Rassegna stampa del 30 ottobre 2006
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik


Antiriciclaggio XP è un software gestionale per l’adozione delle misure previste dai Decreti n. 141 e 143 del 3 febbraio 2006.

Antiriciclaggio XP aiuta a comprendere tutta la normativa e guida nella organizzazione e nella predisposizione dell'Archivio Unico Informatico.

Il software permette di:
  • registrare i dati per l'identificazione dei clienti

  • importare i dati anagrafici direttamente dall'applicativo gestionale utilizzato (f.to ASCII o XML)

  • registrare tutte le operazioni effettuate per conto del cliente nell'Archivio Unico Informatico (Aui)

  • predisporre la modulistica necessaria per la segnalazione al Ministero dell’Economia e delle Finanze delle violazioni all’art. 1 L. 197/91

  • predisporre la modulistica necessaria per la segnalazione all'Uic (Ufficio italiano cambi) delle operazioni sospette.

Per maggiori informazioni visita il sito www.dataprintgrafik.it

Aree e fabbricati senza perizie

Manovra 2007/ Risparmi e percorso più semplice con la cancellazione dell'obbligo di far stimare il valore dei beni. Leasing esclusi dagli acconti: necessario il ricalcolo solo in caso di acquisto

Il maxi-emendamento al decreto legge 262/06 contiene diverse modifiche per l'indeducibilità  delle quote di ammortamento del costo delle aree occupate dai fabbricati strumentali e di quelle che ne costituiscono pertinenza. Viene abolito l'obbligo di effettuare la perizia di stima del valore delle aree. E' un intervento senz'altro opportuno, visti i problemi di carattere operativo e interpretativo che l'obbligo avrebbe posto a tutti i contribuenti, compresi quelli non tenuti all'applicazione degli Ias e in contabilità semplificata. E' ripristinata la disposizione prevista nel testo originario del Dl 223/06, in base alla quale il costo delle aree è quantificato in misura pari al maggiore importo tra quello esposto in bilancio e quello corrispondente al 20% e, per i fabbricati industriali, al 30% del costo complessivo. E' stata inserita la precisazione che, per i fabbricati acquistati in proprietà o acquisiti in leasing a decorrere dal periodo d'imposta in corso alla data del 4 luglio 2006, occorre fare riferimento al bilancio relativo all'anno di acquisto del bene. 

Il Sole 24 Ore - sabato 28 ottobre - G. Ferranti - art. pag. 29

Spazio ai bilanci con la forma breve

Consiglio dei Ministri/ Via libera definitivo al decreto di recepimento della direttiva 38/03. Più esenzioni dal consolidamento. E snellimento sui controlli

Aumentano i bilanci abbreviati e diminuiscono i casi di nomina degli organi di controllo. Più ampi i margini di esenzione dall'obbligo di consolidare i conti. Queste le conseguenze del recepimento del nuovo testo dell'art. 11 della quarta direttiva 78/660/Ce da ultimo modificato dalla direttiva del consiglio 13 maggio 2003, n. 2003/38/Ce. A far data dal quindicesimo giorno dalla pubblicazione in Gazzetta del decreto di recepimento approvato ieri entreranno infatti in vigore i nuovi parametri dimensionali di cui all'art. 2435-bis che fungono da spartiacque tra l'obbligo e la facoltà di redigere i conti annuali in forma ordinaria o abbreviata (e diverranno efficaci anche i nuovi limiti di cui all'art. 27 del dlgs 127/91 in tema di consolidato).

