Rassegna stampa del 17 novembre 2006
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

Patentino Antiriciclaggio è lo strumento che permette l'adempimento dell'obbligo di formazione previsto dall'articolo 11 com. 3 del D.M. 141/2006 e dall'articolo 3 com. 4 del D.M. 143/2006 .

Il cd-rom contiene:

il corso multimediale
il codice identificativo
il link a cui è possibile collegarsi per sostenere l'esame

Rispondendo correttamente alle domande dei consulenti di Data Print Grafik, verrà rilasciata una certificazione valida ai fini di assolvere l'obbligo di legge.

Hai già pensato alla formazione?
Se ancora non lo hai fatto, visita il sito www.dataprintgrafik.it

Irap, nessun rimedio agli errori

Il calcolo dell'acconto da versare entro giovedì 30 novembre non consente il ricorso al ravvedimento. Il contribuente che sbaglia dovrà pagare la sanzione del 30% senza sconto

Previsione Irap a rischio sanzione, per il versamento di giovedì 30 novembre. Alle novità per il reddito di impresa, introdotte dalla manovra d'estate, che rendono estremamente incerto il calcolo preventivo, si aggiunge la disapplicazione delle disposizioni su ravvedimento e definizione bonaria, prevista dal decreto legge 206/2006, per l'imposta regionale, sia in acconto che a saldo, riferita all'esercizio 2006. Anche alla scadenza di fine mese i contribuenti versano l'acconto Irap senza poter usufruire, in caso di errore, delle disposizioni che riducono la sanzione per ravvedimento o adesione spontanea, le quali invece trovano piena applicazione per eventuali minori acconti Ires o Irpef. L'articolo 1, comma 1, del Dl 206/2006 ha infatti disposto che per i versamenti Irap in acconto o a saldo, relativi al periodo di imposta in corso all'8 giugno 2006, non sono utilizzabili le disposizioni previste dall'articolo 13 del Dlgs 472/97 (riduzione della sanzione a un ottavo o a un quinto, per ravvedimento operoso) e dall'articolo 2, comma 2, del Dlgs 462/97 (riduzione a un terzo in caso di adesione all'avviso bonario). Ogni eventuale minor versamento in acconto, rispetto all'importo dovuto a consuntivo, sarà dunque punito con sanzione piena del 30 per cento . 

Il Sole 24 Ore - L. Gaiani - art. pag. 29

 

Tassato il software gratuito

I programmi "gonfiano" il valore doganale dei computer importati. Necessario considerare tutti gli elementi che formano il costo

In caso di importazione nel territorio doganale comunitario di computer dotati di un software che comprende uno o più sistemi operativi installati sul disco rigido, in dogana deve essere aggiunto a quello dei computer il valore del software, qualora non sia già stato incluso nel prezzo pagato o da pagare per i computer. E' questa la conclusione cui è giunta la Corte di giustizia delle Comunità europee con la sentenza di ieri resa a seguito della domanda di pronuncia pregiudiziale della sezione doganale della corte d'appello di Amsterdam, nel corso di un contenzioso tra una società distributrice di computer e la dogana olandese.

Il Sole 24 Ore - B. Santacroce, A. Fruscione - art. pag. 31
 

Locazioni immobili da (ri)registrare

Circolare dell'Agenzia delle entrate illustra la procedura transitoria stabilita dal dl Visco-Bersani. Entro il 30/11 imposta dell'1%. Anche per i vecchi contratti

I contratti di locazione e affitto di immobili in corso alla data del 4 luglio 2006, assoggettati a Iva in base alle norme previgenti, devono essere (ri)registrati entro il 30 novembre, pagando l'imposta di registro dell'1%, anche se la registrazione era stata già effettuata, per obbligo o volontariamente. Per le locazioni di fabbricati strumentali per natura, poste in essere da privati, l'imposta di registro resta ferma nella misura del 2%. Il regime fiscale stabilito per le locazioni di fabbricati si estende agli immobili pertinenziali locati con lo stesso contratto. Rimangono imponibili a Iva le assegnazioni in godimento fatte da cooperative edilizie a proprietà indivisa. Queste alcune precisazioni, concernenti gli aspetti sostanziali delle novità introdotte dal dl 223/2006 in materia di locazione e affitto di immobili, contenute nella circolare n. 33 del 16 novembre 2006, con la quale l'Agenzia delle entrate fornisce chiarimenti sulla procedura telematica per la registrazione dei ´vecchi' contratti, secondo le disposizioni dell'art. 35, comma 10-quinquies, del dl 223/2006 e del provvedimento del 14 settembre 2006.

Italia Oggi - F. Ricca - art. pag. 29

Doppio binario fiscale per il tfr/Ias

L'Agenzia delle entrate con la risoluzione n. 133/06 illustra i criteri da seguire in dichiarazione. Deduzioni extracontabili in Ec. Disallineamento nel quadro Rv

Un doppio binario fiscale per il tfr secondo le regole Ias. Possibile far transitare nel quadro Ec come deduzione extra contabile l'accantonamento del tfr. Mentre in sede di prima applicazione dei principi contabili internazionali (Ias/Ifrs) per il tfr bisognerà indicare il disallineamento nel quadro Rv della dichiarazione dei redditi. Sono questi i chiarimenti che fornisce l'Agenzia delle entrate con la risoluzione n. 133/06 sul trattamento fiscale del trattamento di fine rapporto calcolato secondo i criteri Ias/Ifrs.

Italia Oggi - C. Bartelli - art. pag. 37