Rassegna stampa del 12 luglio 2006
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

Scarica subito
la demo del software

Antiriciclaggio XP!

Antiriciclaggio XP è un software gestionale per l’adozione delle misure previste dai Decreti n. 141 e 143 del 3 febbraio 2006.

Antiriciclaggio XP aiuta a comprendere tutta la normativa e guida nella organizzazione e nella predisposizione dell'Archivio Unico Informatico.

Il software permette di:
  • registrare i dati per l'identificazione dei clienti

  • importare i dati anagrafici direttamente dall'applicativo gestionale utilizzato (f.to ASCII o XML)

  • registrare tutte le operazioni effettuate per conto del cliente nell'Archivio Unico Informatico (Aui)

  • predisporre la modulistica necessaria per la segnalazione al Ministero dell’Economia e delle Finanze delle violazioni all’art. 1 L. 197/91

  • predisporre la modulistica necessaria per la segnalazione all'Uic (Ufficio italiano cambi) delle operazioni sospette.

Per maggiori informazioni visita il sito www.dataprintgrafik.it

Immobili, il Governo corre ai ripari

Visco: acquisite le informazioni ora si cambia

Il Governo correggerà il regime d'esenzione Iva sugli immobili, appena varato con la manovra bis. Lo ha annunciato un comunicato del vice ministro alle Finanze, Vincenzo Visco. "Il Governo - recita la nota - ha concluso questa sera (ieri per chi legge, ndr) il processo di acquisizione di informazioni e notizie in relazione al decreto Bersani-Visco. In base alle nuove informazioni raccolte si è deciso di apportare alcune modifiche su alcuni aspetti del provvedimento, in particolare per quanto riguarda gli immobili". L'intervento sull'Iva sarà la correzione più importante, ma potrebbe non essere l'unica. Al momento, invece, il ministero esclude ritocchi sul regime delle stock option.

Il Sole 24 Ore - G. Di Donfrancesco - art. pag. 5

Più tempo ai bilanci di giugno

Fino al 21 agosto possibile pagare con la maggiorazione dello 0,40%

In attesa delle istruzioni delle Entrate sull'applicazione, dal 2005, delle novità del decreto legge 223/2006 sugli acconti Ires si fa strada la possibilità, per le società che hanno approvato i bilanci a giugno, di pagare ora solo quanto risulta dal modello Unico. Le imprese potrebbero rinviare a sabato 19 agosto (che slitta a lunedì 21) con lo 0,4%, le integrazioni conseguenti alla manovra. Il calendario delle scadenze dovrà fare i conti anche con il provvedimento sul rinvio dei termini di metà agosto. Il termine del 20 luglio per il versamento delle imposte delle società di capitali, con esercizio coincidente con l'anno solare, riguarda in primo luogo i contribuenti che, pur avendo approvato il bilancio ad aprile (o maggio in seconda convocazione), hanno deciso di far slittare il versamento ai 30 giorni successivi applicando la maggiorazione di legge.

Il Sole 24 Ore - L. Gaiani - art. pag. 25

Passaggi auto con archivi sicuri

Prime istruzioni di Aci, Motorizzazione e Unasca agli sportelli sui trasferimenti. Documentazione da garantire. Autentica gratuita

Per i cittadini un risparmio dichiarato di 30 euro. Ma per i nuovi sportelli chiamati all'autentica dei passaggi di proprietà, la necessità di archiviare con cura tutti i documenti per riuscire a "fotografare", nel tempo, l'autore dell'operazione. Prime istruzioni operative da parte dei nuovi attori delle autentiche "non notarili" in materia di passaggi di proprietà auto, in base al nuovo Dl 223/2006. Aci, Motorizzazione e Unasca (l'associazione dei titolari di studi di consulenza automobilistica) hanno emanato disposizioni rivolte ai propri uffici dipendenti sull'applicazione delle regole in vigore dal 4 luglio scorso. Tutte e tre gli operatori sono d'accordo che l'atto di autenticazione sarà effettuato gratuitamente. Confermata la tesi secondo cui i "diritti di segreteria" sono applicabili solo dai Comuni, mentre i diritti di usufrutto e ipoteche restano esclusive dei notai.