Italia Oggi - sabato 28 ottobre - N. Villa - art. pag. 43

Sulle auto aziendali calcoli da rifare

Finanziaria 2007/ Gli effetti del decreto 262 del 2006, che ieri è stato approvato dalla camera. Tassazione dei fringe benefit rideterminata già per il 2006

Tassazione del fringe benefit sulle auto ad uso promiscuo da rideterminare già sul periodo di imposta 2006: il cambiamento delle regole percentuali potrebbe imporre già di tenere conto, sin dal periodo di paga di ottobre dell'ulteriore onere in tema di reddito di lavoro dipendente. In alcuni casi, inoltre, potrebbe verificarsi la necessità da parte del lavoratore dipendente di procedere in modo autonomo alla tassazione sulla base della comunicazione del sostituto di imposta. Sono queste alcune delle conseguenze che potrebbero verificarsi in relazione alla modifica dell'articolo 51 del Tuir in relazione alla rideterminazione della percentuale di reddito di lavoro tassata nel caso di attribuzione al dipendente od al collaboratore, di uno dei mezzi identificati dalla norma, ad uso promiscuo

Italia Oggi - sabato 28 ottobre 2006 - D. Liburdi - art. pag. 47

Novembre prenota l'acconto

Alle modifiche introdotte con il 223 si aggiungono quelle della manovra

In vista della scadenza per il versamento della seconda rata di acconto 2006 Ires e Irap (ma non dell'Irpef), le imprese sono tenute a riliquidare l'imposta storica di riferimento per calcolare correttamente gli importi dovuti sulla base delle regole dettate dalla manovra d'estate (Dl 223/06). Sono interessate all'obbligo di ricalcolo in sede di seconda o unica rata di acconto Ires le imprese per le quali, in via ordinaria, i termini del versamento della prima rata erano già scaduti alla data del 4 luglio 2006. E' il caso, ad esempio, di una società che ha approvato il bilancio al 30 aprile 2006 i cui termini di versamento scadevano al 20 giugno 2006. Analoga soluzione è stata adottata per gli acconti i cui termini di versamento risultavano già scaduti al 4 luglio 2006, nel caso in cui i contribuenti si siano avvalsi della facoltà di posticipare il versamento entro il trentesimo giorno successivo al termine ordinario, con la maggiorazione dello 0,40%, utilizzando  il cosiddetto "termine lungo" previsto dall'articolo 17,comma 2, del Dpr 435/2001. Anche in questa ipotesi, infatti, si tratta pur sempre di acconti i cui termini ordinari di versamento risultavano già scaduti.  

Il Sole 24 Ore del lunedì - L. Miele - art. pag. 30

Regolamento sulla Privacy, il 31/12 è termine perentorio

Lo precisa l'Anci alle Amministrazioni locali

Il Testo unico sulla privacy prevede due tipologie di scadenze: quelle assolute, riguardanti gli adempimenti, e quelle relative, identificate dalle misure minime. Tra le scadenze relative, la modifica delle password ogni 3/6 mesi, l'aggiornamento semestrale degli strumenti elettronici adottati per evitare il rischio-intrusione e il salvataggio settimanale dei dati. Tra quelle assolute l'aggiornamento del Documento programmatico sulla sicurezza (Dps) entro il 31 marzo 2007  nonchè la redazione/approvazione del regolamento sui dati sensibili e giudiziari entro il 31/12/2006. Ai sensi dell'articolo 34 del Dlgs 196/2003, Il Dps va adottato  per definire le politiche di sicurezza nel trattamento dei dati personali e i criteri organizzativi per la loro attuazione: trattandosi di condizioni modificabili nel tempo, si ravvisa l'esigenza di aggiornare il Dps con cadenza annuale per dare evidenza dei cambiamenti avvenuti; da qui la scadenza prevista per il 31 marzo di ogni anno. Per quanto riguarda il Regolamento, la legge 228/2006 ha fissato il nuovo termine di redazione ed approvazione dello stesso al 31 dicembre prossimo. Dopo numerosi rinvii, questa volta il termine  da considerarsi perentorio; quindi in assenza dei necessari atti di natura regolamentare, dal 1/1/2007 il trattamento dei dati sensibili e giudiziari dovrà essere interrotto.

Il Sole 24 Ore del lunedì - a cura dell'Anci - art. pag. 44