Rassegna stampa del 20 dicembre 2006
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

 

Patentino Antiriciclaggio è lo strumento che permette l'adempimento dell'obbligo di formazione previsto dall'articolo 11 com. 3 del D.M. 141/2006 e dall'articolo 3 com. 4 del D.M. 143/2006 .

Il cd-rom contiene:

il corso multimediale
il codice identificativo
il link a cui è possibile collegarsi per sostenere l'esame

Rispondendo correttamente alle domande dei consulenti di Data Print Grafik, verrà rilasciata una certificazione valida ai fini di assolvere l'obbligo di legge.

Hai già pensato alla formazione?
Se ancora non lo hai fatto, visita il sito www.dataprintgrafik.it

Ici e no profit, solo il possesso dà l'esenzione

Corte Costituzionale

L'esenzione Ici , prevista per gli enti non commerciali dall'articolo 7, lettera i) del decreto legislativo 504/92, presuppone che l'ente, oltre che utilizzatore dell'immobile, ne sia anche possessore, pur in assenza di disposizioni specifiche del regolamento comunale. Lo precisa l'ordinanza 429/06 della Corte costituzionale, giunta ieri a ridosso della scadenza del saldo Ici. Secondo l'interpretazione più diffusa, suffragata anche dalle Finanze (risoluzione 2/1994), la clausola regolamentare avrebbe la finalità di restringere l'esenzione degli enti non commerciali sotto due profili: - limitandola ai soli fabbricati; - imponendo il possesso del bene a parte degli stessi enti, nel presupposto che per l'articolo 7 fosse sufficiente l'utilizzo. 

Il Sole 24 Ore - L. Lovecchio - art. pag. 28

L'Ue stringe sulla doppia tassazione

Ieri la Commissione ha adottato una serie di comunicazioni per armonizzare le imposte dirette. Al bando la tassazione sulle plusvalenze nei traslochi all'estero

La Commissione europea stringe i tempi sull'armonizzazione delle imposte dirette. Per arginare il fenomeno della doppia tassazione internazionale e la discriminazione cui le legislazioni nazionali sottopongono i contribuenti non residenti, ieri ha adottato una serie di comunicazioni che propongono di mettere al bando la tassazione sulle plusvalenze iscritte in caso di trasferimento di sede all'estero e possibilità di compensare perdite tra società di stati membri. E di creare una base imponibile unica con cui tassare i gruppi societari internazionali. Per quanto riguarda la tassazione societaria, secondo Bruxelles l'unica soluzione alla lotta contro le discriminazioni fiscali è permettere alle società che effettuano operazioni in più di uno stato membro di essere soggetti di imposta per l'insieme delle loro attività nell'Ue su una base fiscale comune consolidata per l'imposta sulle società. Una sorta di consolidato transnazionale, come quello presente in Italia, ma con una disciplina fiscale comune con carattere opzionale.

Italia Oggi - A. Felicioni - art. pag. 27

L'investigatore anti-evasione

Il primo contratto integrativo dell'Agenzia crea nuove figure professionali. Premi anticipati in base a indicatori di risultato

Premio anticipato per l'investigatore anti-evasione. Doppia rata in corso d'anno per il fondo di sviluppo alimentato con il gettito derivante dal contrasto all'evasione fiscale e creazione di figure professionali ad hoc che vanno dall'analista controlli all'investigatore passando per il legale e il giurista tributario. Il fisco avvia l'ennesima rivoluzione, questa volta interna, diretta a ricondurre il personale impegnato sul fronte del recupero di gettito verso un percorso di professionalizzazione e di riconoscimento di una retribuzione variabile in funzione del rilievo delle posizioni stesse e dei risultati conseguiti. I nuovi mestieri saranno definitivamente approvati dopo un periodo di ricognizione delle attività svolte dal personale. Rientrano, inoltre, nel progetto di premiazione della produttività e della specializzazione anche la creazione di professionalità ad hoc come i capi area non dirigenziali, che rappresenteranno il 2% del personale, e la figura dell'esperto tributario che avrà funzione di chiarire l'interpretazione della normativa tributaria. Sono questi gli aspetti salienti del primo contratto integrativo dell'Agenzia delle entrate firmato nella tarda serata di lunedì, dopo aver avuto il visto degli organi di controllo.

Italia Oggi - F. Santagada - art. pag. 30
 

Sul reverse charge il fisco rilancia

Finanziaria 2007/ Il maxiemendamento riscrive le regole dettate dall'art. 17 del dpr 633/1972. Prevista la possibilità di ampliare la sfera di utilizzo in edilizia

Sul reverse charge in edilizia il maxiemendamento alla Finanziaria 2007 rilancia. Si prevede infatti la possibilità di ampliare la sfera operativa del particolare meccanismo, disciplinato dal comma 5 dell'art.17 dpr 633/1972, anche ad altri importanti settori economici.
L'attenta lettura del comma 44 del maxiemendamento conduce a ritenere che il fisco intende avvalersi sempre più di questo particolare strumento ritenendolo ottimo a combattere le frodi Iva in specifici settori di attività. I contribuenti sono senz'altro di diverso avviso non fosse altro per gli oneri e agli aggravi amministrativi derivanti dalla sua applicazione pratica. Era stato in particolare l'art.35, co. 5, del dl.223/06, la c.d. manovra bis, a introdurre al settore degli appalti in edilizia, la peculiare alchimia giuridica che rende debitore dell'Iva l'appaltatore anziché l'appaltante, subordinandone però l'entrata in vigore a una futura autorizzazione comunitaria.

Italia Oggi - A. Bongi - art. pag. 31