Rassegna stampa del 10 aprile 2006
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

Questionario XP è il modulo per la raccolta dati on-line dedicato a coloro che forniscono a terzi un servizio di consulenza sulla normativa Privacy (D.lgs 196/03).

Questionario XP può essere fatto compilare direttamente al cliente, evitando costosi sopralluoghi, al fine di ottenere tutti i dati e le informazioni richiesti dal Codice Privacy.

Caratteristiche del servizio:
Questionario on-line
2 Aree di lavoro: Amministratore/Utente
Generazione del file txt per l'importazione in Privacy XP
Gestione utenti con accessi controllati e protetti


Per provare il questionario visita l'AREA DEMO
sul sito
www.dataprintgrafik.it
L'antiriciclaggio si fa largo negli studi

Pubblicati in Gazzetta Ufficiale i regolamenti del ministero dell'Economia e le linee guida dell'Ufficio italiano cambi - I dati andranno conservati in un archivio che si potrà affidare ad un centro di servizi esterno

La lotta al riciclaggio si "arricchisce" di tasselli operativi. Gli adempimenti destinati ai professionisti, agli intermediari e agli operatori non finanziari entra infatti nella fase "pratica" di contrasto al reinvestimento di denaro sporco. Sono finalmente giunti sul Supplemento ordinario n. 86/L della Gazzetta Ufficiale n. 82 di ieri, 7 aprile, i tre attesi regolamenti dell'Economia, attuativi del decreto legislativo 56/2004, che individuano gli obblighi di identificazione della clientela e di segnalazione delle operazioni sospette per professionisti "abilitati" (n. 141), intermediari (n. 142 e operatori non fianziari (n. 143). Tutti datati 3 febbraio. E che dal 22 aprile prossimo saranno pienamente operativi.
Il decreto dell'Economia n. 141 del 2 febbraio 2006 delinea le modalità di identificazione, archiviazione e segnalazione che, decorsi i 15 giorni di vacatio, dovranno essere seguite da notai, avvocati, dottori commercialisti, ragionieri, consulenti del lavoro, revisori contabili, consulenti tributari e società di servizi in materia contabile, cui l'art. 21 della legge n. 29/2006 - Comunitaria 2005 - ha esteso la sfera di applicazione dell'antiriciclaggio. Il professionista dovrà pertanto identificare il cliente quando la prestazione fornita abbia per oggetto mezzi di pagamento, beni o utilità di valore superiore ai 12.500 euro, anche se effettuata attraverso più operazioni, in momenti diversi e in un circoscritto periodo di tempo e quando il valore dell'operazione non sia determinabile. I dati identificativi del cliente, del soggetto per conto del quale questo opera e la descrizione della tipologia di prestazione professionale fornita dovranno essere conservati in un archivio ad hoc, entro 30 giorni dalla data di identificazione. L'onere più delicato è la segnalazione delle operazioni di sospetto riciclaggio e costituisce il fulcro del sistema. I professionisti dovranno infatti segnalare all'ufficio italiano dei cambi ogni operazione che per caratteristiche, entità, natura o altra circostanza conosciuta per le funzioni esercitate, induca a ritenere che il denaro, i beni o le utilità possano provenire dai delitti puniti dagli artt. 648-bis e 648-ter del Codice penale. La segnalazione non costituirà violazione del segreto professionale e non comporterà responsabilità di alcun tipo.

Il Sole 24 Ore - sabato 8 aprile - L. Ferrajoli  - art. pag. 23

Aiuti 488, la carica degli artigiani

Dalle Attività produttive il decreto e la circolare esplicativa delle procedure per il nuovo bando - Domande, basta la partita Iva. E il finanziamento in banca

