Rassegna stampa del 20 settembre 2006
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik


Antiriciclaggio XP è un software gestionale per l’adozione delle misure previste dai Decreti n. 141 e 143 del 3 febbraio 2006.

Antiriciclaggio XP aiuta a comprendere tutta la normativa e guida nella organizzazione e nella predisposizione dell'Archivio Unico Informatico.

Il software permette di:
  • registrare i dati per l'identificazione dei clienti

  • importare i dati anagrafici direttamente dall'applicativo gestionale utilizzato (f.to ASCII o XML)

  • registrare tutte le operazioni effettuate per conto del cliente nell'Archivio Unico Informatico (Aui)

  • predisporre la modulistica necessaria per la segnalazione al Ministero dell’Economia e delle Finanze delle violazioni all’art. 1 L. 197/91

  • predisporre la modulistica necessaria per la segnalazione all'Uic (Ufficio italiano cambi) delle operazioni sospette.

Per maggiori informazioni visita il sito www.dataprintgrafik.it

Iva e auto, Dl sul filo del rasoio

Maggioranza battuta in commissione al Senato sui requisiti di necessità e urgenza: oggi voto in aula - Confermato l'aggravio delle imposte sui redditi derivante dalla detrazione

Inciampa sui requisiti di necessità e urgenza il decreto legge sui rimborsi Iva seguito alla sentenza della Corte di giustizia che ha posto fine al regime trentennale di deroghe sulle detrazioni Iva per le auto che non formano l'oggetto dell'attività dell'impresa. La commissione Affari costituzionali del Senato, infatti, ha negato la sussitenza dei requisiti. E oggi il Dl torna in aula per il verdetto definitivo. Intanto, mentre al Senato il Governo veniva battuto in commissione, alla Camera il sottosegretario all'Economia, Mario Lettieri, ha illustrato la situazione complicata per i conti pubblici dopo la sentenza della Corte Ue. Situazione che viene definita "seria" dallo stesso vice ministro dell'Economia, Vincenzo Visco.

Il Sole 24 Ore - An.Cr. - art. pag.23

Per l'F24 online il conto corrente può essere unico

Si cambia dal 1° ottobre

Carte ancora da giocare sull'F24 telematico. Da un lato, le Entrate insistono sull'avvio graduale dei pagamenti online dal 1° ottobre. E a giorni l'Agenzia diffonderà la prima circolare. Mentre il ministero dell'Economia ricorda che gli strumenti necessari per il nuovo adempimento dei contribuenti Iva sono disponibili già dal 2001. Dunque, niente rinvio, almeno per adesso. Dall'altro lato, però, in Parlamento si fa strada il partito della proroga, a gennaio 2007, con sostenitori bipartisan. Intanto, i clienti delle banche segnalano interpretazioni in contrasto con le regole fissate dalla manovra bis. Partendo dall'obbligo per i professionisti di avere uno o più conti correnti per le operazioni inerenti l'attività, alcuni istituti di credito arrivano a pretendere l'apertura di nuove posizioni in banca destinate, appunto, ai pagamenti online. Perché, sostengono, i conti intestati a persone fisiche, che riportano solo il codice fiscale, non sono in linea con la legge. Questa tesi è sconfessata anche dall'Abi, alla quale peraltro 'non risultano casi del genere'. Alle Entrate, invece, il comportamento delle banche è giudicato "non corretto in quanto si tratta di un percorso non previsto nè dalla legge 248/06 nè dalle regole del Cbi".

Il Sole 24 ore - G. Rengheteanu - art. pag.23

 

Negli studi stress da obblighi

I commercialisti contro l'anticipo delle scadenze fiscali che rivoluziona l'organizzazione dell'attività - Dottori e ragionieri contestano le misure presuntive per colpire l'evasione

Adempimenti tanto più "onerosi" quanto "poco efficaci" se finalizzati all'obiettivo di contrastare l'evasione fiscale. Dottori commercialisti e ragionieri non si sottraggono agli obblighi di legge della manovra d'estate (decreto 223/06, legge 248), ma ne contestano il "tono inquisitorio e demagogico", "l'assenza di innovazione e di premi alle imprese". Ammettono , per lo più, che "il problema dell'elusione esiste", ma si sentono frustrati dalla modifiche normative che si ripercuotono sulla quotidianità, dagli Ias all'antiriciclaggio e la legge 248/2006 è solo l'ultimo caso. .

Il Sole 24 ore - L. Cavestri - art. pag. 29

Mutuo detraibile se cambia la banca

Il call center dell'Agenzia delle entrate fornisce chiarimenti anche su canoni di locazione e sfratti -Il prestito per la prima casa prescinde dall'istituto finanziatore.

La detrazione per i mutui resiste al cambio della banca finanziatrice. Il prestito contratto per l'acquisto dell'abitazione principale, fermi restando i requisiti a monte, prescinde dal soggetto erogatore. E ancora, i canoni di locazione rappresentano redditi fino al provvedimento giudiziale di sfratto anche se non è stato percepito alcun canone. Solo dopo l'emanazione del provvedimento giudiziale è possibile usufruire di un credito d'imposta pari alla differenza tra l'imposta dovuta sul reddito comprensivo del canone e quella liquidata senza canone. Il call center dell'Agenzia delle entrate si concentra sulla fiscalità degli immobili e delle persone fisiche nel consueto appuntamento con le risposte del call center. Sono questi gli spunti offerti dalle risposte ai quesiti del centro assistenza telefonico e pubblicate ieri su www.fiscooggi.it, la rivista telematica dell'amministrazione finanziaria.

Italia Oggi - S. Mazzei - art. pag. 32

Iva, rimborso infrannuale telematico

L'Agenzia delle Entrate ha approvato e accolto le innovazioni da applicare a partire dal 2007 - Nel nuovo modello è istituito il rigo per le variazioni d'imposta.

Dall'anno prossimo anche l'istanza di rimborso trimestrale dell'Iva potrà essere trasmessa per via telematica. Il modello, inoltre, accoglierà finalmente le variazioni d'imposta relative a periodi precedenti, che però non concorreranno al calcolo dell'aliquota media. Sono le principali innovazioni che si colgono nella nuova versione del modello per la richiesta di rimborso infrannuale, approvato dal direttore dell'agenzia delle entrate con provvedimento n. 2006/102047 del 14 settembre 2006. Dovrà essere utilizzato a decorrere dalle richieste di rimborso o di utilizzo in compensazione del credito Iva relativo al primo trimestre del 2007. il nuovo modello potrà viaggiare anche on-line. Accanto alla presentazione tradizionale (consegna all'ufficio competente, oppure spedizione con raccomandata postale), infatti, è stata introdotta la possibilità di inoltro per via telematica, secondo le stesse regole che disciplinano la trasmissione telematica delle dichiarazioni annuali.

Italia Oggi - F. Ricca - art. pag. 33