Rassegna stampa del 19 gennaio 2007
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik


Antiriciclaggio XP è un software gestionale per l’adozione delle misure previste dai Decreti n. 141 e 143 del 3 febbraio 2006.

Antiriciclaggio XP aiuta a comprendere tutta la normativa e guida nella organizzazione e nella predisposizione dell'Archivio Unico Informatico.

Il software permette di:
  • registrare i dati per l'identificazione dei clienti

  • importare i dati anagrafici direttamente dall'applicativo gestionale utilizzato (f.to ASCII o XML)

  • registrare tutte le operazioni effettuate per conto del cliente nell'Archivio Unico Informatico (Aui)

  • predisporre la modulistica necessaria per la segnalazione al Ministero dell’Economia e delle Finanze delle violazioni all’art. 1 L. 197/91

  • predisporre la modulistica necessaria per la segnalazione all'Uic (Ufficio italiano cambi) delle operazioni sospette.

Per maggiori informazioni visita il sito www.dataprintgrafik.it

Tfr ai fondi, l"anticipo" va in fuorigioco

Le bozze dei decreti attuativi in corso di pubblicazione sulla "Gazzetta Ufficiale" con le disposizioni per il trasferimento delle liquidazioni. Le comunicazioni già elaborate e raccolte dalle aziende dovranno essere rifatte sui modelli ufficiali

Le aziende che hanno già consegnato ai propri dipendenti i modelli per la scelta sulla destinazione del Tfr - in alcuni casi ricevendoli indietro compilati - dovranno rifare tutto da capo. Il decreto interministeriale (Lavoro e Economia) di attuazione dell'articolo 1, comma 765 della Finanziaria 2007 (legge 296/06) riporta infatti in allegato i moduli che le aziende dovranno consegnare ai propri dipendenti, escludendo il ricorso ad altri modelli fai-da-te. e sempre ieri, in via informale, il ministero del Lavoro ha confermato che quelli eventualmente già consegnati non hanno alcun valore ai fini della decisione. Dunque, si possono anche cestinare. Il modello utilizzabile sarà solo quello che verrà allegato al provvedimento in corso di pubblicazione sulla "Gazzetta Ufficiale" senza passaggio al Consiglio dei ministri, trattandosi di atto amministrativo.

Il Sole 24 Ore - M. Peruzzi - art. pag. 30

Comunicazione degli intermediari fino al 30 aprile

Rinvio per l'anagrafe dei conti

Sarà il 30 aprile la data entro la quale gli intermediari finanziari dovranno inviare all'anagrafe tributaria le informazioni sui rapporti in essere con i propri clienti per l'avvio a pieno regime della banca dati dei rapporti finanziari. Ma la strada è ormai tracciata anche perchè il sistema delle indagini rischia il tilt con le modalità attuali, basate su richieste generalizzate agli intermediari. Il numero delle mail in circolazione potrebbe a breve salire a livelli esorbitanti: si rischia di arrivare ad alcuni milioni nel giro di poco tempo. Per quanto riguarda i tempi, una vera e propria data finora non era stata annunciata in termini ufficiali, anche se l'idea dell'Agenzia era di fissare il termine per le comunicazioni all'anagrafe entro il periodo gennaio-febbraio. Avendo ricevuto solo adesso il parere del Garante della privacy, l'Agenzia concederà più tempo agli intermediari. E così si arriverà alla fine del mese di aprile.  

Il Sole 24 Ore - A. Criscione - art. pag. 33

Scontrini fiscali, esonero limitato

Entrate: vale per grande distribuzione.

L'esonero dall'obbligo di emettere scontrini e ricevute fiscali, in relazione alla trasmissione telematica dei corrispettivi, vale soltanto per le imprese della grande distribuzione. Per gli altri soggetti, la certificazione fiscale resta obbligatoria, essendo peraltro stata differita l'entrata in vigore dell'obbligo di trasmettere i corrispettivi. Lo chiarisce l'Agenzia delle entrate con la risoluzione n. 5 del 18/1/07, rispondendo all'istanza di interpello di un Caf-imprese, ad avviso del quale l'obbligo doveva invece ritenersi abolito, anche se la norma del dl 223/2006 che aveva disposto espressamente l'abolizione non è stata convalidata dalla legge di conversione n. 248/2006, per effetto delle disposizioni dell'art. 1, commi da 429 a 430-bis, della legge n. 311/2004.

Italia Oggi - F. Ricca - art. pag. 35

Società, tutti gli atti ai commercialisti

Lo sviluppo economico alle camere di commercio: l'ok al servizio vale anche sugli amministratori. Ai professionisti spetta l'invio dei documenti al Registro imprese

Tutti gli atti comunque riconducibili ad una società, e anche a soggetti che intrattengono rapporti organici con essa, come ad esempio quelli aventi ad oggetto le nomine degli amministratori possono essere presentati al registro delle imprese dai dottori commercialisti e ragionieri per via telematica.  Lo chiarisce il ministero dello sviluppo economico (direzione generale per il commercio, le assicurazioni e i servizi) con apposita nota del 17 gennaio 2007, prot. 549, inviata all'ufficio del registro delle imprese presso la camera di commercio di Campobasso.

Italia Oggi - L. de Angelis, L. Chiarello - art. pag. 38