Se non vedi correttamente la Rassegna Stampa clicca qui

Rassegna stampa del 21 aprile 2006
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

Questionario XP è il modulo per la raccolta dati on-line dedicato a coloro che forniscono a terzi un servizio di consulenza sulla normativa Privacy (D.lgs 196/03).

Questionario XP può essere fatto compilare direttamente al cliente, evitando costosi sopralluoghi, al fine di ottenere tutti i dati e le informazioni richiesti dal Codice Privacy.

Caratteristiche del servizio:
Questionario on-line
2 Aree di lavoro: Amministratore/Utente
Generazione del file txt per l'importazione in Privacy XP
Gestione utenti con accessi controllati e protetti


Per provare il questionario visita l'AREA DEMO
sul sito
www.dataprintgrafik.it
Arriva la svolta, restano i dubbi

Antiriciclaggio - Da domani in vigore gli obblighi di segnalazione degli illeciti per circa 500mila operatori. I professionisti preparano le linee operative. Gli artigiani chiedono un intervento ad hoc per i centri servizi. Timori anche per i costi collegati a formazione e archivi  

Studi professionali e laboratori di pietre preziose; gallerie d'arte, case d'asta e da gioco, orafi, intermediari finanziari, sino ai mediatori d'affari e immobiliari. E, con qualche incognita, anche le società di servizi contabili e fiscali. Una falange eterogenea e difficilmente stimabile, che comprende tra 300 e 500mila soggetti, tutti, da domani, ufficialmente alle prese con il puzzle dei nuovi adempimenti per la lotta al denaro "sporco". Entrano in vigore il 22 aprile i tre regolamenti dell'Economia  - 141, 142 e 143 del 2006 -  (assieme alle istruzioni elaborate dall'Uic) pubblicati sul Supplemento ordinario n.86/L della Gazzetta Ufficiale n.82 del 7 aprile. I decreti danno attuazione al decreto legislativo 56/2004 - che a sua volta ha recepito la seconda direttiva in materia, n. 2001/97/Ce - e individuano gli obblighi di identificazione della clientela, di registrazione e di segnalazione delle operazioni sospette. All'appuntamento, i liberi professionisti giungono critici sull'impianto dei provvedimenti ma anche pronti ad "attrezzarsi" per dare il proprio contributo. "Stiamo redigendo - ha spiegato per gli avvocati Giuseppe Colavitti -  un dossier di 80 pagine di analisi e documentazione ma anche un "set" di 30 domande e risposte da mandare a tutti gli iscritti: almeno 160mila copie". Un vademecum operativo, calibrato sulle specificità della professione, sarà reso noto dal Consiglio nazionale dei notai già oggi. 

Il Sole 24 Ore - L. Cavestri - art. pag. 21

Studi settore, Unico a rischio

Gli artigiani lanciano l'allarme revisioni.

Studi di settore: manca ancora il decreto che approva i 52 studi revisionati da applicare nella dichiarazione Unico 2006. Sono gli artigiani - con un comunicato congiunto firmato  da Confartigianato, Cna e Casartigiani - a lanciare l'allarme, temendo soprattutto che un'approvazione del decreto all'ultimo momento renda troppo stretti i tempi per le denunce e le dichiarazioni di 650mila tra artigiani e lavoratori autonomi. Una volta approvato il modello di dichiarazione infatti occorreranno i tempi per varare Gerico e i software gestionali delle dichiarazioni.

Il Sole 24 Ore - A. Criscione - art. pag. 23

Per i parasubordinati parte l'operazione estratto conto

L'Istituto nazionale di previdenza spedisce a 3 milioni di lavoratori i dati sui versamenti contributivi al 31 dicembre del 2004.

