Rassegna stampa del 20 aprile 2006
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

PATENTINO PRIVACY
Patentino Privacy è lo strumento che permette l'adempimento dell'obbligo di formazione per responsabili ed incaricati previsto dal punto 19.6 del disciplinare tecnico.

Il cd-rom contiene:

il corso multimediale
il codice identificativo
il link a cui è possibile collegarsi per sostenere l'esame

Rispondendo correttamente alle domande dei consulenti di Data Print Grafik, verrà rilasciata una certificazione valida ai fini di assolvere l'obbligo di legge.


Per maggiori informazioni visita il sito www.dataprintgrafik.it
In banca "schede" contro il rischio

Antiriciclaggio - Dal ministero dell'Economia e dall'Uic il quadro degli obblighi per gli intermediari finanziari. Dalla Banca d'Italia il suggerimento di elaborare i profili dei clienti per aiutare a distinguere le operazioni sospette

Archivi informatici e controlli sempre più scrupolosi anche sui movimenti "transazionali" di valore. Riscritti, con decreto dell'Economia n. 142 del 3 febbraio e con il provvedimento dell'Ufficio italiano cambi del 24 febbraio, gli obblighi degli intermediari finanziari per identificazione e conservazione dei dati della clientela. Peraltro, all'inizio del 2007 si preannunciano altre novità collegate alla terza direttiva n. 2005/60/Ce che imporrà la conoscenza degli affari che il cliente introduce in banca e la verifica del vero dominus nelle gestioni fiduciarie quali i trust. Per l'attuazione il Governo ha già ottenuto la delega con legge 29/06, con l'estensione della responsabilità amministrativa degli enti (decreto legislativo 231/01), che prevede sanzioni, sia pecuniarie che interdittive, ai reati di ricettazione, riciclaggio e impiego di denaro di provenienza illecita. La stessa responsabilità è stata estesa ai reati definiti "transazionali" , in quanto commessi in più Stati e introdotti, nel nostro ordinamento, dalla legge 146/06. Rientrano tra i soggetti che devono  "vigilare": banche, Poste italiane Spa, istituti di moneta elettronica, Sim, Sgr, Sicav, assicurazioni, fiduciarie, società di riscossione tributi, intermediari finanziari e altri soggetti finanziari, comprese le succursali italiane di soggetti con sede legale all'estero che operano nel comparto.   

Il Sole 24 Ore - G. Conforti - art. pag. 25

Super collegio sindacale per le pmi

Il Consiglio nazionale dei dottori commercialisti ha approvato ieri il documento sui controlli. In caso di pericolosità riesame analitico del sistema contabile

I sindaci controllano i revisori. Anche se esistono evidenti rischi di sovrapposizione fra l'attività del collegio sindacale e quella del revisore, le due funzioni, nell'ambito delle società non aperte al mercato di rischio, mantengono confini ben differenziati fino a quando, però, per garantire il corretto funzionamento del sistema contabile, il collegio sindacale non potrà prescindere da un riesame analitico dei singoli fatti di gestione, estendendo i proprio riscontri anche sulla regolarità della contabilità e sulla sua corrispondenza ai fatti di gestione qualora si trovi in presenza di atti che presentino caratteri di sospetto e di potenziale pericolosità. È questo, in sintesi, il contenuto del documento contabile n. 2 approvato ieri dal Consiglio nazionale dei dottori commercialisti sui ´Compiti di natura contabile e doveri di controllo del bilancio di esercizio del collegio sindacale che non sia stato incaricato del controllo contabile'.

