Rassegna stampa del 7 novembre 2006
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

Patentino Antiriciclaggio è lo strumento che permette l'adempimento dell'obbligo di formazione previsto dall'articolo 11 com. 3 del D.M. 141/2006 e dall'articolo 3 com. 4 del D.M. 143/2006 .

Il cd-rom contiene:

il corso multimediale
il codice identificativo
il link a cui è possibile collegarsi per sostenere l'esame

Rispondendo correttamente alle domande dei consulenti di Data Print Grafik, verrà rilasciata una certificazione valida ai fini di assolvere l'obbligo di legge.

Hai già pensato alla formazione?
Se ancora non lo hai fatto, visita il sito www.dataprintgrafik.it

Nuova strategia antievasione a pieno regime da aprile

L'ultimo dei provvedimenti attuativi è in calendario per il 31 marzo

Il Fisco si allea con la telematica per contrastare l'evasione fiscale, ma è un'alleanza a tappe che per completarsi ha bisogno di tempo. Non tutte le disposizioni previste dai provvedimenti emanati soprattutto tra luglio e ottobre sono infatti già operative: in molti casi mancano - o perchè in ritardo o perchè i termini non sono ancora scaduti - i provvedimenti attuativi. Alcuni strumenti sono già in vigore e operativi: è il caso delle nuove regole sulla tracciabilità dei compensi ai professionisti e sull'obbligo di tenuta del conto corrente, sui versamenti telematici di imposte, contributi e premi a carco di soggetti Ires, sull'invio dei questionari del Fisco, sui versamenti telematici per imposte, contributi e premi a carico di società titolari di partita Iva, su Riscossione Spa e infine sulla comunicazione delle nuove utenze di energia elettrica, acqua e gas e delle denunce di inizio attività e concessioni edilizie.  La strada per il completamento normativo e disciplinare della lotta anti-evasione dovrebbe terminare il 31 marzo 2007 (sempre che vengono emanate prima le modalità per l'invio online, da parte delle imprese dell'elenco clienti-fornitori), termine entro cui dovrà diventare obbligatoria, da parte delle imprese, la presentazione di bilanci e altri atti al Registro delle imprese nel nuovo formato integrabile con l'Anagrafe tributaria. Solo allora il cerchio si potrà considerare chiuso e sarà completata la rivoluzione del rapporto tra il Fisco e i contribuenti. 

Il Sole 24 Ore - M. Peruzzi - art. pag. 31

Ispezioni e multe a tutela della privacy

Il Garante interviene contro le intrusioni nelle banche dati

Contro le intrusioni nelle banche dati, siano esse pubbliche o private, il Garante della privacy può mettere in campo tutta una serie di interventi: dall'avvertimento alla prescrizione di nuove misure, alla sanzione amministrativa, alla denuncia all'autorità giudiziaria in caso di reati, fino al divieto del trattamento o al blocco dei dati personali. I poteri dunque non mancano. Il dipartimento Attività ispettive e sanzioni dell'Authority può "disporre accessi a banche dati, archivi o altre ispezioni e verifiche nei luoghi ove si svolge il trattamento o nei quali occorre effettuare rilevazioni comunque utili al controllo del rispetto della disciplina in materia di trattamento dei dati personali". Può farlo - secondo l'articolo 158 del Codice della privacy - anche in collaborazione con altri organi dello Stato. In tal senso, il Garante da tempo agisce a stretto contatto con la Guardia di finanza.    

Il Sole 24 Ore - A. Cherchi - art. pag. 31

Acconti a ostacoli per gli immobili

Le modifiche al decreto legge 262/06 hanno semplificato i calcoli. Ma restano alcuni problemi. Scorpori a doppia via per proprietario e conduttore in leasing

Scorporo delle aree  a doppia via e con tempi ridotti sulle decisioni per l'acconto Ires e Irap: per esempio, chi è proprietario di un immobile e conduce in leasing un altro immobile dello stesso tipo deve tenere conto delle nuove regole solo con riferimento al primo. Inoltre, le modifiche al decreto legge n. 262 del 2006 nella versione emendata delineano due modi di approccio della norma: uno valido a regime e uno da considerare quale disposizione sostanzialmente transitoria. In attesa comunque che in via interpretativa si sciolgano alcuni dubbi che ancora sussistono e che possono influenzare in modo importante il carico fiscale delle imprese. 

Italia Oggi - D. Liburdi - art. pag. 36

Centri d'assistenza fiscale, nuove regole per la privacy

La richiesta dei sindacati al tavolo del 9/11 con le Entrate sull'anagrafe

Servono nuove regole per i centri di assistenza multicanale dell'Agenzia delle entrate che consentono, fornendo al telefono (848.800.444) il solo codice fiscale, di ottenere notizie su dichiarazione dei redditi, rimborsi, avvisi di pagamento. La richiesta di sole informazioni, infatti, non lascia traccia nel sistema. Mentre se il contribuente chiede correzioni o modifiche, gli operatori dell'amministrazione registrano la chiamata. La richiesta di coniugare nei sei Cam attivi sul territorio nazionale (Torino, Venezia, Pescara, Roma, Salerno e Cagliari) il rispetto della privacy con l'esigenza di un rapporto più stretto tra amministrazione finanziaria e contribuenti sviluppato negli ultimi anni sarà avanzata dai sindacati di categoria all'Agenzia delle entrate nell'incontro fissato per giovedì.

Italia Oggi - A.Gorret - art. pag. 36