Rassegna stampa del 21 dicembre 2006
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik


Antiriciclaggio XP è un software gestionale per l’adozione delle misure previste dai Decreti n. 141 e 143 del 3 febbraio 2006.

Antiriciclaggio XP aiuta a comprendere tutta la normativa e guida nella organizzazione e nella predisposizione dell'Archivio Unico Informatico.

Il software permette di:
  • registrare i dati per l'identificazione dei clienti

  • importare i dati anagrafici direttamente dall'applicativo gestionale utilizzato (f.to ASCII o XML)

  • registrare tutte le operazioni effettuate per conto del cliente nell'Archivio Unico Informatico (Aui)

  • predisporre la modulistica necessaria per la segnalazione al Ministero dell’Economia e delle Finanze delle violazioni all’art. 1 L. 197/91

  • predisporre la modulistica necessaria per la segnalazione all'Uic (Ufficio italiano cambi) delle operazioni sospette.

Per maggiori informazioni visita il sito www.dataprintgrafik.it

Doppio ravvedimento per i ritardatari dell'Ici

Adempimenti. Perdono "breve" entro il 19 gennaio

Da oggi si aprono i tempi supplementari per l'Ici. Per i contribuenti che hanno saltato l'appuntamento con il saldo 2006, scaduto ieri, 20 dicembre, si apre la via del ravvedimento breve, entro 30 giorni (sanzioni del 3,75% più interessi del 2,5% annuo), o lungo, entro il termini di presentazione della dichiarazione relativa all'anno nel quale è stata commessa la violazione (sanzioni del 6% e interessi del 2,5% annuo). Per il ravvedimento Ici, infatti, valgono le regole previste per imposte sui redditi, Iva e Irap. La sanzione minima per omesso o tardivo versamento è del 30 per cento. La sanzione si riduce a un ottavo del minimo se il tardivo versamento viene eseguito entro 30 giorni.

Il Sole 24 Ore - T. Morina - art. pag. 28

L'F24 cumulativo riparte da 999

Reso noto dalle Entrate il nuovo modello che gli intermediari potranno siglare per l'invio telematico. Ampliato il numero delle deleghe. I compensi restano a 50 cent

Dal 1º gennaio 2007 parte la nuova convenzione triennale sull'F24 cumulativo con gli intermediari. L'Agenzia delle entrate ha rinnovato infatti fino al 31 dicembre 2009 la convenzione con gli intermediari sulle modalità di svolgimento del servizio F24 cumulativo. Il sistema consente al professionista abilitato, attraverso i servizi telematici dell'Agenzia delle entrate, il pagamento dell'entrate oggetto di versamento unificato con compensazione in nome e per conto del contribuente. Tra le novità della nuova convenzione oltre la durata triennale e l'ampliamento delle deleghe contenute nei file da 99 a 999, la sottoscrizione della stessa che potrà avvenire esclusivamente on-line senza dover inviare la copia cartacea all'ufficio locale competente. Mentre nella convenzione resta fissato a 0,50 centesimi il compenso per l'invio di ogni modello e non si semplifica la possibilità di apportare correzioni sino al penultimo giorno prima della scadenza. La convenzione delude le attese dei professionisti. I tempi lunghi nell'adeguamento delle procedure informatiche sono evidenziati da Mary Leggio, segretaria generale di Assosoftware: ´Le specifiche tecniche sono state rese note con ritardo. Spesso l'amministrazione finanziaria richiede tempi molto stretti al mercato per adeguarsi, ma non fa altrettanto'.

Italia Oggi - C. Bartelli - art. pag. 31

Ristrutturazioni, più oneri

Chiarimento del governo sulle spese della manodopera da indicare per il bonus. In fattura anche il costo delle imprese appaltanti

Le imprese di costruzione e ristrutturazione immobiliare, nonché le cooperative edilizie che cedono immobili recuperati devono indicare in fattura non solo il costo della manodopera utilizzata direttamente, ma anche di quella impiegata da appaltatori o subalppaltatori. Altrimenti il contribuente perde l'agevolazione, come previsto dal decreto Visco-Bersani (dl 223/2006, convertito con modificazioni nella legge n. 248/2006). Il chiarimento è stato fornito ieri dal sottosegretario all'economia e alle finanze Mario Lettieri, in risposta all'interrogazione parlamentare presentata in commissione finanze della camera da Maurizio Fugatti.

Italia Oggi - A. Gorret - art. pag. 33

Le novità sul tfr sotto i riflettori

Il Convegno organizzato da Assosoftware analizza le norme fiscali e previdenziali della Finanziaria.

La prima giornata di lavori del convegno organizzato dall'associazione il 30 novembre scorso, al quale hanno partecipato in qualità di relatori il direttore vicario della Direzione centrale entrate contributive dell'Inps, Daniela Pizzi, e il dirigente dell'Ufficio studi e politiche economico-tributarie del Dipartimento per le politiche fiscali, Marco Piacenti, è stata dedicata all'analisi delle novità fiscali e previdenziali riferite al mondo paghe contenute nella Finanziaria 2007. L'avvio anticipato della riforma della previdenza complementare e l'obbligo, previsto per le aziende con più di 49 addetti, di versare all'Inps il trattamento di fine rapporto non destinato a previdenza complementare sono stati gli argomenti maggiormente dibattuti. La riforma della previdenza complementare, prevista dal dlgs n. 252/2005, partirà il 1° gennaio del prossimo anno. Allo scenario indicato dal predetto decreto si aggiunge un altro importante tassello, rappresentato dall'accordo firmato dalle parti sociali il 19 ottobre scorso. L'accordo ribadisce l'avvio anticipato della riforma, peraltro previsto dalla Finanziaria, e disciplina la destinazione del tfr, che rimane in azienda per volontà espressa del lavoratore, oppure viene destinato al Fondo per l'erogazione ai lavoratori dipendenti dei trattamenti di fine rapporto, gestito dall'Inps per conto dello stato. È importante sottolineare che sarà trasferito all'Inps solo il tfr maturando e non quello accantonato al 31 dicembre 2006.

Italia Oggi - A. Barone - art. pag. 58