Rassegna stampa del 18 settembre 2006
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik


Antiriciclaggio XP è un software gestionale per l’adozione delle misure previste dai Decreti n. 141 e 143 del 3 febbraio 2006.

Antiriciclaggio XP aiuta a comprendere tutta la normativa e guida nella organizzazione e nella predisposizione dell'Archivio Unico Informatico.

Il software permette di:
  • registrare i dati per l'identificazione dei clienti

  • importare i dati anagrafici direttamente dall'applicativo gestionale utilizzato (f.to ASCII o XML)

  • registrare tutte le operazioni effettuate per conto del cliente nell'Archivio Unico Informatico (Aui)

  • predisporre la modulistica necessaria per la segnalazione al Ministero dell’Economia e delle Finanze delle violazioni all’art. 1 L. 197/91

  • predisporre la modulistica necessaria per la segnalazione all'Uic (Ufficio italiano cambi) delle operazioni sospette.

Per maggiori informazioni visita il sito www.dataprintgrafik.it

Iva, il rimborso può attendere

Dopo la sentenza della Corte Ue. Il Governo fissa con decreto legge tempi e modi per il recupero sulle auto

Il Governo corre ai ripari e "blinda" il recupero dell'Iva non detratta sulle autovetture di imprese e professionisti. Ma, al tempo stesso, prende tempo per quantificare la reale portata della nuova emergenza sui conti pubblici, scaturita dalla condanna inflitta giovedì all'Italia dalla Corte Ue. Con un decreto legge di soli due articoli, messo a punto dai tecnici di Visco in 24 ore e approvato venerdì in un consiglio dei ministri lampo, il Governo dà forza di legge alla procedura studiata - come ha sottolineato lo stesso viceministro dell'economia, Vicenzo Visco -  per "scongiurare forme incontrollate di autocompensazioni comunque possibili già entro lunedì 18 settembre". Per gestire la questione l'Esecutivo si sta muovendo su due fronti: da una parte la gestione del pregresso, con la stesura del decreto legge pubblicato subito in "Gazzetta Ufficiale (Dl 258/06 del 15 settembre); dall'altra parte, con l'avvio di un immediato confronto per raggiungere un accordo con la Commissione europea sulla corretta percentuale di detrazione da dovere applicare per l'anno in corso e per quelli futuri.  

Il Sole 24 Ore - sabato 16 settembre - M. Mobili - art. pag.7

Calcoli complicati per le imprese

IVA E AUTO/ Gli effetti sul bilancio della norma sull'ingiustificato arricchimento del dl 258/06. Recupero legato alla restituzione delle imposte personali

Il decreto Visco frena il recupero dell'Iva e lo condiziona alla restituzione/compensazione delle eventuali maggiori imposte personali (Irpef, Irap e Ires). Per le società dunque il calcolo si tradurrà, agli effetti del bilancio, in una iscrizione nelle sopravvenienze attive. A un giorno di distanza dalla sentenza della Corte di giustizia, il governo è corso ai ripari affrettandosi ad emanare un decreto legge (258/06), pubblicato subito in Gazzetta Ufficiale ed immediatamente in vigore, con il quale ha fornito due precisazioni urgentissime. In particolare, ha vietato la compensazione dell'Iva pagata sugli acquisti di autovetture avvenuti fino al 13 settembre 2006 con l'Iva a debito relativa all'attività imprenditoriale o professionale, impedendo così l'immediato sfruttamento degli effetti della sentenza già in sede di versamento mensile con scadenza oggi 16 settembre (spostato a lunedì 18 causa giorno festivo), e si è anche premurato di ricordare ai contribuenti che l'Iva che recupereranno dovrà essere comunque al netto di altri tributi e contributi.

Italia Oggi - sabato 16 settembre - D. Borzumato, D. Terenzi - art. pag.38

Locazioni, registro entro novembre

Pronto il provvedimento attuativo sulla norma transitoria che regola le modifiche del dl 223/06. Adempimenti telematici per i contratti in corso al 4 luglio '06

La registrazione dei contratti di locazione in corso alla data del 4 luglio 2006 e il pagamento della relativa imposta si dovranno effettuare tra il 1° e il 30 novembre 2006. Entrambi gli adempimenti dovranno essere eseguiti per via telematica, salvo che da parte delle persone fisiche non soggette Iva, titolari di meno di 100 unità immobiliari, le quali potranno ricorrere alle modalità tradizionali. È quanto prevede il provvedimento emanato dall'Agenzia delle entrate ai sensi dell'art. 35, comma 10-quinquies, del dl n. 223/2006, reso noto ieri nel sito dell'Agenzia.

Italia Oggi - sabato 16 settembre - F. Ricca - art. pag. 40

L'e-mail al paziente non sconta la privacy

Maggiori adempimenti per le banche dati e i teleconsulti.

Obbligo di notificazione al garante e misure di sicurezza rafforzate. Il Codice della privacy detta particolari prescrizioni in materia di sanità e nuove tecnologie. La tutela per i pazienti passa attraverso il censimento di chi tratta dati sensibili e pretendendo criptazione o conservazione separata dei dati stessi. Più oneri per chi utilizza banche dati e fornisce nello stesso tempo servizi di teleconsulenza. Libero da notifica, invece, il ´dialogo' via e-mail con il proprio assistito e le prenotazioni on-line per conto del paziente. L'adempimento è previsto dall'articolo 37 del Codice della privacy e consiste nella compilazione di un modello telematico, da inviare on-line al garante, nel quale il titolare del trattamento fornisce informazioni su se stesso, sulla sua struttura e sulla tipologia di trattamenti effettuati. Non tutti i trattamenti di dati personali comportano la notificazione. Tra quelli che la impongono troviamo il trattamento di dati biometrici (lettera a), i trattamenti di dati idonei a rivelare lo stato di salute e la vita sessuale, trattati a fini di procreazione assistita, prestazione di servizi sanitari per via telematica relativi a banche di dati o alla fornitura di beni, indagini epidemiologiche, rilevazione di malattie mentali, infettive e diffusive, sieropositività, trapianto di organi e tessuti e monitoraggio della spesa sanitaria (lettera b).

Italia Oggi Sette - A. Ciccia - art. pag. 9

Countdown per il badge nei cantieri

Nuovi adempimenti dal comma 3 dell'art. 36-bis della legge 248/06 a contrasto del lavoro nero. Dall'1 ottobre 2006 il personale riconosciuto tramite tessera

Conto alla rovescia per l'adozione dei badge da parte dei lavoratori impiegati nei cantieri edili. Dal prossimo 1° ottobre, tutto il personale dovrà esibire una tessera di riconoscimento con fotografia, generalità, nome dell'impresa con cui collabora e/o del datore di lavoro da cui dipende. Il nuovo adempimento interessa anche i lavoratori autonomi, che dovranno provvedervi personalmente. Le imprese con meno di dieci dipendenti possono, in alternativa, istituire un registro, opportunamente vidimato e da tenere sul luogo di lavoro, in cui riportare gli estremi del personale quotidianamente impiegato nelle attività. L'appuntamento coinvolge prima di tutto le imprese edili ma anche le aziende dell'indotto quando impegnate in cantieri edili. I primi suggerimenti operativi arrivano dalle direzioni provinciali del lavoro.

Italia Oggi Sette - D. Cirioli - art. pag. 33