Rassegna stampa del 29 gennaio 2007
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik


STAMPATI FISCALI, il software per l'invio telematico dei dati sulle forniture (D.P.R. 404 del 05/10/2001).

Principali funzionalità:

- codifica personalizzata dei prenumerati fiscali
- gestione registro di carico forniture
- gestione registro di scarico delle vendite
- produzione file telematico ed invio del file per l'anno 2006
- importazione dei dati anagrafici e dei registri
- stampa dei registri di carico/scarico
- stampa della richiesta di fornitura
- stampa dei totali per identificativi prodotti
- stampa dei totali per identificativi clienti
- stampa di controllo relativa alla gestione dei prodotti
- ricerca per codice fiscale e per serie.

Visita il sito www.dataprintgrafik.it

Percorso agevolato per aprire un'impresa

Liberalizzazioni - La comunicazione allo sportello unico sostituisce gli adempimenti verso Inps, Inail ed Entrate

Percorso abbreviato per la costituzione delle nuove imprese. E' l'effetto immediato dell'ultimo decreto Bersani che ha lavorato sulla difficile strada della semplificazione. Far nascere un'attività in Italia resta uno slalom, ma alla luce delle novità della scorsa settimana un pò di paletti sono stati abbattuti. Ecco una ricostruzione delle tappe per aprire un'impresa alla luce della nuova normativa e l'iter precedente. 
Ieri
Banca: versamento 25% del capitale sociale
Notaio: costituzione della società
Agenzia delle entrate: Partita Iva, codice fiscale
Inps: iscrizione soci/dipendenti
Inail: comunicazione dipendenti e potenziali pericoli
Registro delle imprese camera di commercio: registrazione dell'impresa
Oggi
Banca: versamento 25% del capitale sociale
Notaio: costituzione della società
Registro imprese camera di commercio: Partita Iva, Codice fiscale, Iscrizione Inps, Iscrizione Inail, Registrazione impresa.

Il Sole 24 Ore del lunedì - C. Bussi, R. Reggio - art. pag. 2
 

Spariscono libro ed elenco dei soci

Liberalizzazioni - Le novità in campo societario e fiscale contenute nel decreto legge e nel ddl. Per le imprese spunta la procura per gli atti di tipo telematico

Niente più libro dei soci e niente più presentazione dell'elenco soci assieme al bilancio. Sono alcune delle norme previste nel pacchetto liberalizzazioni varato dal consiglio dei ministri giovedì scorso.
Il ddl, che insieme a un dl compone il pacchetto, prevede espressamente la soppressione della tenuta del libro dei soci, abrogando la disposizione di cui all'art. 2478, primo comma, numero 1), cc. Conseguentemente, per esigenze di coordinamento si prevede anche la soppressione della presentazione, assieme al bilancio d'esercizio, dell'elenco dei soci e degli altri titolari di diritti sulle partecipazioni sociali, previsto dall'articolo 2478-bis, comma 2, cc.
La scomparsa del libro dei soci quale libro sociale obbligatorio per le società di capitali, comporterà altresì la modifica del regime dell'efficacia e pubblicità dei trasferimenti delle partecipazioni sociali.

Italia Oggi - sabato 27 gennaio - A. Bongi - art. pag. 37

Servizi telefonici, serve la conferma

È in vigore la delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni sulla tutela dell'utenza. Facoltà di ripensamento entro 10 giorni per privati e imprese

Il contratto telefonico non basta: ci vuole la conferma dell'ordine di servizi telefonici. E in ogni caso l'utente ha diritto al ripensamento. L'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni con propria delibera n. 664/06/CONS ha adottato il regolamento sulla tutela dell'utenza in materia di fornitura di servizi di comunicazione elettronica mediante contratti a distanza. Il regolamento, a disposizione sul sito dell'autorità www.agcom.it, e in vigore da ieri, si caratterizza perché non riserva le tutele solo alle persone fisiche (i consumatori in senso stretto), ma le estende anche ai contratti aziendali. Possono beneficiare delle disposizione della delibera tutti gli utenti e, in quanto tali, anche le persone giuridiche che utilizzano o chiedono di utilizzare un servizio di comunicazione elettronica accessibile al pubblico.

Italia Oggi - sabato 27 gennaio - A. Ciccia - art. pag. 39

Anagrafe fiscale, tutele differenziate

Il garante per la Privacy, Francesco Pizzetti promette più controlli sugli accessi. Sistemi di allarme rafforzati per i vip e le categorie a rischio

Sul grande fratello fiscale, l'anagrafe tributaria targata Visco, la guardia per la privacy sarà alta: trasmissioni telematiche criptate e tracciate, accessi autenticati, ma anche sistemi di allarme ´antintrusione' differenziati in base alla categoria del soggetto schedato. Una sorta di tutela preventiva ´basic', da assicurare a tutti i cittadini, e ´advanced' per chi appare più esposto alle invasioni illecite (dalla carica istituzionale fino al commerciante esposto a estorsioni malavitose). Obiettivo: frenare gli accessi telematici anomali e garantire una tutela proporzionata ai rischi. È Francesco Pizzetti, presidente dell'Autorità garante della privacy, a spiegare come verrà protetta la riservatezza dei cittadini ai raggi X del fisco. “La riservatezza, in realtà, sarà più protetta rispetto al passato, in questo senso: con l'archivio unico e l'anagrafe dei conti, le informazioni alle quali il Fisco potrà attingere per i propri controlli verranno centralizzate. Ciò significa che per reperire i dati sui conti di un contribuente, l'amministrazione fiscale non dovrà fare richieste ad hoc a più istituti di credito (facendo così ripercuotere all'esterno il sospetto che il cittadino sia sotto ´esame antievasione'), ma si limiterà ad attingere solo alla banca dati centrale, con un rischio più contenuto per la riservatezza e l'immagine della persona monitorata. Naturalmente, la creazione di una banca dati impone che vengano adottate rigorose misure di sicurezza a protezione dei dati ed è quello che abbiamo chiesto”.

Italia Oggi Sette - S. Saturno - art. pag. 8