Rassegna stampa del 23 marzo 2006
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

PRIVACY XP, il software gestionale per l'adozione delle misure minime introdotte dal Codice Privacy

Documento Programmatico sulla Sicurezza
Assegnazione permessi e autorizzazioni
Inventario banche dati
Lettere d'incarico per responsabili e incaricati
Informative personalizzate per categorie di soggetti
Rilevazione automatica hardware e software installato
Modulo completamente integrato in Office 2003 Pro
Versione speciale per consulenti
Versione speciale per Enti Pubblici


MANCANO SOLO 8 GIORNI ALLA SCADENZA!
Visita subito il sito
www.dataprintgrafik.it
Paradisi, costi divisi in Unico

Pubblicata ieri in "Gazzetta" la versione definitiva dei modelli per le società di capitali. Gli acquisti 2005 di beni o servizi da collegate "black list" devono essere indicati separatamente

Chi, nel corso del 2005, ha acquistato beni oppure servizi da società  collegate residenti in Paesi black list dovrà preoccuparsi di indicare separatamente, attraverso apposite variazioni in aumento e in diminuzione, nel modello Unico 2006, i costi che intende dedurre. Proprio ieri, sui Supplementi ordinari 67 e 68 alla "Gazzetta Ufficiale" 68 del 22 marzo è stata annunciata la pubblicazione delle versioni definitive di modelli Unico per le società di capitali e per gli enti non commerciali, insieme ai modelli di comunicazione per il consolidato  nazionale e mondiale.

Il Sole 24 Ore - C. Mezzetti, E. Re- art. pag.25
 

Rinnovato il bonus Pc

Decreto dell'Innovazione per incentivare l'acquisto di computer. Assegna di 175 euro destinato a chi compie 16 anni nel 2006

E' stato pubblicato sulla "Gazzetta Ufficiale" n. 67 del 21 marzo il decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri, dipartimento per l'Innovazione e le tecnologie che finanzia, per il terzo anno, il progetto "Pc ai giovani - vola con internet": in pratica un contributo di 175 euro per l'acquisto di un personal computer a beneficio dei giovani nati nel 1990 (e che compiono quindi 16 anni nel 2006) e un ulteriore contributo di 100 euro per acquistare una certificazione sulle competenze di base nelle discipline informatiche. Il contributo vale per gli acquisti effettuati entro un anno a partire dal 21 marzo. Per avere il bonus bisogna mostrare al rivenditore la lettera trasmessa ai giovani dalla Presidenza del Consiglio dei ministri, che illustra le finalità del progetto e attribuisce al potenziale acquirente un numero di identificazione personale.
 

Il Sole 24 Ore - V. Melis - art. pag. 25

Nuovo modello per rimborso Iva

In G.U. il provvedimento che spiega il restyling.

È stato pubblicato nella G.U. n. 67 del 21 marzo il nuovo modello per l'istanza di rimborso infrannuale dell'Iva, approvato dall'agenzia delle entrate con un provvedimento del 16 marzo 2006. Sostituisce la prima versione, varata nel 2004 e dovrà essere utilizzato già per le prossime istanze di rimborso/compensazione dei crediti del primo trimestre 2006, da presentare entro la fine del mese di aprile. Come spiegato nelle motivazioni del provvedimento, l'aggiornamento del modello si deve alla necessità di recepire le modifiche alle percentuali di compensazione per taluni prodotti agricoli della tabella A, parte prima, allegata al dpr 633/72, apportate dal decreto 23 dicembre 2005. Con l'occasione, però, sono state introdotte alcune precisazioni. In primo luogo, nelle istruzioni viene chiarito che nel quadro A, operazioni attive del trimestre, occorre riportare anche quelle effettuate precedentemente, per le quali l'imposta è divenuta esigibile nel trimestre stesso. Inoltre, pur continuando a mancare indicazioni in merito all'esposizione delle variazioni d'imposta, le istruzioni considerano ora l'eventualità che debbano essere dichiarate operazioni imponibili con aliquote d'imposta o percentuali compensative non più presenti nel modello: in tale ipotesi, viene precisato che ´gli imponibili e le relative imposte' vanno riportati nei righi corrispondenti alle aliquote più prossime. Una precisazione, questa, che indurrebbe a ritenere che l'imposta di colonna 2 potrà non corrispondere matematicamente all'imponibile di colonna 1.

Italia Oggi - F. Ricca - art. pag. 33

La nuova 488 ora non è più virtuale

In Gazzetta la riforma dell'agevolazione. Presto la circolare attuativa e i bandi per singolo settore. Meno aiuti in conto capitale. Crediti agevolati e dalle banche

La riforma della 488 finalmente è una realtà tangibile. Nella Gazzetta Ufficiale n. 67 del 21 marzo scorso è stato pubblicato il decreto delle attività produttive del primo febbraio 2006, con cui il ministero riscrive il regime dell'agevolazione. Il ministro delle attività produttive, Claudio Scajola, ha annunciato ieri di aver sbloccato i bandi 488 industria, commercio, turismo e artigianato. Il prossimo passo è l'attesa pubblicazione in Gazzetta Ufficiale della circolare attuativa della riforma e, subito dopo, a stretto giro di posta, verranno firmati i decreti con cui il dicastero fisserà le date di presentazione delle domande per ogni singolo bando. Ma allo studio dei tecnici ministeriali, c'è anche la possibilità che esca un unico provvedimento contenente tutte le date per tutti i bandi 488 di nuova generazione.

Italia Oggi - L. Chiarello - art. pag. 35


Privacy, il Dps in dirittura 

Scade il 31 marzo il termine per l'adozione delle misure di protezione dei dati. Gli agenti di assicurazione esonerati dal documento della sicurezza

L'imminente scadenza dell'ennesima proroga del termine di adozione delle misure di sicurezza previste dalla riforma della normativa sulla privacy (da ultimo prorogato al 31 marzo 2006, con dl 30 dicembre 2005 n. 273), ripropone agli operatori dubbi e quesiti già affrontati in passato.
In particolare, torna di attualità per gli agenti di assicurazione la problematica relativa al Dps (documento programmatico della sicurezza), la cui adozione è prevista a carico del titolare di trattamento elettronico di dati sensibili (attinenti allo stato di salute, alla vita sessuale o adesione a sindacati) o giudiziari (casellario giudiziale, carichi pendenti). Va ribadito che i limiti soggettivi (titolare dei dati) e oggettivi (dati sensibili e giudiziari trattati elettronicamente) che circoscrivono tale obbligo consentono di affermare che esso non incombe, di regola, sugli agenti di assicurazione. Questi ultimi, infatti, trattano i dati personali sensibili dei clienti non in qualità di titolari, qualifica che spetta esclusivamente all'impresa, bensì di responsabili (o talvolta addirittura di incaricati, benché tale qualifica non appaia coerente con la normativa sulla privacy). L'agente tratta invece in qualità di titolare i dati relativi ai dipendenti, altri collaboratori (subagenti) o fornitori, così come i dati dei clienti eventualmente raccolti e trattati autonomamente rispetto agli obblighi del mandato agenziale, per lo svolgimento di attività commerciali e/o promozionali dell'agenzia, anche successivamente alla cessazione del mandato o dei mandati in corso. Ricordiamo che per questo tipo di trattamenti l'agente deve fornire specifica informativa alla clientela e raccoglierne il necessario consenso.

Italia Oggi - P. Martinello - art. pag. 38