Rassegna stampa del 1 dicembre 2006
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

Patentino Antiriciclaggio è lo strumento che permette l'adempimento dell'obbligo di formazione previsto dall'articolo 11 com. 3 del D.M. 141/2006 e dall'articolo 3 com. 4 del D.M. 143/2006 .

Il cd-rom contiene:

il corso multimediale
il codice identificativo
il link a cui è possibile collegarsi per sostenere l'esame

Rispondendo correttamente alle domande dei consulenti di Data Print Grafik, verrà rilasciata una certificazione valida ai fini di assolvere l'obbligo di legge.

Hai già pensato alla formazione?
Se ancora non lo hai fatto, visita il sito www.dataprintgrafik.it

Immobiliari, si allenta la stretta

Finanziaria 2007. Emendamento del Governo al disegni di legge – Le novità varranno anche per il 2006. La soglia dei ricavi per qualificare la non operatività tornerà dal 6 al 4%.

Stretta più soft sulle società di comodo. Un emendamento presentato dal Governo al disegno di legge Finanziaria 2007 aggiusta in parte le restrizioni apportate in materia dalla manovra d’estate. La disposizione riguarda soprattutto le società immobiliari e prevede anche lo scioglimento o la trasformazione agevolata delle scierò che non risultano operative al 1° gennaio 2007. Salvo alcune disposizione di coordinamento relative al trattamento degli strumenti finanziari, è prevista la riduzione delle soglie di ricavi per qualificare la società non operativa.

Il Sole 24 Ore - W. Grossmann - art. pag. 25

Successioni ridotte a sei mesi

La manovra d’autunno. Una conseguenza indesiderata del richiamo alle norme in vigore nel 2001. Il termine per presentare la dichiarazione viene dimezzato.

Con la manovra d’autunno si riduce a sei mesi il termine per presentare la dichiarazione di successione. Quindi il contribuente oggi non ha più, come accadeva in passato, dodici mesi di tempo per denunciare al fisco i valori trasmessi dal defunto ai suoi successori. È questo l’effetto, probabilmente non voluto dal legislatore, della tecnica normativa, completamente anomala e francamente assai impropria, che è stata utilizzata dalla legge 286/2006, di conversione del decreto legge 262/2006, per far risuscitare l’imposta di successione e donazione.

Italia Oggi - A. Busani - art. pag. 27

L’Iva Ue raccolta in 400 articoli

Fisco a 25. Dopo tre anni di lavoro pronto il Testo unico che riscrive le regole della sesta direttiva. Trovano spazio anche le deroghe concesse agli Stati membri.

Il Consiglio Ecofin di martedì 28 novembre ha adottato in via definitiva la direttiva che riscrive la sesta direttiva Iva (si veda anche “Il Sole-24 Ore” di ieri). Il provvedimento è il risultato di un lungo e complesso lavoro che ha visto impegnata, negli ultimi tre anni, la Commissione Ue, gli Stati membri e tutti coloro che hanno voluto portare il loro contributo attraverso pubbliche consultazioni. Il documento costituirà il Testo unico di riferimento per tutta la normativa Iva applicabile negli Stati dell’Unione.

Italia Oggi - B. Santacroce - art. pag. 29

730 senza obbligo di indirizzo e-mail

I rilievi della Consulta nazionale dei Caf in un documento inviato all'amministrazione finanziaria. Tra le ritenute Cud 2007 l'acconto sulle addizionali comunali.

Togliere l'obbligo di acquisire nel 730 l'indirizzo di posta elettronica. Soprattutto perché gran parte dei principali fruitori del modello, cioé i pensionati, non hanno una e-mail. Non solo. Il codice fiscale del coniuge non dovrebbe bloccare l'invio della dichiarazione. E, inoltre, la ritenuta subita per l'acconto dell'addizionale comunale 2007 dovrebbe trovare spazio nel quadro C, insieme alle altre ritenute certificate con il modello Cud 2007. Si tratta di alcuni dei rilievi mossi alla bozza del nuovo modello 730/2007, predisposta dall'Agenzia delle entrate, da parte della Consulta nazionale dei Caf. Suggerimenti che sono arrivati ieri a via Cristoforo Colombo che quest'anno, a causa del cambiamento dei vertici (oggi si terrà, tra l'altro, il comitato di gestione con i nuovi membri indicati dal viceministro all'economia Vincenzo Visco), è in ritardo rispetto alla campagna del 730. Soprattutto in considerazione dell'anticipo di 15 giorni (dal 30 giugno al 31 maggio), prevista dalla legge n. 248/2006, per predisporre i modelli da parte degli intermediari finanziari (Caf, dottori, ragionieri e consulenti del lavoro).

Italia Oggi - A. Gorret - art. pag. 33

Scorporo dei terreni, conto aperto

IRES/ La circolare 34/E ha lasciato insoluti numerosi problemi che rilevano per il ravvedimento. Il costo autonomo dell'area non ammortizzabile a fini fiscali.

Ancora lo scorporo dei terreni tra i problemi da affrontare per la determinazione dell'Ires: l'approvazione definitiva del decreto legge n. 262 del 2006 (convertito in legge 286/2006) propone nuove questioni da affrontare in sede di ravvedimento per chi avesse fatto degli errori nei conteggi per il versamento dell'acconto, che si è chiuso ieri. È dunque lecito attendersi ulteriori istruzioni al fine di calibrare in modo opportuno l'adempimento.

Italia Oggi - D. Liburdi - art. pag. 34