Rassegna stampa del 22 febbraio 2007
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik


MANCANO 6 GIORNI ALLA SCADENZA!

Compra subito STAMPATI FISCALI, il software per l'invio telematico dei dati sulle forniture: il 28 febbraio è il termine ultimo!

Alcune funzionalità di Stampati Fiscali:

- codifica personalizzata dei prenumerati fiscali
- gestione registro di carico forniture
- gestione registro di scarico delle vendite
- produzione file telematico ed invio del file per l'anno 2006
- importazione dei dati anagrafici e dei registri

Per maggiori informazioni e per acquistare il software visita il sito www.dataprintgrafik.it

Plusvalenze tassate dal 2007

L'Economia: prelievo per l'estromissione di immobili acquistati dal 1° gennaio. Deduzioni ammesse per gli studi di proprietà degli associati

Gli esercenti arti e professioni devono assoggettare a imposizione le plusvalenze derivanti dall'estromissione di immobili strumentali solo se questi ultimi sono stati acquistati "successivamente al 1° gennaio 2007". Per gli immobili iscritti nei pubblici registri immobiliari a nome dei partecipanti all'associazione professionale e utilizzati come beni strumentali per l'esercizio della professione è possibile dedurre le quote di ammortamento ovvero i canoni di leasing. Questi importanti chiarimenti dell'agenzia delle Entrate sono stati illustrati ieri dal sottosegretario all'Economia, Mario Lettieri, in risposta all'interrogazione presentata in commissione Finanze alla Camera.

Il Sole 24 Ore - G. Ferranti - art. pag. 36

Piattaforma unica per commercialisti

Informatica e professioni - In arrivo firma digitale, linguaggio Xbrl e archiviazione ottica

Nel futuro prossimo dei 100mila contabili italiani ci saranno la facoltà di avvalersi della firma digitale per autenticare tutti i documenti, l'obbligo di usare il cosiddetto linguaggio "Xbrl" (Extensible  business reporting language) per inviare i bilanci e gli atti societari al Registro delle imprese in "formato elettronico elaborabile", la possibilità di usufruire su vasta scale dell'archiviazione ottica e della fatturazione elettronica. I Consiglio nazionali dei dottori commercialisti e dei ragionieri nel 2005 hanno creato Certicomm, un consorzio diretto a sostenere il lavoro dei professionisti iscritti all'Albo. L'Autorità di certificazione infatti mette a disposizione dei professionisti le tecnologie più aggiornate per: firmare digitalmente documenti elettronici; qualificare l'appartenenza alla categoria attraverso un tesserino "unico" digitale; accedere ad aree riservate di siti internet di categoria attraverso un tesserino "unico" digitale; accedere ad aree riservate di siti internet di categoria; comunicare in modo sicuro, attraverso il sistema di posta certificata "Legalmail". Certicomm rilascia a ogni professionista una smart card contenente i certificati di autenticazione e di sottoscrizione con il ruolo di esercizio della professione. Attraverso questo strumento è possibile l'identificazione online delle procedure che prevedono l'intervento del professionista, nonchè la firma digitale di documenti pubblici e privati.      

Il Sole 24 Ore Nòva - M. Bellinazzo - art. pag. 11

Alla banca ora si dice addio gratis

Nota di Bersani sulla legge 248/06. No a costi e penali sui servizi aggiuntivi. Ma le spese vive si pagano. Zero oneri per conti correnti e titoli, depositi, bancomat e carte

Chi chiude i conti con le banche non paga. I clienti che decidono di recedere da ogni rapporto con la propria banca potranno chiudere, a zero spese e senza penalità, conti correnti, conti titoli, depositi, aperture di credito, bancomat e carte di credito. In sostanza, tutti i contratti siglati a tempo indeterminato (o comunque continuativo) con l'istituto di credito potranno essere chiusi a zero spese. Restano, invece, penali e costi di chiusura, per i depositi vincolati e per i certificati di deposito, perché entrambi si basano su contratti in cui è stato fissato un termine di durata. Lo stop alle spese di chiusura riguarderà, poi, sia le spese espressamente indicate nei contratti come ´costi di chiusura', sia le spese relative ai servizi aggiuntivi che i clienti hanno richiesto alle banche, quando hanno deciso di estinguere il loro rapporto. Per esempio, il trasferimento dei titoli presso un altro intermediario. A chiarirlo, una volta per tutte, è una nota esplicativa del ministero dello sviluppo economico del 21 febbraio 2007 (prot. 0005574), in merito all'applicazione dell'articolo 10 della legge n. 248/2006, meglio conosciuta come la ´Visco-Bersani'.

Italia Oggi - L. Chiarello - art. pag. 41

La scelta sul tfr non scorda nessuno

Le modalità di adesione dei lavoratori che già contribuiscono a forme di previdenza integrativa. Anche gli iscritti a fondi preesistenti optano su tutto il maturando

Obbligatoria, e per l'intera quota maturanda, la decisione sul tfr per gli iscritti a fondi preesistenti. Dal 1° gennaio chi è iscritto a fondi pensione istituiti al 15 novembre 1992 (cosiddetti preesistenti) non evita la scelta sul conferimento del tfr alla previdenza integrativa, opzione facoltativa, invece, fino al 31 dicembre 2006. Ma resta la possibilità di optare per una nuova forma pensionistica complementare.

Italia Oggi - D. Cirioli - art. pag. 46