Italia Oggi -  C. Bartelli  - art. pag. 29

Cessione beni, plusvalenze al test

UNICO/ Sotto i riflettori gli aspetti applicativi dell'articolo 86 del Tuir legati al nuovo modello. Ci sono 90 giorni per effettuare la scelta della rateazione

Plusvalenze di cessione dei beni al test del modello Unico: la scelta per la rateazione dovrà essere effettuata solo nella dichiarazione originaria o, al massimo, in quella presentata nei 90 giorni successivi alla scadenza del termine tenendo conto della convenienza ai fini del calcolo dell'imposta. Inoltre, possibile disallineamento della norma fiscale con quella civilistica e irrilevanza, per la suddivisione su più periodi di imposta, delle plusvalenze derivanti dalla cessione di partecipazioni con i requisiti per la parziale esenzione. Sono questi alcuni degli aspetti applicativi legati al modello Unico delle disposizioni contenute nell'articolo 86 del Tuir anche alla luce dei recenti chiarimenti dell'amministrazione finanziaria in materia.

Italia Oggi - D. Liburdi- art. pag. 33

Verifiche sulla privacy nei tribunali

Parla il presidente dell'Autorità per la tutela dei dati personali Pizzetti:´Servono misure adeguate'. Test negli uffici di corte d'appello per accertare la sicurezza

Verifiche a tappeto negli uffici giudiziari per accertare il rispetto della normativa sulla privacy e la messa a punto di adeguate misure di sicurezza. Tutto però con la collaborazione della magistratura, per evitare interferenze in un'attività così delicata come quella giurisdizionale. È questo il nuovo fronte aperto dal garante per la protezione dei dati personali, una volta sopite le polemiche sulla pubblicazione di verbali di intercettazioni che in realtà avrebbero dovuto essere distrutti in occasione di indagini sulle scalate del secolo Antonveneta e Bnl. L'annuncio della nuova iniziativa viene proprio dal presidente dell'autorità, Francesco Pizzetti, preoccupato dei buchi che si potrebbero creare in un ambito così esposto al trattamento di dati sensibili e giudiziari. Nell'agosto scorso, per esempio, quando furono pubblicati alcuni verbali delle intercettazioni sul caso Antonveneta, il garante aveva già disposto un'indagine conoscitiva sulle modalità con le quali i gestori telefonici effettuano le intercettazioni per conto della magistratura. All'esito di quella indagine il garante ha adottato un provvedimento in cui ha chiesto maggiore sicurezza impartendo alcune prescrizioni e assegnando un termine per l'adeguamento.

Italia Oggi - C. Morelli - art. pag. 47


Antiriciclaggio, gli avvocati in pista

Dal 22 aprile scattano gli obblighi previsti dal dm 141. Vademecum per orientarsi nei nuovi compiti. Dovranno identificare i nuovi clienti e segnalare i sospetti

La pubblicazione in G.U. (7 aprile 2006) del decreto ministeriale del mineconomia 141/2006, attuativo del dlgs n. 56/2004, rende vigenti, a partire dal 22 aprile secondo l'ordinaria vacatio legis, anche per avvocati e altri professionisti una serie di obblighi in materia di lotta al riciclaggio, prima tradizionalmente confinati nell'area degli istituti di credito e degli intermediari finanziari. Sulla stessa Gazzetta, nel supplemento ordinario n. 89/L sono pubblicate le istruzioni operative dell'Ufficio italiano cambi, con l'indicazione degli indici di anomalia. Gli obblighi non coinvolgono l'intera gamma delle attività professionali dell'avvocato, ma concernono solo, è bene ribadirlo, gli avvocati quando ´A) in nome e per conto di propri clienti compiono qualsiasi operazione di natura finanziaria o immobiliare e B) quando assistono i propri clienti nella progettazione o nella realizzazione di operazioni riguardanti: 1) il trasferimento a qualsiasi titolo di beni immobili o attività economiche; 2) la gestione di denaro, strumenti finanziari o altri beni; 3) l'apertura o la gestione di conti bancari, libretti di deposito e conti di titoli; 4) l'organizzazione degli apporti necessari alla costituzione, alla gestione o all'amministrazione di società; 5) la costituzione, la gestione o l'amministrazione di società, enti, trust o strutture analoghe'.

Italia Oggi - G. Colavitti - art. pag. 49