Parte l'operazione estratto conto per i lavoratori parasubordinati. Circa 3 milioni di iscritti alla gestione separata Inps riceveranno nel giro di un mese un plico contenente la fotografia della propria situazione contributiva aggiornata al 31 dicembre 2004. Le modalità di invio della documentazione, nonché la tempistica e le procedure di verifica dei dati esposti nell'estratto conto, sono indicate nella circolare Inps n. 59 del 20 aprile. Destinatari dell'operazione sono i liberi professionisti senza altra cassa di previdenza; i co.co.co. e i titolari di contratti a progetto, gli spedizionieri doganali, i venditori porta a porta, i lavoratori autonomi occasionali e gli associati in partecipazione con apporto di solo lavoro (dal 1° gennaio 2004). L'invio degli estratti avverrà per scaglioni nell'arco temporale di 30 giorni. In particolare, nella fase finale dell'operazione di emissione gli estratti riguarderanno gli assicurati con contribuzione dovuta per attività libero professionale e per gli associati in partecipazione.

Italia Oggi - A. L. Giglio - art. pag. 33

Privacy, regolamento per le regioni

Deliberazione del garante dà il via libera allo schema di disciplinare sui trattamenti autorizzati. Le norme sono valide anche per Asl, agenzie, Ipab e istituti

Le regioni, le asl e le province autonome hanno il loro regolamento tipo per la privacy dei dati sensibili. Il garante per la protezione dei dati ha approvato con propria deliberazione del 13 aprile 2006 il parere favorevole sullo schema di disciplinare al quale possono conformarsi tutti gli enti elencati. In effetti si sta avvicinando la scadenza del 15 maggio 2006, entro la quale gli enti pubblici devono approvare un proprio regolamento sui trattamenti dei dati sensibili, potendo avvalersi della semplificazione per cui aderendo allo schema tipo vagliato con parere favorevole del garante non è necessario richiedere singolarmente il parere al garante. La scadenza non va sottovalutata. Nell'imminenza della scadenza elettorale per alcuni enti locali occorre che gli uffici si siano premuniti e abbiano fatto passare in consiglio il regolamento. Per i comuni, tra l'altro, oltre allo schema tipo risalente al settembre scorso occorre fare riferimento al provvedimento integrativo del garante di fine 2005 (con le integrazioni per i trattamenti tributari, per la protezione civile e altri settori).

Italia Oggi - A. Ciccia - art. pag. 34


Commercialisti, adempimenti soft

Antiriciclaggio/ Richieste Cndc.

Antiriciclaggio leggero per i dottori commercialisti. In fase di attuazione della terza direttiva di lotta al riciclaggio di denaro sporco, occorrerebbe un'elencazione delle operazioni a rischio. E, analogamente a quanto già accade per avvocati e notai, prevedere delle esenzioni ad hoc. Meglio sarebbe, ad ogni modo, un'apposita disciplina per il mondo delle professioni intellettuali che tenga conto delle specifiche caratteristiche delle singole attività. Sono queste alcune delle richieste che il consiglio nazionale dei dottori commercialisti ha inviato al Governo. L'esecutivo, infatti, aveva chiesto qualche tempo fa al Cndc un parere sull'attuazione della direttiva 2005/60/Ce del Parlamento europeo e del consiglio del 26/10/2005, relativa alla prevenzione del sistema finanziario a scopo di riciclaggio dei proventi di attività criminose e di finanziamento del terrorismo.

Italia Oggi - I. Marino - art. pag. 40


Se non desideri ricevere ulteriori articoli della Rassegna Stampa/Newsletter Privacy/ArchiviOk.it
di Data Print Grafik, clicca qui per annullare la tua sottoscrizione.

Privacy
In conformità al D.Lgs. 196/2003, Testo unico della privacy sulla tutela dei dati personali, Data Print Grafik
garantisce la massima riservatezza dei dati e la possibilità di richiederne gratuitamente la rettifica
scrivendo a areanews@dataprintgrafik.it.
Potrai prendere visione dell’informativa completa nella sezione Newsletter del nostro sito www.dataprintgrafik.it

Seguici su: Facebook Twitter