Garante privacy - Data Print Grafik
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

UNA NEWSLETTER MENSILE INTERAMENTE DEDICATA ALLA NORMATIVA ANTIRICICLAGGIO!

I Professionisti, gli operatori non finanziari e in generale tutti coloro che si devono confrontare con le regole dettate dai Decreti 141 e 143, si trovano spesso di fronte a dubbi di natura pratica o interpretativa.

E non sempre trovare le risposte è così semplice.

Questa newsletter mensile, predisposta dai consulenti di Data Print Grafik, vuole appunto essere un aiuto per chi ogni giorno si trova nella condizione di dover sciogliere i nodi di questa intricata disciplina.

Iscriviti subito su www.dataprintgrafik.it

Corso di formazione per professionisti sulla normativa antiriciclaggio

A Genova il 30 giugno 2006

Nell’ambito della nuova legge sull’Antiriciclaggio, Village srl in collaborazione con il Collegio dei Ragionieri Commercialisti di Genova organizza un corso di formazione valido ai fini dell’acquisizione dei crediti formativi. Diversi i temi trattati: nuovi adempimenti e obblighi, l’identificazione delle operazioni sospette, le modalità di segnalazione, gli aspetti sanzionatori. Inoltre, nel corso dell’evento, verrà presentato Antiriciclaggio Xp, il software che permette la gestione degli adempimenti imposti dai Decreti 141 e 143 del 3 febbraio 2006, aiuta a comprendere tutta la normativa e guida nell’organizzazione e nella predisposizione dell'Archivio Unico Informatico (AUI). L’evento formativo si svolgerà il 30 giugno p.v. a Genova presso la sede del Collegio dei Ragionieri. Clicca qui per scaricare l’invito in formato pdf.

A cura dell’Ufficio Stampa Data Print Grafik

Rivalutazioni al traguardo

Rideterminazione dei valori entro domani: necessaria una perizia giurata. La data di riferimento è stata fissata al 1° gennaio 2005 mentre l'imposta sostitutiva è al 2 e al 4%

Domani (e non ci sono le condizioni politiche per immaginare un rinvio) è l'ultimo giorno per effettuare la rivalutazione dei terreni e delle partecipazioni in seguito alla proroga introdotta dall'articolo 11 quaterdecies, comma 4, del decreto legge 30 settembre 2005, n. 203. Si tratta della rideterminazione del valore dei terreni agricoli ed edificabili, nonchè delle partecipazioni di società di qualsiasi tipo non quotate, agli effetti della plusvalenza che rientra nei redditi diversi (articolo 67, lettere a, b e c del Tuir). La rideterminazione dei valori richiede in primo luogo la redazione di una perizia di stima che deve essere giurata entro domani. Per quanto riguarda i terreni, possono redigere la perizia gli iscritti agli Albi di ingegneri, geometri, architetti, dottori agronomi, agrotecnici, periti agrari, periti industriali-edili. Per le partecipazioni, invece, possono ricevere l'incarico per le perizie gli iscritti nell'Albo di dottori commercialisti, ragionieri o nell'elenco dei revisori contabili. Sono inoltre ammessi i periti iscritti alle Camere di commercio.

Il Sole 24 Ore - G. P. Tosoni - art. pag. 22

Condomini morosi, stop alla gogna

Provvedimento generale del Garante privacy affronta il nodo della riservatezza nelle abitazioni. Vietati i dati personali in bacheca per chi non paga le rate

Stop alla gogna dei condomini morosi. La bacheca per gli avvisi non può essere usata per esporre i dati personali di chi non è in regola con le rate. Ma le morosità possono esser comunicate agli altri condomini nelle forme dovute senza il consenso degli inadempienti. Sono queste alcune delle prescrizioni fornite dal provvedimento generale del Garante del 18 maggio 2006 (pubblicato per esteso sul sito dell'autorità www.garanteprivacy.it), reso noto solo ieri, che si occupa di affrontare in maniera completa la disciplina della tutela della riservatezza nel condominio di edifici. Va messo in evidenza il valore giuridico del provvedimento: l'inosservanza delle prescrizioni può assumere anche rilevanza penale. provvedimento.

Italia Oggi - A. Ciccia – art. pag. 34

Pec, parte il conto alla rovescia

In scadenza il 30 giugno il termine di attivazione della casella per le indagini bancarie on-line. Posta elettronica certificata a quota 16 mila. A luglio i test

Conto alla rovescia per gli oltre 30 mila operatori che devono attivare la posta elettronica certificata (Pec) per l'avvio delle indagini bancarie on-line. Scade il 30 giugno, dopo due proroghe, infatti, il termine che banche, sgr, sim, intermediari finanziari e holding hanno a disposizione per attivare una casella di Pec necessaria per lo scambio di informazioni on-line con l'Agenzia delle entrate. Si inizia a comporre dunque il quadro operativo per il decollo delle indagini bancarie on-line, introdotto dalla Finanziaria 2005, che vedrà la sua partenza definitiva dal 1° settembre 2006. Attualmente sono 16 mila gli indirizzi di Pec attivi (9 mila sono operativi con la Pec fornita da Infocamere), anche se precisano dall'Agenzia che molti di questi sono da considerare ´raggruppati' e cioè a un unico indirizzo Pec corrispondono più professionisti per circa 32 mila soggetti interessati.

Italia Oggi - C. Bartelli – art. pag. 35

Una giustizia con più privacy

Il presidente Pizzetti ha annunciato a Copanello una segnalazione alle camere. Più poteri all'autorità e nuove regole nel processo

Una segnalazione al parlamento sulle intercettazioni, l'impegno a coadiuvare gli avvocati nella predisposizione dei codici deontologici su indagini difensive e privacy da parte dell'Autorità garante per la protezione dei dati personali. Dal canto loro gli avvocati, dapprima recalcitranti sui nuovi adempimenti privacy, se non proprio convinti e con qualche allarmismo si sono acconciati alle nuove regole e il Consiglio nazionale forense sta pensando a come aggiornare le regole deontologiche e a come rendere facilmente digeribile il Documento di programmazione sulla sicurezza (che gli studi dovevano adottare entro il 31 marzo scorso) e in genere tutti gli obblighi. Occasioni per fare un bilancio sulla legge sulla protezione dei dati personali che proprio quest'anno compie dieci anni (legge 675/1996, poi consolidata con altri interventi nel codice privacy dlgs 196/2003) e sul rapporto privacy e giustizia in un momento caldo per il profluvio di intercettazioni pubblicate sui giornali è stato il convegno ´Ma cos'è questa privacy?', organizzato il weekend scorso dal Garante e dal Consiglio dell'ordine forense di Catanzaro a Copanello.

Italia Oggi - C. Morelli - art. pag. 47