Rassegna stampa del 14 novembre 2006
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik


Antiriciclaggio XP è un software gestionale per l’adozione delle misure previste dai Decreti n. 141 e 143 del 3 febbraio 2006.

Antiriciclaggio XP aiuta a comprendere tutta la normativa e guida nella organizzazione e nella predisposizione dell'Archivio Unico Informatico.

Il software permette di:
  • registrare i dati per l'identificazione dei clienti

  • importare i dati anagrafici direttamente dall'applicativo gestionale utilizzato (f.to ASCII o XML)

  • registrare tutte le operazioni effettuate per conto del cliente nell'Archivio Unico Informatico (Aui)

  • predisporre la modulistica necessaria per la segnalazione al Ministero dell’Economia e delle Finanze delle violazioni all’art. 1 L. 197/91

  • predisporre la modulistica necessaria per la segnalazione all'Uic (Ufficio italiano cambi) delle operazioni sospette.

Per maggiori informazioni visita il sito www.dataprintgrafik.it

Professionisti, studi deducibili

Via libera ai tempi lunghi sulla tracciabilità. Innovazione in vista per il reddito di lavoro autonomo. Rilevanza alle quote di ammortamento degli immobili e ai canoni di leasing

Deducibili per i professionisti le quote di ammortamento degli immobili nonchè i canoni di locazione finanziaria degli stessi. A proporlo è un emendamento al ddl Finanziaria 2007 che, quindi, avvicina sempre più le regole di determinazione del lavoro autonomo a quelle del reddito d'impresa. In relazione alla tracciabilità dei compensi dei professionisti invece viene confermato che il limite di mille euro varrà fino al 30 giugno 2008, mentre quello di 100 euro entrerà a regime il 1° luglio 2009. L'emendamento prevede poi che per gli esercenti un'arte o una professione rilevano anche le plusvalenze e le minusvalenze relative agli immobili. Per le minusvalenze relative ai beni strumentali, compresi gli immobili, l'emendamento dispone che le stesse sono deducibili se realizzate mediante cessione a titolo oneroso mediante risarcimento per la perdita o il danneggiamento dei beni. Come accade per il reddito d'impresa viene disposto che non sono deducibili le minusvalenze derivanti dalla destinazione dei beni a finalità estranee all'esercizio della professione.  

Il Sole 24 Ore - D.Deotto, G. Michelutti - art. pag. 29

Ici separata in dichiarazione

Compensazione vietata e stop ai versamenti dal sostituto

Nuove regole in vista per l'indicazione dei dati Ici nella dichiarazione dei redditi e per le liquidazioni dell'imposta. E' stato approvato l'emendamento che intende modificare alcune disposizioni contenute nell'articolo 6 del disegno di legge per la Finanziaria 2007 relative al recupero dell'evasione. Non è più previsto che il sostituto d'imposta debba liquidare e versare l'Ici per i soggetti che si avvalgono dell'assistenza fiscale. Allo stesso tempo, si abroga la disposizione che consentiva di operare compensazione dell'imposta con crediti di altra natura. 

Il Sole 24 Ore - S. Trovato - art. pag. 29

Tassa proprietà, serve la marca

I chiarimenti del Fisco – Risoluzione in materia di vendita delle auto

Tassa di proprietà senza notai ma con la marca da bollo. L'autentica dell'atto di vendita di un veicolo non richiede più la sottoscrizione di un pubblico ufficiale, ma ciò non esclude che sia sempre dovuta l'imposta di bollo. Con l'entrata in vigore dell'art. 7, comma 1, del dl 223/2006, infatti, la certificazione della vendita di beni mobili registrati può essere richiesta anche agli uffici comunali e ai titolari degli sportelli telematici dell'automobilista, che sono tenuti a rilasciarla gratuitamente; il relativo certificato, però, continua a scontare l'imposta di 14,62 euro. È questa l'interpretazione fornita dall'Agenzia delle entrate nella risoluzione n. 132/E del 13 novembre 2006. Sempre in tema di bollo, con la risoluzione 130/E di pari data è stata confermata la non debenza dell'imposta fissa sulle richieste di certificato cronologico per i veicoli da sottoporre ad asta giudiziaria. Tuttavia, nel momento in cui l'utilizzo degli estratti avviene fuori dall'ambito strettamente processuale, viene sancita la necessità di regolarizzarli ai fini dell'imposta.

Italia Oggi - S. Mazzei - art. pag. 41

In arrivo 800 mila rimborsi fiscali

Comunicato delle Entrate con istruzioni per accelerare l'iter. Ma la Finanziaria porta una stretta. Ai contribuenti 600 mln €. Nel 2006 toccata quota 1,4 mld

La stretta sui rimborsi e le compensazioni addolcita dall'exploit delle erogazioni per il 2006. Sono in corso di erogazione 800mila rimborsi fiscali, per un importo complessivo che supera i 600 milioni di euro. Nel 2006, sale a circa 2,3 milioni il numero dei rimborsi di imposte dirette erogati ai cittadini, per un importo complessivo di oltre 1,4 miliardi di euro. Nel corso di questo anno, inoltre, sono stati erogati nei confronti delle imprese 750 milioni di euro di rimborsi Irpeg e 8,6 miliardi di euro di rimborsi Iva. Complessivamente, pertanto, sono stati pagati rimborsi per circa 11 miliardi di euro che vanno ad aggiungersi agli oltre 21 miliardi di euro di compensazioni eseguite dai contribuenti con i modelli F24, per un totale di circa 32 miliardi di euro. Il comunicato stampa, nel sottolineare lo sforzo dell'amministrazione in un momento così delicato, dimentica di sottolineare che da qui in avanti i rimborsi saranno più facili per l'erario anche perché si affievoliscono le possibilità di richiesta da parte dei contribuenti.

Italia Oggi - A. Felicioni - art. pag. 43