Rassegna stampa del 21 febbraio 2007
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik


MANCANO 7 GIORNI ALLA SCADENZA!

Compra subito STAMPATI FISCALI, il software per l'invio telematico dei dati sulle forniture: il 28 febbraio è il termine ultimo!

Alcune funzionalità di Stampati Fiscali:

- codifica personalizzata dei prenumerati fiscali
- gestione registro di carico forniture
- gestione registro di scarico delle vendite
- produzione file telematico ed invio del file per l'anno 2006
- importazione dei dati anagrafici e dei registri

Per maggiori informazioni e per acquistare il software visita il sito www.dataprintgrafik.it

Società, fallimento d'ufficio

Una sentenza del tribunale di Torino fissa il percorso della procedura. Spetta al debitore provare di essere un piccolo imprenditore

Per le società presunzione di fallibilità: se un'attività è esercitata in forma societaria deve essere assoggettata a dichiarazione di fallimento. E tocca all'imprenditore fornire al prova contraria. In altre parole, la qualifica di imprenditore non piccolo deve essere presupposta, "in quanto connotazione normale della tipologia societaria". A questa conclusione arriva il tribunale di Torino, con una sentenza depositata l'11 gennaio. La pronuncia chiarisce anche che l'eventuale mancato superamento dei limiti introdotti con la riforma del diritto fallimentare, relativi a ricavi e investimenti, deve esser provato dall'imprenditore stesso invia d'eccezione.

Il Sole 24 Ore - G. Negri - art. pag. 31

Quattro inviti per la p.a. digitale

Una direttiva del ministro Nicolais per snellire le procedure nella pubblica amministrazione. Trasparenza, accesso e appalti on-line, scambio dati tra enti

Quattro inviti per l'amministrazione digitale. Li formula il ministro per le riforme e le innovazioni nella pubblica amministrazione Luigi Nicolais nella direttiva 2/2007 rivolta a tutte le pubbliche amministrazioni per l'attuazione del codice dell'amministrazione digitale (dlgs 82/2005). I quattro espliciti inviti riguardano i regolamenti attuativi del diritto di accesso, la pubblicità degli appalti e l'accesso ai servizi della pubblica amministrazione mediante la rete, lo scambio di dati tra enti pubblici. In tutti e quattro i casi le amministrazioni sono state sollecitate a usare le tecnologie della rete per consentire l'accesso ai documenti amministrativi attraverso il rilascio di documenti informatici, per garantire la conoscibilità delle gare e degli esiti delle stesse e per garantire i servizi della pubblica amministrazione anche nelle more della diffusione della carta d'identità elettronica e della carta nazionale dei servizi (basta un codice identificativo e una password).

Italia Oggi - A. Ciccia - art. pag. 33

Anagrafe c/c, polizze vita escluse

Una circolare dell'Ania chiarisce le modalità di applicazione del provvedimento delle Entrate. Obbligo di comunicazione inapplicabile senza liquidazione

Erogazioni di capitali e rendite derivanti da assicurazioni sulla vita e contratti di capitalizzazione esonerate dagli obblighi di comunicazione dell'anagrafe tributaria. A chiarire le modalità di applicazione del provvedimento dell'Agenzia delle entrate sull'anagrafe dei conti pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n.38 del 15 febbraio scorso è l'Ania, l'associazione nazionale fra le imprese assicuratrici, con la circolare n. 70 del 19 febbraio 2007. È fissato al prossimo 30 aprile il termine d'invio per le imprese assicurative, tramite il canale Entratel, dei dati relativi alle somme erogate dopo il 1° ottobre 2006 rispetto ai contratti di assicurazione di qualsiasi ramo. Vanno comunicati l'ammontare delle somme liquidate, il codice fiscale (o la partita Iva) del beneficiario, il codice fiscale (o la partita Iva) dei soggetti le cui prestazioni sono state valutate ai fini della quantificazione della somma liquidata.

Italia Oggi - C. Cinti - art. pag. 36

Controlli soft per la black list

Così una circolare dell'Agenzia.

I contribuenti non verificati e che integrano la dichiarazione scontano solo la sanzione fissa. Mano leggera sulle violazioni legate alla mancata indicazione dei costi black list negli anni precedenti: i contribuenti non ancora verificati e che integrano la dichiarazione, scontano esclusivamente la sanzione fissa. Solo in caso di controllo si applicherà la nuova sanzione proporzionale introdotta dalla legge n. 296 del 2006. È questo il contenuto della risposta resa dall'Agenzia delle entrate, confluito nella circolare n. 11 del 16 febbraio 2007.

Italia Oggi - D. Liburdi - art. pag. 36