Rassegna stampa del 15 marzo 2007
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik


Sono disponibili i moduli per la scelta della destinazione del TFR!

A decorrere dal 01/01/2007 e fino al 30/06/2007 tutti i lavoratori dipendenti dovranno decidere la destinazione del TFR maturando, in maniera esplicita o tacita
(D.Lgs. n. 252/2005) e tale scelta dovrà avvenire su moduli ufficiali forniti dalle aziende.

Data Print Grafik, in linea con quanto pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, ha realizzato i moduli per la domanda di conferimento del TFR.

Richiedi subito un preventivo e ordina i tuoi moduli compilando l’apposito form! www.dataprintgrafik.it

Nessuna deroga ai nuovi termini dell'agenda 2007

Il Governo esclude proroghe

Nessun cedimento dell'Economia sui termini per la presentazione delle dichiarazioni dei redditi. Le condizioni, per il rispetto dei tempi, secondo l'agenzia delle Entrate, ci sono tutti. E' quanto ha chiarito ieri il sottosegretario all'Economia, Alfiero Grandi, in risposta a un'interrogazione di Maurizio Leo, deputato di An, in commissione Finanze alla Camera. L'interrogazione partiva dal fatto che il modello Unico Pf 2007, nella versione definitiva, è stato pubblicato sul supplemento ordinario alla "Gazzetta Ufficiale" del 2 marzo 2007 n.51. E il modello Unico Sc 2007, "pur essendo stato approvato nella sua versione definitiva con il provvedimento del direttore dell'agenzia delle Entrate del 15 febbraio 2007, no risulta ancora pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale". Per questo motivo si chiedeva se il Governo non ritenesse di dover ritornare alla "vecchia" scadenza del 31 ottobre.  

Il Sole 24 Ore - An. Cr. - art. pag. 34

Cinque per mille, rinvio in vista per l'iscrizione

Enti non profit - Tempi stretti

Proroga in vista per il cinque per mille. Fonti bene informate dell'amministrazione finanziaria fanno sapere che il termine per l'iscrizione di Onlus e associazioni all'elenco dei potenziali beneficiari slitterà con ogni probabilità dal 20 al 30 marzo. il provvedimento nel quale inserire il rinvio potrebbe essere il Dpcm di attuazione del comma 1234 della Finanziaria 2007. La proroga andrebbe incontro alle richieste degli enti e degli intermediari abilitati alla trasmissione telematica delle domande di iscrizione, ai quali, per ora, sono stati concessi 14 giorni di tempo (dal 6 al 20 marzo) per la presentazione delle istanze.

Il Sole 24 Ore - V. Melis - art. pag. 35

 

L'integrativa ora fa da salvagente

La commissione tributaria di Venezia sconfessa le Entrate e dice sì al condono degli sbagli. Ok alla correzione degli errori in corsa. Dichiarazioni in salvo

L'integrativa semplice, prevista dalla legge n. 289/2002, protegge dai controlli formali delle dichiarazioni. Sconfessando espressamente l'interpretazione fornita dall'Agenzia delle entrate nella circolare n. 12/2003, la commissione tributaria regionale di Venezia, con la sentenza n. 01/24/07 depositata il 31 gennaio scorso, ha affermato che l'art. 8 della legge n. 289/2002 ´consente ai contribuenti di correggere gli errori da essi stessi riscontrabili e di provvedere al pagamento agevolato di quanto dovuto per cui tra gli errori condonabili vi sono anche quelli rilevabili attraverso i controlli di cui agli art. 36-bis e ter del dpr n. 600 del 1973.

Italia Oggi - M. De Carlo - art. pag. 31

Banche dati telefonia, nuove regole

Ulteriori regole per la protezione delle banche dati dei gestori telefonici e una nuova iniziativa sulla gestione dei dati personali nei laboratori di analisi. Le ha annunciate ieri il presidente dell'Autorità per la protezione dei dati personali, Franco Pizzetti, a margine di un convegno organizzato sul tema all'università Cattolica di Milano. "Entro Pasqua", ha detto il garante, "adotteremo un provvedimento con nuove regole per la protezione delle banche dati dei gestori telefonici, concludendo così un lavoro su cui l'Authority è impegnata da oltre un anno".

Italia Oggi - art. pag. 32

Il tfr in azienda solo per 12 mesi

La scelta del lavoratore è definitiva nel caso si decida di aderire alla previdenza complementare. L'opzione per la retribuzione differita va ripetuta ogni anno

La scelta di tenere il tfr come retribuzione differita dura un solo anno. Vale per tutta la vita, invece, la decisione di conferirlo alla previdenza integrativa. Chi ora decide per la prima opzione, dunque, si potrebbe ritrovare il prossimo anno a dover confermare la scelta di voler conservare il tfr sotto forma di retribuzione differita.
Se così stanno le cose, la ripetizione annuale del conferimento del tfr comporterà nuovi oneri a carico delle imprese. Come noto, i datori di lavoro sono tenuti a fornire un'informazione ai propri dipendenti ai fini della scelta del tfr. Un'attività informativa in due tempi: prima dell'avvio del semestre per la scelta e prima (30 giorni prima) dello scadere del termine stesso. La ripetizione con cadenza annuale della scelta sul tfr, dunque, comporterà la ripetizione annuale delle predette attività informative a carico delle imprese.

Italia Oggi - D. Cirioli - art. pag. 38