale di Milano, ´che si esercita in modo analogo al potere di rinvio nella promulgazione delle leggi e che può dunque concludersi nello stesso modo: se il governo, dopo aver risposto ai rilievi, ripresenta l'atto, il presidente della repubblica è costretto a emanarlo'. Angiolini ha aggiunto però che ´nei pochi casi in cui in passato il potere è stato esercitato, il governo ha rinunciato all'emanazione, ritirando il decreto'.

Italia Oggi - S. Saturno - art. pag. 33

Privacy, il Dps nel bilancio

Il 31 marzo 2006 scade il termine per l'adozione della misura di sicurezza. Documento programmatico da allegare ai conti

Dps privacy da allegare al bilancio. Non lo prevede la legge, ma è prudente farlo. Proprio la normativa sulla privacy che richiede di fare menzione di avere adottato il Documento programmatico sulla sicurezza nel bilancio sta in questi giorni facendo preoccupare revisori di società e di enti pubblici. Cosicché anche gli adempimenti non espressamente previsti dalla legge stanno facendo breccia nella prassi. Il Documento programmatico sulla sicurezza è una delle misure minime di sicurezza prevista dall'allegato b) al Codice della privacy (dlgs 196/2003), per la cui adozione la legge 51/2006 (conversione del decreto legge 273/2005) ha fissato la scadenza al 31 marzo 2006. L'allegato b) non prevede solo il Documento programmatico sulla sicurezza, ma anche una serie di misure che riguardano gli elaboratori (dalle credenziali di autenticazione alle procedure di back up e così via). Le misure minime vanno adottate a pena di responsabilità penali e la prospettiva sanzionatoria (tra l'altro molto pesante sia nel campo penale sia nel campo civile) sta alimentando interpretazioni della normativa molto rigorose e molto prudenti. La regola 26 del citato allegato b) prevede che il titolare del trattamento (impresa, ente pubblico, società ecc.) riferisca, nella relazione accompagnatoria del bilancio d'esercizio, se dovuta, dell'avvenuta redazione o aggiornamento del documento programmatico sulla sicurezza.

Italia Oggi - A. Ciccia - art. pag. 34


Studi di settore, controlli ristretti

Ctp: criteri tassativi con la contabilità ordinaria.

Il fisco può emettere gli accertamenti fondati sugli studi di settore alle imprese in contabilità ordinaria solo se ne disattende le scritture contabili. E questo può avvenire esclusivamente sulla base dei criteri tassativi del dpr n. 570/96. È quanto ha affermato la quinta sezione della commissione tributaria provinciale di Verona, nella motivazione della sentenza n. 97/V/2005, da poco resa nota, con la quale ha ulteriormente fissato i limiti entro cui l'amministrazione finanziaria può procedere alla rettifica del reddito d'impresa fondato sull'applicazione degli studi di settore, nei confronti delle attività in regime di contabilità ordinaria.

Italia Oggi - A. G. Paladino - art. pag. 36