Rassegna stampa del 22 novembre 2006
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik


Antiriciclaggio XP è un software gestionale per l’adozione delle misure previste dai Decreti n. 141 e 143 del 3 febbraio 2006.

Antiriciclaggio XP aiuta a comprendere tutta la normativa e guida nella organizzazione e nella predisposizione dell'Archivio Unico Informatico.

Il software permette di:
  • registrare i dati per l'identificazione dei clienti

  • importare i dati anagrafici direttamente dall'applicativo gestionale utilizzato (f.to ASCII o XML)

  • registrare tutte le operazioni effettuate per conto del cliente nell'Archivio Unico Informatico (Aui)

  • predisporre la modulistica necessaria per la segnalazione al Ministero dell’Economia e delle Finanze delle violazioni all’art. 1 L. 197/91

  • predisporre la modulistica necessaria per la segnalazione all'Uic (Ufficio italiano cambi) delle operazioni sospette.

Per maggiori informazioni visita il sito www.dataprintgrafik.it

Acconto più soft sui brevetti

Una circolare delle Entrate fornisce i primi chiarimenti sui versamenti in scadenza il 30 novembre. Consentito l'ammortamento retroattivo. Escluse le società estero-vestite

Versamento di fine mese meno costoso per le società che ammortizzano i brevetti e know-how: nella rideterminazione dell'acconto, si prende infatti in considerazione anche la norma che incrementa al 50% la relativa quota di ammortamento. Per i lavori in corso poi occorre recuperare solo la svalutazione operata nel 2005. Sono questi alcuni dei chiarimenti della circolare 34/E diffusa ieri dall'agenzia delle Entrate in merito al ricalcolo degli acconti Ires e Irap richiesto dalla manovra d'estate. Nessun acconto 2006, in assenza di richiami nella circolare, per le holding "esterovestite" interessate dalla norma sulla residenza presunta in Italia. Vanno invece presi in considerazione eventuali dividendi provenienti da paradisi fiscali, percepiti nel 2005, previo transito da società non di black list, la cui quota imponibile passa dal 5 al 100 per cento.  

Il Sole 24 Ore - L. Gaiani - art. pag. 29

Privacy nei procedimenti disciplinari 

La contestazione con plico sigillato. Garante: la regola vale per tutte le comunicazioni e per le notifiche previste dal codice di procedura.

Procedimenti disciplinari a norma di privacy. La lettera di contestazione deve essere notificata in busta chiusa. La regola del plico chiuso vale per tutte le comunicazioni, oltre che per le forme di notificazione previste dal codice di procedura penale. Il principio è stato enunciato dal garante della privacy chiamato a valutare il reclamo di un dipendente pubblico destinatario di una lettera con la quale la sua amministrazione gli contestava alcuni addebiti, notificata aperta al padre. Dunque ogni atto, documento, comunicazione o avviso va notificato in busta chiusa e sigillata. Le modalità della comunicazione, secondo il dipendente, non avevano rispettato le norme in materia di protezione dei dati personali. E il garante gli ha dato ragione. Nel caso concreto è emerso anche che la lettera, pur portando la dicitura ”Riservata Amministrativa”, era stata recapitata senza alcuna busta e, inoltre, il vigile urbano che aveva provveduto alla notifica, al momento della consegna al padre, avrebbe espresso considerazioni personali sul contenuto del messaggio.

Italia Oggi - A. Ciccia - art. pag. 40

Luci puntate sulla formazione

Convegno Assosoftware a fine mese

Assosoftware, in collaborazione con Data Print Grafik, ha organizzato il tradizionale Convegno di formazione professionale per le case di software dal titolo ´Finanziaria 2007, novità delle dichiarazioni fiscali: gli impatti sul software' che si è terrà nei giorni 30 novembre e 1 dicembre presso l'Hotel Ambasciatori di Rimini (l'evento è aperto a pagamento anche alle società di software del settore fiscale/tributario e amministrativo contabile non aderenti ad Assosoftware fino all'esaurimento dei posti in aula; per informazioni www.assosoftware.it). Si tratta di un appuntamento importante che mette a confronto gli esperti normativi delle software house con i dirigenti e i funzionari dell'Agenzia delle entrate, del ministero dell'economia e delle finanze, supportati dai tecnici della Sogei e con i dirigenti Inps. Il ´taglio' dell'incontro è di per sé molto particolare, perché vengono affrontate esclusivamente problematiche fiscali che avranno impatti sulla predisposizione del software, con un approfondimento molto specifico rispetto a un convegno di tipo tradizionale. In particolare, verranno affrontati argomenti inerenti al Cud 2007, al 730/2007, alla dichiarazione Iva annuale, alla modulistica di Unico 2007 e all'evoluzione degli Studi di settore.

Italia Oggi - a cura della Segreteria Assosoftware- art. pag. 46

Flusso telematico e Privacy

Assosoftware: visto dal Presidente

È oramai ben chiara la strategia dell'esecutivo nella lotta contro l'elusione e l'evasione fiscale: si tratta di far acquisire all'amministrazione, con la massima tempestività, il maggior numero di informazioni possibili, da poter elaborare per le proprie finalità di controllo, grazie ai nuovi adempimenti telematici previsti con i recenti decreti e le norme contenute nella legge finanziaria. Il rischio che si sta correndo, però, è quello di banalizzare eccessivamente l'attività di raccolta di questi dati: se si vogliono acquisire informazioni corrette ed elaborabili, occorre definirne a monte le caratteristiche e i requisiti, in modo che i dati vengano per prima cosa organizzati in modo coerente dalle procedure gestionali di chi li dovrà fornire; poi potranno anche essere trasmessi! Richiedere genericamente dei ´dati', come sta avvenendo, per esempio, in relazione all'adempimento dell'invio telematico degli elenchi clienti e fornitori, servirà a poco, se i dati delle fatture emesse trasmessi dai fornitori non saranno realmente incrociabili con i dati delle fatture di acquisto trasmessi dai clienti. Occorrerà, dunque: che l'Agenzia delle entrate espliciti quanto prima i contenuti e le specifiche tecniche del flusso telematico, dato che i tempi stringono e l'adempimento si sovrappone con altri importanti scadenze; prevedere già da ora una sorta di sperimentalità circa la raccolta di queste informazioni per il 2006, in quanto non necessariamente tutte le informazioni saranno disponibili (per esempio il c.f. non solo del cliente, ma anche quello del fornitore!), mentre per la tempestiva conoscenza delle informazioni richieste permetterà di arrivare a un adempimento ´a regime' per il 2007. (…) Un capitolo a parte e di estrema importanza spetta, poi, alla custodia di tutte queste e di altre informazioni che l'Anagrafe tributaria si vedrà recapitare: i recenti episodi, denunciati da alcuni esponenti del governo, che hanno visto numerosi dipendenti della pubblica amministrazione accostare l'orecchio informatico su dati sensibili o pubblici dei contribuenti italiani, indica una lacunosa gestione delle norme sulla privacy.

Italia Oggi - B. Mariotti, Presidente Assosoftware - art. pag. 46