Il Sole 24 Ore - G. Pasquale - art. pag. 28

Codice appalti, rinvio centellinato

La camera ha convertito in legge il dl milleproroghe. Slittamenti anche per scuola e agricoltura. I comuni possono già delegare le gare per i lavori alle province

I comuni possono affidare da subito alle province le funzioni di stazione appaltante di lavori pubblici. L'affido, oltre che alle amministrazioni provinciali, potrà essere dato anche ai cosiddetti Siit (Servizi integrati infrastrutture e trasporti). L'importante è che venga stilato un apposito disciplinare ad hoc che preveda anche il rimborso dei costi sostenuti dagli stessi per le attività svolte. Ma, per le amministrazioni aggiudicatrici, non scatta subito la possibilità di affidare la gestione degli appalti alle nuove centrali di committenza, la cui attività partirà solo dal 1º febbraio 2007. Ieri, con 295 voti a favore, 214 contrari e un astenuto, l'aula della Camera ha approvato in via definitiva il ddl di conversione del cosiddetto decreto milleproroghe (decreto-legge n. 173/2006, recante la Proroga di termini per l'emanazione di atti di natura regolamentare e legislativa, pubblicato nella G.U. n. 110 del 13/5/2006). Il ddl di conversione ha di fatto stravolto il decreto legge originario, trasformandolo in una sorta di provvedimento omnibus, capace di far slittare l'applicazione di misure di carattere regolamentare e di vere e proprie norme di legge. Sul provvedimento, tra l'altro, il governo aveva posto la questione di fiducia al senato la scorsa settimana. Tra le proroghe previste, le principali riguardano: -il rinvio di alcuni termini legati ai decreti attuativi della legge Moratti ; -la proroga in materia della previdenza agricola; -è stata, quindi prolungata la gestione transitoria da parte della Bnl del nuovo fondo per il sostegno della cinematografia, per consentire l'emanazione del decreto contenente le modalità tecniche della gestione del fondo.

Italia Oggi - L. Chiarello – art. pag. 27

Dichiarazioni on-line sotto la lente

Assosoftware ha attivato sul proprio sito dalla metà di giugno un servizio di controllo incrociato. Monitoraggio delle anomalie segnalate dai software sui modelli

Assosoftware ha attivato sul proprio sito istituzionale, già dalla metà del mese di giugno, il servizio di monitoraggio e consultazione delle anomalie segnalate dai software di controllo dei modelli di dichiarazione dei redditi, con netto anticipo, dunque, rispetto allo scorso anno. Tale attività è finalizzata ad informare e rassicurare gli Intermediari circa alcune segnalazioni di anomalia inesatte (e dunque non comprensibili per gli operatori) rilevate dai Controlli Sogei. Grazie all'attività di verifica tecnica, di catalogazione e di riscontro che sta impegnando sin dal mese di giugno sia i tecnici delle software house che quelli della Sogei, si potranno ottenere versioni delle procedure di controllo più stabili ed affidabili, e in tempi più congrui, rispetto al passato.Dal sito www.assosoftware.it è possibile scaricare liberamente il file Excel che contiene tutte le indicazioni necessarie agli Intermediari per verificare se le segnalazioni ´dubbie' eventualmente rilevate rientrano fra quelle catalogate da Assosoftware quali anomalie dei software di controllo.

Italia Oggi - F. Giordano - art. pag. 40


Mini-imprese individuali senza l'Iva

La manovra d’estate - Il nuovo art. 32-bis del dpr 633/72 lascia l'opzione per il regime normale. Stop agli adempimenti per volumi d'affari sotto 7 mila euro

Microimprese individuali affrancate dall'Iva. Dall'anno prossimo le persone fisiche che hanno un volume d'affari annuo non superiore a 7 mila euro non dovranno più applicare l'imposta e saranno esonerate da quasi tutti gli adempimenti. Resta ferma la possibilità di optare per il regime normale. Lo prevede l'articolo 32-bis del dpr n. 633/72, inserito dall'art. 36, c. 15, del dl 223/2006, introducendo la semplificazione consentita dall'art. 24 della VI direttiva (sulla G.U. n. 159 di ieri è stato intanto pubblicato un comunicato di rettifica di alcuni errori formali contenuti nel dl). Le nuove norme troveranno applicazione dal 2007, previa integrazione da parte dell'Agenzia delle entrate, come previsto dal comma 15.

Italia Oggi - F. Ricca - art. pag. 30