Rassegna stampa del 15 gennaio 2007
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

Patentino Antiriciclaggio è lo strumento che permette l'adempimento dell'obbligo di formazione previsto dall'articolo 11 com. 3 del D.M. 141/2006 e dall'articolo 3 com. 4 del D.M. 143/2006 .

Il cd-rom contiene:

il corso multimediale
il codice identificativo
il link a cui è possibile collegarsi per sostenere l'esame

Rispondendo correttamente alle domande dei consulenti di Data Print Grafik, verrà rilasciata una certificazione valida ai fini di assolvere l'obbligo di legge.

Hai già pensato alla formazione?
Se ancora non lo hai fatto, visita il sito www.dataprintgrafik.it

Lo stesso software si può vendere a due aziende

Gli applicativi eliminano l'esclusiva

E' originale e soggetto alla protezione del diritto d'autore, il software che adatta un'architettura condivisa a un ambiente tecnologico specifico. E lo stesso prodotto informatico, modellato sulle caratteristiche di ciascun acquirente, può essere venduto a più imprese senza violazione del diritto di esclusiva. A precisarlo è la Corte di Cassazione con la sentenza n.581 della Prima sezione civile, scritta dall'ex commissario Consob Renato Rordorf e depositata venerdì scorso. La vicenda sulla quale è intervenuta ora la Cassazione era iniziata nel 1994, quando il presidente del tribunale di Milano impose alla srl X di pagare alla srl Y circa 30  milioni di lire come rata del corrispettivo dovuto per la concordata cessione in uso di un programma informatico sull'automazione industriale nel settore petrolchimico. La srl X propose opposizione, citando in giudizio anche la srl Z, sostenendo che Y e Z, in accordo, avrebbero venduto a una società concorrente di X il medesimo programma informatico, violando la clausola di esclusiva che accompagnava il contratto di cessione.

Il Sole 24 Ore - sabato 13 gennaio - G. Ne. - art. pag. 26

Iva 2007 all'insegna della telematica

In dirittura i modelli per la dichiarazione. Scatta il nuovo termine di scadenza fissato al 31 luglio. L'eventuale consegna a banche e uffici postali è sanzionabile

Da quest'anno la dichiarazione, ai sensi delle modifiche apportate dal dl 223/2006, va presentata esclusivamente per via telematica, per cui le istruzioni avvertono che l'eventuale consegna a banche e uffici postali è sanzionabile come difformità del modello. Scatta inoltre il nuovo termine di scadenza fissato sempre dal dl 223/2006, 31 luglio 2007, valido sia per la dichiarazione autonoma (che può essere presentata a partire dal 1° febbraio) sia per quella unificata.
In proposito, da quest'anno il vincolo della dichiarazione in forma autonoma (circostanza che preclude la possibilità di differire il pagamento del saldo) per le società con esercizio non coincidente con l'anno solare riguarda soltanto i soggetti Ires, per cui le società di persone presentano comunque la dichiarazione unificata. Il modello VR per la richiesta di rimborso, per effetto della soppressione dei concessionari, andrà presentato all'´agente della riscossione competente per territorio'.

Italia Oggi - sabato 13 gennaio - F. Ricca - art. pag. 37

Plusvalenze immobiliari via web

Il direttore dell'Agenzia delle entrate ha approvato provvedimento, modello e istruzioni. Dal 1° aprile per i notai telematica di rigore sulla sostitutiva

Dall'1 aprile 2007 decorre l'obbligo per i notai di trasmettere in via telematica il modello contenente i dati relativi alle opzioni per la imposizione sostitutiva delle plusvalenze realizzate dalla cessione di fabbricati e di terreni edificabili.
In aggiunta al modello si dovrà allegare il contratto di cessione secondo le ordinarie regole previste per la registrazione telematica degli atti. Per gli atti stipulati, invece, dal 1° gennaio 2006 al 31 marzo 2007 la trasmissione dovrà essere effettuata entro 90 giorni che decorrono a partire da tale ultima data. Sono queste le principali scadenze contenute nel provvedimento del direttore dell'agenzia delle entrate del 12 gennaio 2006 che ha approvato il modello di comunicazione dei dati relativi alle cessioni immobiliari indicate nell'art. 67, comma 1, del Tuir, a seguito dell'applicazione, sulle plusvalenze realizzate, di un'imposta sostitutiva dell'imposta sul reddito.

Italia Oggi - sabato 13 gennaio - A. Borrelli, S. Mazzei - art. pag. 40

L'F24 contro le frodi carosello

Dl 262 - Senza modulo non si immatricolano i veicoli

Nuova stretta sulle frodi carosello. Per contrastare il fenomeno - che dà luogo alla contestazione dei reati di cui agli articoli 2 e 8 del Dlgs 74/2000 e talvolta anche a quello dell'articolo 416 del Codice penale - l'articolo 1, comma 9, del Dl 262/06 ha previsto che non si può procedere all'immatricolazione e alla successiva voltura di autoveicoli, motoveicoli e rimorchi, anche nuovi, oggetto di acquisto intracomunitario, se non viene allegata copia del modello F24 per il versamento unitario di imposte, contributi e altre somme, recante, per ciascun mezzo di trasporto, il numero di telaio e l'ammontare dell'Iva assolta in occasione della prima cessione interna.

Il Sole 24 del lunedì - art. pag. 34

Irpef, detrazioni senza tranquillità

Il passaggio dalle deduzioni introdotto dalla finanziaria alla prova delle dichiarazioni 2007. Sarà obbligatorio effettuare la ripartizione dei familiari a carico

Nuovo cambio per i familiari a carico: dal 2007 si torna alle vecchie detrazioni seppur con delle modifiche e complicazioni. Il fine è il medesimo: riconoscere a titolo di compensazione, in maniera forfetaria a riduzione dell'imposta lorda, gli oneri sostenuti dal contribuente nell'interesse del proprio nucleo familiare. Non cambiano le condizioni per essere considerati fiscalmente a carico, ma cambiano gli importi e alcune possibilità, come la ripartizione ´obbligata' dei figli e la regolamentazione dei carichi di famiglia tra ex coniugi. I soggetti che possono dar diritto alla detrazione, a condizione che nel corso del periodo d'imposta non abbiano avuto un reddito complessivo superiore a 2.840,51 euro come previsto dal comma 2 dell'articolo in commento, sono immutati essendo sempre quelli indicati nell'articolo 433 del codice civile, ossia:
•il coniuge non legalmente ed effettivamente separato e i figli anche se non conviventi o residenti all'estero. In particolare, per quanto concerne i figli, è ininfluente che gli stessi siano o meno minori di età, inabili permanentemente al lavoro ovvero di età non superiore a 26 anni se dediti agli studi o a tirocinio gratuito;
•il coniuge legalmente ed effettivamente separato, i discendenti dei figli, i fratelli e le sorelle, i generi e le nuore, i suoceri e le suocere, i genitori e i nonni e le nonne, che siano conviventi con il contribuente o percepiscano da esso un assegno alimentare non disposto dall'autorità giudiziaria.

Italia Oggi Sette - M. Tozzi - art. pag. 10