Rassegna stampa del 22 marzo 2007
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

Iva Auto 258 è un software che permette la generazione del file telematico per l’invio della richiesta di rimborso, ai sensi del D.L. 258/06.

Il software consente di:

Importare i dati anagrafici e i dati Iva da telematico

Predisporre un prospetto di analisi dei clienti
Gestire i Quadri AD e AR
Stampare tutti i prospetti e i modelli
Generare il file telematico per l’invio dell’istanza di rimborso.

Affrettati, hai tempo solo fino al 15 aprile per inviare la tua richiesta di rimborso!

Per maggiori informazioni visita il sito www.dataprintgrafik.it

Studi di settore, raddoppiano i controlli

Il direttore delle Entrate in commissione al Senato: quest'anno saranno 65 gli strumenti da revisionare. Il piano prevede anche verifiche per 1.500 soggetti di grandi dimensioni

Nell'anno in corso saranno 65 gli studi di settore da sottoporre a revisione, in attuazione delle disposizioni contenute in Finanziaria. Nel 2006, sono stati 46. I piano dei controlli prevede 100mila interventi, contro i 52mila dello scorso anno. Ma il 2007 è anche l'anno in cui saranno sottoposti a controllo almeno 1.500 soggetti di grandi dimensioni, e di quanti hanno optato per il consolidato fiscale (rispetto ai 960 dello scorso anno). Le indagini finanziarie svolte dagli uffici locali passeranno dalle 1.400 del 2006 ad almeno 3mila, mentre i rimborsi ammonteranno a 12,5 miliardi (10 per l'Iva, 2,5 per le imposte dirette), rispetto ai 10,8 del 2006, tenendo conto che lo stock che l'erario deve restituire ai contribuenti si aggira attorno ai 20 miliardi. Sono le principali linee di azione e le modalità operative nell'azione di contrasto all'evasione illustrate ieri pomeriggio dal direttore dell'agenzia delle Entrate, Massimo Romano, nel corso di un'audizione presso la commissione Finanze del Senato. 

Il Sole 24 Ore - D. Pesole - art. pag. 29

Aggregazioni agevolate thrilling

Una circolare dell'Agenzia delle entrate illustra gli incentivi alle aziende previsti dalla Finanziaria. Benefici ko in presenza di modifiche societarie entro 4 anni

Le aggregazioni agevolate a rischio decadenza; la norma antielusiva che vieta operazioni successive a quella di fusione o conferimento si estende anche ai soci titolari delle partecipazioni nei soggetti coinvolti; così, l'agevolazione potrà essere concessa solo se la situazione rimane di stallo per i quattro anni successivi all'operazione stessa; questa una delle precisazioni più trancianti della circolare n. 16/E del 21 marzo 2007 con la quale l'Agenzia delle entrate ha illustrato la nuova disposizione introdotta dalla Finanziaria 2007 volta a favorire le aggregazioni societarie.

Italia Oggi - A. Felicioni - art. pag. 31

5 per mille, fa fede il codice fiscale

Non rileva se il contribuente sbaglia la casella corrispondente

È il codice fiscale dell'ente a far fede sulla scelta della destinazione del 5 per mille. Anche se il contribuente ha indicato il beneficiario in una casella sbagliata delle tre possibili (terzo settore, enti di ricerca scientifica e sanitaria). Il dpcm del 16/3/07, che fissa regole e scadenze per quest'anno, risolve così il dubbio che ha impegnato i tecnici delle Entrate nel conteggio delle preferenze indicate nelle dichiarazioni 2006. Il dpcm, che ieri è stato anche al centro di un'interrogazione parlamentare presentata in commissione finanze del senato da Helga Thaler Ausserhofer, stabilisce che Onlus, associazioni di promozione sociale e associazioni riconosciute possono iscriversi in via telematica all'elenco dei potenziali beneficiari entro il 30 marzo. I ministeri dell'università e della salute avranno qualche giorno in meno, ossia entro il 27 marzo, per inviare i rispettivi elenchi con gli enti per la ricerca scientifica e sanitaria.
Entro il 4 aprile l'amministrazione pubblicherà l'elenco dei soggetti iscritti con l'indicazione della denominazione, della sede e del codice fiscale di ciascun nominativo, sul suo sito www.agenziaentrate.it. Eventuali errori potranno essere comunicati entro il 13 aprile alla Dre nel cui ambito si trova il domicilio fiscale dell'interessato.

Italia Oggi - A. Gorret - art. pag. 32

Rimborsi Iva auto, vicino il rinvio

Ieri l'audizione del d.g. delle Entrate, Romano. Controlli a quota 1.500 per le grandi imprese. Nessuna preclusione alla proroga. Studi di settore nel mirino

L'Agenzia delle entrate apre allo slittamento del termine del 15 aprile fissato per la presentazione delle richieste di rimborso dell'Iva pagata per l'acquisto di auto aziendali. Lo ha chiarito ieri il direttore dell'amministrazione finanziaria, Massimo Romano, nel corso di un'audizione in commissione finanze e tesoro del senato, puntualizzando però che la decisione spetta al viceministro Vincenzo Visco. Apertura che era già serpeggiata alla prima riunione del tavolo tecnico creato all'interno della consulta permanente per le politiche fiscali. Nel corso della lunga audizione di ieri pomeriggio, Romano ha quindi snocciolato una serie di dati contenuti in un corposo documento diviso in sette punti: Agenzia delle entrate, servizi dell'Agenzia, evoluzione dei sistemi di pagamento, attività di prevenzione e contrasto all'evasione, consulenza giuridica, contenzioso tributario e sicurezza dell'anagrafe tributaria.

Italia Oggi - A. Gorret- art. pag. 33