Rassegna stampa del 7 luglio 2006
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

UNA NEWSLETTER MENSILE INTERAMENTE DEDICATA ALLA NORMATIVA ANTIRICICLAGGIO!

I Professionisti, gli operatori non finanziari e in generale tutti coloro che si devono confrontare con le regole dettate dai Decreti 141 e 143, si trovano spesso di fronte a dubbi di natura pratica o interpretativa.

E non sempre trovare le risposte è così semplice.

Questa newsletter mensile, predisposta dai consulenti di Data Print Grafik, vuole appunto essere un aiuto per chi ogni giorno si trova nella condizione di dover sciogliere i nodi di questa intricata disciplina.

Iscriviti subito su www.dataprintgrafik.it

"Sostituti", responsabilità in aumento

La manovra d'estate - Il decreto legge 223/06 introduce novità sostanziali nella determinazione del reddito, nel calendario e nelle sanzioni. Nuovi termini per Cud e 770

Sono numerose le modifiche relative ai sostituti d'imposta introdotte dal Dl 223/06 (la manovra d'estate), pubblicato sulla "Gazzetta Ufficiale" 153 del 4 luglio. Particolarmente significative appaiono le modifiche al Tuir, al Dpr 600/73 in materia di accertamento, al Dpr 692/73 sulla riscossione e al Dpr 633/72 per l'Iva. Alcune modifiche sono intese a garantire il rispetto degli articoli 43, 49, 81, 82 e 86 del Trattato istitutivo della Comunità europea, ad assicurare l'osservanza delle raccomandazioni e dei pareri della Commissione e ad adeguare la normativa nazionale a pronunce della Corte di giustizia. E' il caso dell'abrogazione delle agevolazioni per le somme erogate ai lavoratori per incentivarne l'esodo, oggetto di recente censura per violazione della parità fra lavoratori e lavoratrici. Le modifiche cambiano le modalità di determinazione del reddito delle persone fisiche e delle imprese, l'accertamento e al riscossione (con effetto talvolta immediato e talvolta con specifiche decorrenze differite) e  hanno peraltro bisogno di essere coordinate. Per esempio, il comma 14 dell'articolo 37 fa decorrere dal 1° maggio 2007 le modifiche ai termini di pagamento delle imposte e di presentazione delle dichiarazioni dei redditi, fra cui l'anticipazione al 31 luglio del termine per la trasmissione telematica delle dichiarazioni dei redditi, al 28 febbraio per la consegna del Cud ai percettori di redditi di lavoro dipendente e assimilati, e al 31 marzo la trasmissione telematica del modello 770, semplificato e ordinario. I sostituti d'imposta non sono peraltro solo interessati dallo spostamento degli obblighi di certificazione e dichiarazione, ma sono coinvolti nelle modifiche che interessano la determinazione del reddito di lavoro dipendente.       

Il Sole 24 Ore - A. Casotti, M.R. Gheido - art. pag. 23

Studi di settore, le regole per chi ha più di una attività

In Gazzetta Ufficiale

E' stato pubblicato sulla "Gazzetta Ufficiale" n. 155 di ieri, 6 luglio, il decreto del ministero dell'Economia e delle finanze del 29 giugno che contiene le disposizioni per l'applicazione degli studi di settore ai contribuenti che esercitano due o più attività d'impresa o una o più attività in diverse unità di produzione o di vendita. Gli allegati al testo contengono l'elenco degli studi in vigore dal periodo d'imposta 2005 per cui si applicano i criteri previsti nel caso di annotazione separata e le note tecniche e metodologiche.

Il Sole 24 Ore - art. pag. 25

Iva, la detrazione salva senza frode

Sentenza della Corte di giustizia dell'Unione europea sulla responsabilità nelle frodi carosello. Acquirente in buona fede tutelato anche se il contratto è nullo

L'acquirente in buona fede non perde il diritto alla detrazione dell'Iva per effetto del comportamento fraudolento del venditore, neppure se il contratto sia stato dichiarato nullo per illiceità e la frode mirasse proprio all'evasione dell'Iva. L'importante principio, che va ad arricchire la giurisprudenza della corte di giustizia dell'Ue in materia di frodi carosello, è stato affermato dalla corte con la sentenza 6 luglio 2006, cause riunite C-439/04 e C-440/04. I procedimenti sono scaturiti da due controversie sorte in Belgio, a seguito di accertamenti con i quali l'amministrazione finanziaria aveva negato a due imprese la detrazione dell'Iva basandosi sul codice civile belga, secondo cui le obbligazioni prive di causa o con causa fittizia o illecita non producono effetto; la causa è illecita quando è vietata dalla legge, contraria al buon costume o all'ordine pubblico. Le imprese destinatarie della pretesa fiscale erano rimaste inconsapevolmente coinvolte, in veste di acquirenti-rivenditori, in operazioni finalizzate all'evasione dell'Iva.

Italia Oggi - F. Ricca - art. pag. 42

Le agevolazioni con termini rigidi

Prima casa/ Una sentenza della Ctr del Lazio.

In tema di agevolazioni sulla prima casa, il perdurare dei lavori di ristrutturazione non è configurabile come causa ostativa al trasferimento della residenza; conseguentemente il cambio della residenza nel termine dei 18 mesi dalla registrazione dell'atto di compravendita costituisce presupposto essenziale per il riconoscimento dell'agevolazione. Con queste conclusioni, la sezione 28 della Ctr Lazio, nella sentenza 49/28/06 depositata in segreteria il 24 maggio 2006 ha precisato come il mancato cambio della residenza entro i previsti termini di 18 mesi nell'immobile acquistato (termine annuale ampliato con decorrenza 1° gennaio 2001 dall'articolo 33, comma 12 della legge 388/2000) anche se dovuto alla ristrutturazione completa dell'immobile, non costituisce né causa di forza maggiore né evento sopraggiunto impeditivo.

Italia Oggi - B. Fuoco - art. pag. 42

Ici, una rivoluzione copernicana

La manovra Prodi/ Tutte le novità in materia d'imposta sugli immobili contenute nel dl 223. Scompare la dichiarazione. Pagamento con il modello F24

Dal prossimo anno i contribuenti non saranno più tenuti alla presentazione della dichiarazione o della comunicazione Ici. Il tributo comunale potrà essere liquidato attraverso la dichiarazione dei redditi e il relativo pagamento sarà effettuato con F 24. Gli enti ecclesiastici, onlus e non profit pagheranno l'Ici, nel caso in cui le attività individuate dalla legge per concedere l'esenzione dall'Ici vengono svolte in forma esclusivamente commerciale. Anche ai fini Ici, un'area è considerata fabbricabile sin da quando è stato adottato lo strumento urbanistico generale da parte del comune, indipendentemente dall'approvazione della regione e dall'adozione di strumenti attuativi dello stesso. Questo il concentrato di norme che rivoluzionano il sistema di applicazione dell'imposta comunale sugli immobili, contenuto nel dl 4 luglio 2006, n. 223.

Italia Oggi - D. Nocito- art. pag. 55