Rassegna stampa del 9 febbraio 2007
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik


Sono disponibili i moduli per la scelta della destinazione del TFR!

A decorrere dal 01/01/2007 e fino al 30/06/2007 tutti i lavoratori dipendenti dovranno decidere la destinazione del TFR maturando, in maniera esplicita o tacita
(D.Lgs. n. 252/2005) e tale scelta dovrà avvenire su moduli ufficiali forniti dalle aziende.

Data Print Grafik, in linea con quanto pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, ha realizzato i moduli per la domanda di conferimento del TFR.

Richiedi subito un preventivo e ordina i tuoi moduli compilando l’apposito form! www.dataprintgrafik.it

Studi di settore, monitoraggio extra

Le decisioni della Commissione di esperti. Cinque nuovi meccanismi di controllo e 46 revisionati. Proroga di un anno per commercialisti, avvocati e ingegneri

Disco verde e proroga del monitoraggio per un altro anno ancora per le attività professionali dei commercialisti, ragionieri e consulenti del lavoro, avvocati, studi di ingegneria integrata, architetti, geometri, agrotecnici, periti agrari, agronomi. Estensione della fase monitorata anche agli studi di tributaristi, ingegneri e periti industriali. Identica decisione anche per le attività manifatturiere di tessili (con la nuova entrata del finissaggio), calzature, calzetteria, abbigliamento, oreficeria e gioielleria. Per il periodo d'imposta 2006 non potranno essere effettuati accertamenti in base agli studi di settore nei confronti di professionisti e imprese manifatturiere rientranti nelle attività sopra elencate. Applicazione ´a regime', invece, senza monitoraggio quindi, per le professioni dei notai, medici, psicologi, dentisti, amministratori di condominio, disegnatori, infermieri, veterinari, geologi e laboratori di analisi cliniche; per l'occhialeria, i ricami e biancheria per la casa per le manifatturiere. Sono in totale 51 i nuovi meccanismi di controllo tra studi revisionati (46) e nuovi studi (5) per oltre 1 milione di soggetti, approvati ieri dalla Commissione esperti e che con riferimento all'anno d'imposta 2006, dovranno misurarsi con i risultati di congruità e coerenza di Gerico 2007.

Italia Oggi - M. Pacini - art. pag. 34

Vendita di azioni, non detraibile l'Iva pagata sulla consulenza

Sentenza della Corte di giustizia

Non detraibile l'Iva pagata sulla consulenza ricevuta per la determinazione dell'importo di un credito derivante dalla vendita di azioni, peraltro sorto prima dell'inizio dell'attività rilevante ai fini dell'imposta. La sentenza dell'8 febbraio 2007 della Corte di giustizia, causa C-435/05, non ha ravvisato l'esistenza del nesso immediato e diretto, con le operazioni attive della società, dei costi connessi a servizi di consulenza da essa ricevuti nell'ambito di una procedura di arbitrato relativa alla determinazione dell'importo di un proprio credito sorto prima che fosse sottoposta all'obbligo di assolvere l'Iva.

Italia Oggi - F. Ricca - art. pag. 34
 

Società di capitali, obbligo on-line

Unico SC ospita molte delle novità tributarie del 2006. Debutta l'integrativa pro contribuente.

Il modello 770 dei sostituti d'imposta esce definitivamente dall'Unico SC. La dichiarazione delle società di capitali si presenta solo per via telematica. La presentazione presso banche e uffici postali e la raccomandata dall'estero, si considerano presentate su modello non conforme e come tali sanzionabili. Molte delle novità fiscali del 2006 trovano allocazione nei quadri del modello e la bozza di istruzioni prova a mettere ordine nella complessa materia..
Il modello unico SC perde quindi definitivamente il modello relativo ai sostituti d'imposta e ciò a causa della non coincidenza dei termini di presentazione delle due dichiarazioni (entro il 31/7/07 per l'unico e entro il 30/9/07 o 31/10/07 per il 770). La perdita è da ritenersi definitiva perché anche per il prossimo anno il modello 770 prevede termini di presentazione non coincidenti con quello dell'Unico, essendo addirittura anticipata al 31/3/2008. Il modello Unico Sc 2007 è destinato quindi ad accogliere la dichiarazione dei redditi ai fini dell'Ires, la dichiarazione Iva e quella ai fini dell'Irap.

Italia Oggi - A. Bongi - art. pag. 36

Tfr, il cambio del lavoro azzera la scelta

Se la perdita del posto è definitiva, il lavoratore è ammesso al riscatto della posizione individuale. La nuova attività rimette in gioco la preferenza tra i fondi

Il cambio del lavoro rimette in gioco la previdenza integrativa. Quando è l'appartenenza all'azienda a costituire requisito di partecipazione alla forma pensionistica complementare, l'eventuale cambio di attività lavorativa dà al lavoratore la possibilità di trasferirsi in altra forma pensionistica, quella alla quale può accedere in virtù della nuova occupazione. Se la perdita del posto di lavoro è, invece, definitiva, il lavoratore è ammesso al riscatto della propria posizione individuale maturata presso il fondo pensione. Sia il trasferimento che il riscatto possono avvenire prima del periodo minimo di partecipazione al fondo (due anni).

Italia Oggi - D. Cirioli- art. pag. 40

Privacy, nuove schede per i comuni

Il garante ha dato l'ok all'utilizzo dei dati sensibili. Regolamenti da perfezionare entro il 28/2. Via libera al trattamento su conformità amministrativa e asilo

Due nuove schede per il regolamento privacy sul trattamento dei dati sensibili dei comuni. Con un suo parere il garante ha dato il via libera ai trattamenti di verifica della legittimità, del buon andamento e dell'imparzialità dell'attività amministrativa (parere del 7 dicembre 2006, disponibile sul sito www.garanteprivacy.it). Con altro parere del 28 dicembre 2006 il garante ha dato il suo assenso ai trattamenti effettuati nel quadro del ´sistema di protezione dei richiedenti asilo e rifugiati' dall'Associazione nazionale comuni italiani.
Il regolamento per il trattamento dei dati sensibili è adempimento da perfezionare entro il 28 febbraio 2007. La scadenza è prevista dal decreto legge n. 300/2006 all'esame del senato per la conversione. Entro la fine del mese di febbraio 2007, dunque, le amministrazioni e tra esse gli enti locali hanno tempo per definire il loro regolamento. E se trattano dati sensibili nei termini descritti dai pareri citati possono integrare i loro regolamenti avvalendosi dei pareri stessi.

Italia Oggi - A. Ciccia - art. pag. 46