Rassegna stampa del 19 dicembre 2006
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

 


Antiriciclaggio XP è un software gestionale per l’adozione delle misure previste dai Decreti n. 141 e 143 del 3 febbraio 2006.

Antiriciclaggio XP aiuta a comprendere tutta la normativa e guida nella organizzazione e nella predisposizione dell'Archivio Unico Informatico.

Il software permette di:
  • registrare i dati per l'identificazione dei clienti

  • importare i dati anagrafici direttamente dall'applicativo gestionale utilizzato (f.to ASCII o XML)

  • registrare tutte le operazioni effettuate per conto del cliente nell'Archivio Unico Informatico (Aui)

  • predisporre la modulistica necessaria per la segnalazione al Ministero dell’Economia e delle Finanze delle violazioni all’art. 1 L. 197/91

  • predisporre la modulistica necessaria per la segnalazione all'Uic (Ufficio italiano cambi) delle operazioni sospette.

Per maggiori informazioni visita il sito www.dataprintgrafik.it

Maxi-rincari per l’accesso ai Tar

La Finanziaria fa i conti con l’emergenza giustizia. Per le liti amministrative aumenti fino al 500%. A mille e 2mila euro i contributi per i ricorsi su opere pubbliche e nomine

Nuovi aumenti in vista per i processi amministrativi. Il comma 1307 del disegno di legge Finanziaria 2007, nella versione approvata dal Senato e appena trasmessa alla Camera, introduce infatti le seguenti tasse:
1.000 euro per i ricorsi ai sensi dell’articolo 23-bis della legge Tar e per quelli a cui si applica questa norma;
2.000 euro “per i ricorsi in materia di affidamento di lavori, servizi e forniture, nonché di provvedimenti delle Autorità” indipendenti. Mentre è chiaro quando si dovranno pagare mille euro, quanto ai 2mila è certo che la tassa si applicherà ai ricorsi contro gli atti delle Authorities, ma sorgono problemi interpretativi per gli altri casi previsti dal comma.

Il Sole 24 Ore - M. Occhiena - art. pag. 27

Visure, monitoraggio stoppato

La Corte d'appello sull'agenzia del Territorio

Stoppata la sperimentazione del servizio di monitoraggio offerto dall'Agenzia del territorio che permette di avere informazioni sulle movimentazioni catastali e ipotecarie effettuate da un soggetto in un determinato lasso di tempo. Dopo la segnalazione dell'Antitrust al mineconomia e all'agenzia, a scendere in campo è ora la Corte d'appello di Venezia che, con l'ordinanza del 15/12/06, ha accolto il ricorso dell'Itc (Italian trade consultant srl), assistita da Carlo Granelli, e ha inibito all'amministrazione di via Leopardi di proseguire ´nella produzione e offerta al pubblico del servizio di ricerca continuativa telematica in via diretta'. Il territorio, secondo i giudici, deve operare mediante una società separata, a parità di costi e condizioni con le altre imprese del settore. E contro l'ordinanza, l'amministrazione fa sapere che sicuramente proporrà reclamo.

Italia Oggi - art. pag. 31

Più obblighi per i datori di lavoro

Finanziaria 2007 - L'importo calcolato dell'acconto dovrà essere indicato nel modello Cud. Tempi stretti per l'addizionale Irpef. Aliquota fino allo 0,8%

Il maxi emendamento alla Finanziaria 2007 appesantisce ulteriormente gli adempimenti in capo ai datori di lavoro e li obbliga, in pochi giorni, a effettuare, indicandolo nel modello Cud, il calcolo dell'acconto dovuto a titolo di addizionale comunale all'Irpef per l'anno 2007 dai propri dipendenti e soggetti a essi assimilati. La situazione, già preoccupante, è destinata a peggiorare ulteriormente quando i Cud, dal 2008, dovranno essere consegnati ai sostituti d'imposta entro il 28 febbraio.

Italia Oggi - M. Bonazzi - art. pag. 32
 

Compravendite, bandito il fai-da-te

Finanziaria 2007 - La manovra attribuisce all'Agenzia delle entrate il compito di indirizzo. Accertamenti, uffici vincolati sulla valutazione degli immobili

Sarà l'Agenzia delle entrate, con appositi provvedimenti, a indirizzare gli uffici nella valutazione dei fabbricati ai fini dell'accertamento delle imposte, frenando così i rischi del fai-da-te derivanti dagli elementi di discrezionalità fisiologicamente insiti nella quantificazione del ´valore normale'. Questo, in sostanza, è quanto prevede il comma 307 dell'articolo unico del ddl finanziaria 2007, a completamento delle disposizioni sui poteri di accertamento del fisco nei riflessi delle compravendite di immobili, così come rafforzate dal dl 223/2006.

Italia Oggi - F. Ricca - art. pag. 33