Rassegna stampa del 31 ottobre 2006
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

Patentino Antiriciclaggio è lo strumento che permette l'adempimento dell'obbligo di formazione previsto dall'articolo 11 com. 3 del D.M. 141/2006 e dall'articolo 3 com. 4 del D.M. 143/2006 .

Il cd-rom contiene:

il corso multimediale
il codice identificativo
il link a cui è possibile collegarsi per sostenere l'esame

Rispondendo correttamente alle domande dei consulenti di Data Print Grafik, verrà rilasciata una certificazione valida ai fini di assolvere l'obbligo di legge.

Hai già pensato alla formazione?
Se ancora non lo hai fatto, visita il sito www.dataprintgrafik.it

Operazione pulizia al Registro imprese 

Camere di Commercio, avviate le cancellazioni. A Milano inviate 40mila lettere a ditte individuali e società di persone sospettate di inattività

Grandi pulizie al Registro delle imprese. A sei anni dal varo della legge di semplificazione 340/00, che ha disposto l'aggiornamento dell'Anagrafe delle Camere di commercio (circa 6  milioni di iscritti), parte la verifica sull'operatività di ditte individuali (oltre 3,5 milioni al 30 settembre) e società di persone (circa 1,2 milioni). Il percorso è quello fissato da un regolamento approvato con il Dpr 247/04. Dal prossimo anno l'operazione si estenderà alle società di capitali, secondo le indicazioni del nuovo articolo 2490 del Codice civile, che prevede la cancellazione d'ufficio per chi non deposita il bilancio per più di tre anni consecutivi. Gli interessati, raggiunti tramite lettera raccomandata,  sono invitati a comunicare, entro 30 giorni, l'avvenuto scioglimento delle società, oppure a dimostrare che l'impresa è attiva. Il regolamento della legge 340/00 fissa una serie di parametri di inoperatività: irreperibilità presso la sede legale, mancato compimento di atti di gestione per tre anni consecutivi, assenza di codice fiscale e mancata ricostituzione della pluralità dei soci. Trascorsi, senza risposta, i 30 giorni, gli atti passano al presidente del tribunale.

Il Sole 24 Ore - G. Rengheteanu - art. pag. 25

Denuncia Inail all'assunzione

Controlli, i chiarimenti sulla  manovra d'estate

All'artigiano o al commerciante che non ha presentato l'iscrizione alla Camera di commercio si applica la maxi sanzione per il contrasto del lavoro irregolare. La multa va da un minimo di 1.500 euro a un massima di 12mila, più 150 euro per ciascuna giornata di lavoro effettivo. Lo spiega l'Inail, nella circolare 45 del 23 ottobre, in cui vengono passate in rassegna le novità introdotte dall'articolo 36 bis della legge 248/2006. La circolare Inail ribadisce che  il provvedimento di sospensione dei cantieri potrà essere emesso solo dal personale ispettivo del ministero del Lavoro, anche su segnalazione del personale di vigilanza degli enti. Al contrario, il personale di vigilanza dell'Inail ha competenza a irrogare le sanzioni in caso di mancata esposizione del tesserino di riconoscimento o di irregolare tenuta del registro delle presenze. Si tratta delle sanzioni amministrative a carico del datore di lavoro - da 100 a 500 euro per ciascun addetto - e di quelle a carico del lavoratore nel caso in cui, munito della tessere di riconoscimento, non provveda a esporla (da 50 a 300 euro).

Il Sole 24 Ore - E. De Fusco - art. pag. 25

Ati, per i notai nessun obbligo d'iscrizione

Uno studio del Consiglio nazionale del notariato spiega i presupposti della pubblicità commerciale.

Notai non obbligati a trascrivere nel registro delle imprese le associazioni temporanee di imprese. Lo chiarisce lo studio 125-2006/I del Consiglio nazionale del notariato dal titolo ´Le associazioni temporanee di imprese: la pubblici commerciale e i successivi adempimenti a carico del notaio'. La disciplina delle associazioni temporanee d'imprese è contenuta nei seguenti provvedimenti: dlgs 163/2006 e legge 613/1967. Non si tratta di veri propri contratti associativi in quanto sono prive di soggettività; gli elementi che ne caratterizzano il contenuto sono: il conferimento di un mandato collettivo a uno degli associati per il compimento di quanto necessario per partecipare al contratto d'opera o servizi e la ripartizione tra i vari associati dei compiti derivanti dall'esecuzione delle prestazioni oggetto del contratto in funzione del quale è stata costituita l'associazione temporanea. L'iscrizione nel registro è prevista dall'art. 9 comma 1-quater, dl 35/2005 e riguarda le sole associazioni che possono fruire del premio di concentrazione. Tale norma, infatti, subordina la fruizione del premio di concentrazione alle sole operazioni che, oltre a possedere tutti gli altri requisiti previsti dalla legge, vengano iscritte al registro delle imprese.

Italia Oggi - G. Laurenzi - art. pag. 33

Case incomplete, l'Ici è da pagare

Sentenza della Corte di cassazione sul dlgs 504/92.

 Si paga l'Ici per un fabbricato insistente su un'area edificabile anche se l'immobile non è stato ultimato e non è utilizzabile perché mancano bagni e pavimenti.
Lo ha stabilito la Corte di cassazione che, con la sentenza n. 22808 del 23 ottobre 2006, ha sottolineato le peculiarità della disciplina in caso di area edificabile. Infatti, l'articolo 2 del dlgs n. 504 del 1992 sottopone al tributo i fabbricati ultimati. Tuttavia, l'articolo 6 dello stesso decreto attua una deroga disponendo che ´in caso di utilizzazione edificatoria dell'area la base imponibile è costituita dal valore dell'area, anche in deroga a quanto stabilito dall'articolo 2, senza computare il valore del fabbricato in corso d'opera, fino alla data di ultimazione dei lavori di costruzione ovvero, se antecedente, fino alla data in cui il fabbricato costruito, ricostruito o ristrutturato è comunque utilizzato'. Dunque, secondi i giudici della sezione tributaria, che hanno confermato la sentenza di merito, ´l'avvenuto accatastamento del fabbricato (non interamente ultimato nei piani superiori, secondo i contribuenti) ha determinato l'utilizzazione dello stesso, e quindi l'imponibilità ai fini Ici, in difetto di applicazione dell'imposta sull'area, come possibile, anche in deroga all'articolo 2'.

Italia Oggi - D.Alberici - art. pag. 38