Rassegna stampa del 9 marzo 2007
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

Iva Auto 258 è un software che permette la generazione del file telematico per l’invio della richiesta di rimborso, ai sensi del D.L. 258/06.

Il software consente di:

Importare i dati anagrafici e i dati Iva da telematico

Predisporre un prospetto di analisi dei clienti
Gestire i Quadri AD e AR
Stampare tutti i prospetti e i modelli
Generare il file telematico per l’invio dell’istanza di rimborso.

Affrettati, hai tempo solo fino al 15 aprile per inviare la tua richiesta di rimborso!

Per maggiori informazioni visita il sito www.dataprintgrafik.it

Antiriciclaggio al traguardo

In arrivo l'estensione ai fuori Albo e a fine mese la bozza del decreto sulla terza direttiva

Sbarcherà a giorni in "Gazzetta Ufficiale" il regolamento correttivo del decreto ministeriale 141/06, che estende gli obblighi antiriciclaggio a tributaristi, Ced e Caf: conquistato il sì definitivo del Consiglio di Stato il 5 febbraio, lo schema di regolamento è stato firmato nei giorni scorsi dal ministro. Non solo: sarà pronta entro fine marzo la "bozza finale", rivista alla luce delle osservazioni presentate dalle categorie, del decreto legislativo che recepisce la terza direttiva antiriciclaggio. L'obiettivo? Emanare il provvedimento - che deve ancora passare al vaglio delle commissioni parlamentari ed essere approvato dal Consiglio dei ministri - entro il 17 agosto, termine previsto dalla delega contenuta nella Comunitaria 2005. E' stata una nota del ministero dell'Economia a dettare ieri i tempi per aggiungere i due tasselli al quadro normativo della lotta al denaro sporco.

Il Sole 24 Ore - V.M. - art. pag. 32

Anagrafe tributi, privacy più forte

Dalle Entrate tre direttive rivolte al personale

L'anagrafe tributaria si attrezza a tutela della privacy. Dopo la bufera che nei mesi scorsi ha colpito alcuni dipendenti dell'Agenzia delle entrate che avrebbero consultato i dati di personaggi noti e non, presenti nel cervellone del fisco, senza ragioni di servizio, la struttura guidata da Massimo Romano corre ai ripari. E individua uomini e mezzi a tutela della privacy con tre provvedimenti. Innanzitutto, sono stati individuati i responsabili dei trattamenti dei dati con il provvedimento direttoriale n.2007/11155 del 30 gennaio. In particolare, sono responsabili coordinatori i direttori generali e regionali; mentre responsabili operativi  per le consultazioni effettuate dai dipendenti della propria unità organizzativa, tutti i dirigenti e i soggetti investiti di incarico dirigenziale nell'ambito delle direzioni centrali e regionali, e all'interno delle strutture periferiche e i responsabili delle altre strutture omologhe (Cam, Centri operativi). 

Italia Oggi - A. Gorret - art. pag. 41

Alla cassa per il conguaglio dell'Iva

Un vademecum per l'adempimento. Regole ad hoc per chi presenta la dichiarazione unificata. Scade il 16 marzo il termine per il versamento annuale 2006

Scade venerdì 16 marzo il termine per il versamento annuale Iva del 2006, adempimento che comporta l'esecuzione delle operazioni di conguaglio, per esempio la determinazione del prorata definitivo, le rettifiche delle detrazioni, il ricalcolo della ventilazione dei corrispettivi. I  contribuenti che presenteranno la dichiarazione Iva in forma unificata  possono però rimandare queste operazioni, giacchè potranno effettuare il versamento a saldo nei termini stabiliti per il pagamento delle imposte dovute in base alla dichiarazione unificata, con la maggiorazione dello 0,40 per mese o frazione di mese successivo al 16 marzo.  

Italia Oggi - F. Ricca - art. pag. 43

Tfr, lavori brevi senza il silenzio assenso

Le possibilità offerte ai lavoratori a termine per la destinazione del trattamento di fine rapporto. La scelta sul tfr entro la durata del contratto (entro sei mesi)

Il silenzio assenso non opera nei rapporti di lavoro a termine di durata fino a sei mesi. In questi casi, infatti, i lavoratori possono effettuare la scelta sul tfr (tra il conferimento a una forma pensionistica complementare o la conservazione nel regime di retribuzione differita), nel più breve termine dato dalla durata del rapporto di lavoro (non superiore a sei mesi). Ma se non fanno scelta non scatterà l'iscrizione automatica alla previdenza integrativa (regola del silenzio assenso) e alla risoluzione del rapporto di lavoro le aziende provvederanno a liquidare loro normalmente il tfr

Italia Oggi - D Cirioli - art. pag. 46