Se non vedi correttamente la Rassegna Stampa clicca qui

Rassegna stampa del 30 marzo 2006
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

PRIVACY XP, il software gestionale per l'adozione delle misure minime introdotte dal Codice Privacy

Documento Programmatico sulla Sicurezza
Assegnazione permessi e autorizzazioni
Inventario banche dati
Lettere d'incarico per responsabili e incaricati
Informative personalizzate per categorie di soggetti
Rilevazione automatica hardware e software installato
Modulo completamente integrato in Office 2003 Pro
Versione speciale per consulenti
Versione speciale per Enti Pubblici


MANCA UN SOLO GIORNO ALLA SCADENZA!
Visita subito il sito
www.dataprintgrafik.it
Da domani la privacy si tutela con il documento sulla sicurezza

Il "Dps" deve essere adottato da chi usa dati sensibili e giudiziari

Conto alla rovescia per il documento programmatico della sicurezza (Dps), il provvedimento che tutti i soggetti - sia pubblici sia privati -  che trattano dati sensibili e giudiziari mediate elaboratori elettronici devono adottare entro domani. Dopo quattro proroghe l'obbligo previsto dal Codice della privacy sta per scattare. Il Dps rappresenta un valore aggiunto per uffici e aziende. Per predisporlo è necessario monitorare i flussi di dati e si deve studiare la strategia migliore per difenderli da attacchi esterni o da incidenti interni. Lo sottolinea anche la circolare diffusa ieri da Confindustria alle organizzazioni confederate, nella quale si ricorda la scadenza e si fa il punto su come rispettarla (chi non adotta o aggiorna il Dps va incontro a conseguenze di natura penale). Chi, per certificati motivi, non riuscisse a predisporre il Dps entro domani, ha tempo per farlo fino al 30 giugno.

Il Sole 24 Ore - A. Cherchi - art. pag.26

Incompatibilità, i revisori sotto tiro

Gli orientamenti della Commissione centrale sull'applicazione dell'articolo 39 del dpr 99/98. Decine di sospensioni per l'intreccio tra sindaco e consulente

Sono già alcune decine i professionisti sospesi, negli ultimi mesi, dal registro dei revisori contabili a opera del direttore generale degli affari civili del ministero della giustizia, soprattutto in relazione alla situazione in cui sindaco e consulente della società facevano parte dello stesso studio professionale. Ciò, in relazione ai numerosissimi esposti pervenuti alla commissione centrale dei revisori contabili soprattutto (ma non solo) dalla guardia di finanza. In merito agli studi associati, peraltro, la commissione si sta adeguando al più rigido orientamento dettato dal ministero della giustizia con nota 7/5/2004 n. 5725.

Italia Oggi - L. De Angelis - art. pag. 31

Albi, per l'accesso serve il tirocinio

Dal consiglio dei ministri l'ok definitivo alla riforma del Miur per l'iscrizione agli ordini professionali. Da sei mesi a un anno in studio prima di fare l'esame di stato

La riforma dell'accesso agli ordini professionali e i relativi esami di stato taglia il traguardo. Il regolamento del Miur è stato approvato ieri in via definitiva dal consiglio dei ministri. Per partecipare all'esame di stato, utile per iscriversi all'albo, quindi, sarà necessario aver compiuto un periodo di pratica che va dai sei mesi a un anno. Con l'ampliamento delle classi di laurea, il tirocinio professionalizzante servirà a selezionare meglio i futuri professionisti. Per questo motivo il dpr del ministero riscrive le coordinate del praticantato. Che dovrà essere svolto in modo continuativo e sotto la supervisione di un tutor iscritto all'albo da almeno cinque anni. Ancora, potrà essere svolto in tutto o in parte durante gli studi attraverso le convenzioni che gli ordini stipuleranno con le università entro i limiti stabiliti dai ministeri dell'istruzione e della giustizia. Novità anche per gli esami di abilitazione. Che saranno svolti in maniera più trasparente e con regole più omogenee su tutto il territorio nazionale.

Italia Oggi - I. Marino - art. pag. 33

Costi, l'indeducibilità alza il muro

Il principio in due pareri del Comitato consultivo per l'applicazione delle norme antielusive. Per scardinare la presunzione servono documenti concreti

Non bastano i documenti che comprovano la mera esistenza formale della società estera a scardinare la presunzione di indeducibilità dei costi; servono invece documenti più concreti (fatture, contratti di utenze e di affitto) che dimostrino lo svolgimento reale dell'attività. Anche l'effettivo interesse all'operazione deve essere attentamente documentato, magari con confronti tra prezzi interni ed esteri che però siano resi comparabili con i dovuti ricarichi legati alla provenienza estera dei beni. Queste le conclusioni che accomunano i pareri n. 55 e 56 del comitato consultivo per l'applicazione delle norme antielusive deliberati entrambi il 15 dicembre 2006.

Italia Oggi - A. Felicioni - art. pag. 34


Un vademecum sulla riscossione

Guida delle Entrate per i contribuenti

Dalla comunicazione bonaria all'espropriazione, passando per la cartella di pagamento, la sospensione, il ricorso, il pignoramento: sono alcuni degli argomenti trattati nel vademecum che l'Agenzia delle entrate ha realizzato per aiutare il contribuente a districarsi nel procedimento che regola la riscossione delle imposte che risultano dovute al fisco in base alla liquidazione della dichiarazione e ai controlli formali. La guida pratica alle comunicazioni fiscali e alle cartelle di pagamento, corredata degli schemi per la redazione dei ricorsi e delle domande di rateazione, annullamento, sospensione, sarà disponibile nei prossimi giorni in tutti gli uffici e può già essere prelevata in formato digitale dal sito dell'amministrazione (www.agenziaentrate.gov.it).

Italia Oggi - R. Rosati - art. pag. 36


Se non desideri ricevere ulteriori articoli della Rassegna Stampa/Newsletter Privacy/ArchiviOk.it
di Data Print Grafik, clicca qui per annullare la tua sottoscrizione.

Privacy
In conformità al D.Lgs. 196/2003, Testo unico della privacy sulla tutela dei dati personali, Data Print Grafik
garantisce la massima riservatezza dei dati e la possibilità di richiederne gratuitamente la rettifica
scrivendo a areanews@dataprintgrafik.it.
Potrai prendere visione dell’informativa completa nella sezione Newsletter del nostro sito www.dataprintgrafik.it

Seguici su: Facebook Twitter