Per le imprese artigiane basta l'attribuzione della partita Iva per presentare domanda. L'iscrizione all'albo degli artigiani dovrà essere dimostrata alla richiesta di erogazione finale. Il finanziamento bancario è obbligatorio in sede di domanda. Si potrà presentare domanda per investimenti compresi tra 100 mila e 1,5 milioni di euro. Le domande presentate dagli artigiani e non approvate sul bando precedente per l'industria possono optare per rimanere sul nuovo bando industria o passare al bando degli artigiani. Entra in vigore la nuova classificazione di piccola e media impresa. L'ultimazione del programma deve avvenire entro 24 mesi dal decreto di approvazione. Le due quote vengono messe a disposizione alla stipula del contratto di finanziamento e al 1º gennaio successivo. Sono queste alcune delle novità che si troveranno di fronte le imprese artigiane che presenteranno un progetto sulla legge 488/92 nel bando ormai imminente, gestito anche stavolta da Artigiancassa spa. Il ministero delle attività produttive, dopo aver varato la riforma lo scorso 1° febbraio e aver già predisposto la circolare unica per industria, turismo e commercio alla fine di marzo, ha approvato anche la circolare esplicativa delle procedure di accesso semplificate per gli artigiani. È stato reso noto anche il decreto di apertura e chiusura dei termini che concederà 60 giorni a decorrere dalla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto di approvazione delle priorità regionali, in analogia alla 488 con procedura standard.

Italia Oggi - sabato 8 aprile - R. Lenzi - art. pag. 51

Nuovo modello sui rimborsi trimestrali

Richieste entro fine mese: va utilizzato il formulario approvato il 16 marzo e disponibile sul sito delle Entrate - Per chi sceglie la compensazione del credito appuntamento a metà aprile con F24

Per i contribuenti Iva scade a fine mese il termine di presentazione della richiesta di rimborso o compensazione dell'imposta a credito relativa al primo trimestre 2006. Per l'istanza dovrà essere utilizzato il nuovo modello - approvato il 16 marzo 2006 dall'agenzia delle Entrate. Il nuovo prospetto recepisce la variazione apportata con decreto 23 dicembre 2005 ad alcune aliquote di compensazione relativamente alla cessione di prodotti agricoli per i produttori che applicano il regime speciale previsto dall'articolo 34 della legge Iva (Dpr 633/72). Il nuovo modello compilato in ogni sua parte dovrà essere presentato direttamente allo sportello dell'Ufficio locale delle Entrate competente per territorio entro il 2 maggio, poiché il 30 aprile è domenica. In caso di invio con lettera raccomandata si considera presentato il giorno di consegna della raccomandata all'ufficio postale. 

Il Sole 24 Ore - R. Portale G. Romano - art. pag. 30

Foto di gruppo alla parità in azienda

Entro il 30 aprile va presentato il monitoraggio relativo al biennio 2004-2005 sul livelli, formazione e passaggi di carriera - Il documento, obbligatorio oltre i 100 addetti, deve essere trasmesso ai sindacati e al Consigliere regionale

Le aziende fanno i conti con la parità uomo donna. Scade infatti il 30 aprile il termine per la presentazione del rapporto sulla situazione del personale nel biennio 2004-2005. La legge, allo scopo evidente di monitorare la situazione lavorativa maschile e femminile, prevede che almeno ogni due anni le imprese con più di 100 dipendenti redigano un rapporto sulla situazione del personale in azienda (art. 9 , legge 125/1991 e Dm 17 luglio 1996). Nel rapporto devono essere esaminati gli aspetti essenziali della gestione del personale, con particolare riferimento alle professioni, allo stato delle assunzioni, della formazione, dei livelli, dei passaggi di categoria, dando conto di eventuali licenziamenti, prepensionamenti, mobilità, intervento della Cig e retribuzioni.

Il Sole 24 ore - P. Dui - art. pag. 32


La concorrenza scopre il 730

Ricognizione di ItaliaOggi Sette su come professionisti e Caf si divideranno 14 milioni di invii - La nuova competenza interesserà i giovani e gli studi piccoli

Giovani, magari con uno studio avviato da poco e nel Centro-sud. È questo l'identikit del dottore commercialista, ragioniere o consulente del lavoro che coglierà l'occasione, già a partire dalla stagione delle dichiarazioni 2006, di provvedere direttamente alla compilazione e trasmissione telematica del modello 730. Anche se quest'anno la nuova competenza, estesa con il collegato fiscale (dl 203/2005), non farà registrare una guerra all'ultimo modello tra i professionisti e i Caf. In molti casi, infatti, i primi continueranno ad avvalersi dei centri di assistenza fiscale anche perché spesso le convenzioni previste dai Caf prevedono, un rimborso sulla base del numero di modelli consegnati. Compenso che può variare dai 2 agli 8 euro in base ai 730.

ItaliaOggi7 - C.Bartelli - art. pag. 5