Rassegna stampa del 26 marzo 2007
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

Iva Auto 258 è un software che permette la generazione del file telematico per l’invio della richiesta di rimborso, ai sensi del D.L. 258/06.

Il software consente di:

Importare i dati anagrafici e i dati Iva da telematico

Predisporre un prospetto di analisi dei clienti
Gestire i Quadri AD e AR
Stampare tutti i prospetti e i modelli
Generare il file telematico per l’invio dell’istanza di rimborso.

Affrettati, hai tempo solo fino al 15 aprile per inviare la tua richiesta di rimborso!

Per maggiori informazioni visita il sito www.dataprintgrafik.it

Auto, istanze con modello doc

Pubblicato in "Gazzetta Ufficiale" il provvedimento che definisce le modalità delle richieste. La risposta a un interpello conferma le restrizioni sulle flotte aziendali

E' definitivo il modello per la richiesta di rimborso dell'Iva sulle auto. Nel Supplemento ordinario n.81 alla "Gazzetta Ufficiale" di venerdì è stato infatti pubblicato il provvedimento del Direttore dell'agenzia delle Entrate del 22 febbraio 2007 che stabilisce le modalità per recuperare l'Iva sugli acquisti di autovetture e relative spese di gestione effettuati tra il 1° gennaio 2003 e il 13 settembre 2006. Confermata nel 40% la percentuale di detrazione forfetaria per tutti i settori, tranne agricoltura, pesca e silvicoltura che applicheranno il 35 per cento.
Scadenza confermata (in attesa di un'eventuale proroga) al 16 aprile. Il regime fiscale delle auto aziendali è stato oggetto anche di una risoluzione diffusa venerdì (la n. 59/E) in cui l'Agenzia ha confermato l'approccio rigoroso sulle auto a uso solo aziendale. Nella risoluzione le Entrate ribadiscono le posizioni note sul concetto di autovetture che costituiscono beni strumentali, da intendere come mezzi senza i quali l'attività non può in assoluto esercitarsi, prescindendo dalle peculiarità della struttura aziendale 

Il Sole 24 Ore - sabato 24 marzo - L. Gaiani - art. pag. 28

Holding, antiriciclaggio ampio

Chiarimento dall'Ufficio italiano cambi (Uic)

Adempimenti antiriciclaggio anche per le holding che, in via esclusiva o prevalente, prestino servizi di pagamento, per quelle che operino intermediazioni in cambi nonché abbiano assunzioni in partecipazioni e concessioni di finanziamenti sotto qualsiasi forma. Il chiarimento arriva dall'Ufficio italiano cambi (Uic), nell'avviso del 14 marzo 2007. La nota precisa, per i requisiti e i termini dell'iscrizione, che le società con oggetto misto presenti prima del riscontro del carattere di prevalenza finanziaria possono presentare l'istanza di iscrizione con conseguente adeguamento del soggetto iscritto agli obblighi. La nota riepiloga, poi, quando sussiste l'esercizio in via prevalente e precisa che nel caso di mera detenzione di partecipazioni, a nulla rileva il fatto che il conto economico non registri redditi da attività finanziaria. In questo caso, si legge nella nota, ´la verifica della prevalenza presuppone la comparazione dell'attività finanziaria con altra di diversa natura, comparazione non possibile nel caso in cui venga svolta solo attività finanziaria'.

Italia Oggi - sabato 24 marzo - D. Morosini - art. pag. 39

Online 210 milioni di documenti

Il Libro Bianco Assosoftware-Bocconi - Dai modelli ai bilanci, più spazio al dialogo telematico con le amministrazioni 

Oltre 210 milioni di documenti relativi agli obblighi fiscali, contributivi e societari hanno viaggiato, l'anno scorso, per via informatica tra gli intermediari professionali, le imprese e le pubbliche amministrazioni destinatarie degli adempimenti. Un fiume in piena, che si sta dimostrando sempre più arma vincente da un lato per migliorare l'efficienza amministrativa, dall'altro per ridurre i costi della burocrazia. A fare luce, con l'evidenza dei numeri, sull'accelerazione del processo e sui benefici che ne possono derivare sia allo stato, sia ai cittadini è un "libro bianco"  elaborato da Assosoftware, l'associazione delle imprese che realizzano programmi informatici per la gestione fiscale, contabile, amministrativa e contributiva. Il rapporto, realizzato in collaborazione con l'istituto di metodi quantitativi dell'università Bocconi di Milano, è stato inoltrato alla Commissione bicamerale per l'Anagrafe Tributaria e raggiungerà nelle prossime settimane quasi centomila intermediari professionali.
Ha le idee chiare Bonfiglio Mariotti, 50 anni, imprenditore riminese che fin dalla fondazione presiede Assosoftware. "La trasmissione telematica dei documenti è una grande risorsa per le pubbliche amministrazioni: uno Stato che lavora meglio costa meno, non drena la ricchezza del Paese e semplifica la vita dei cittadini. Ma il fenomeno, al punto in cui è arrivato, ha bisogno di essere coordinato e gestito: non si possono ignorare le conseguenze negative della perdurante mancanza di standardizzazione. Non solo: molte amministrazioni non hanno ancora compreso l'importanza di condividere le scelte con chi opera nel settore specifico e governa per conto di intermediari, imprese o singoli cittadini i dati richiesti".   

Il Sole 24 Ore del lunedì - E. Silva - art. pag. 30

Cartelle di pagamento, debutta la privacy

I documenti consegnati dai messi dovranno esser sigillati e potranno essere lasciati anche al Comune

La nuova "cartella di pagamento" diventa operativa. Da ieri infatti le nuove richieste che arriveranno da Equitalia Spa (la nuova società di riscossione dello Stato) recepiscono le modifiche apportate dal provvedimento del 13 febbraio scorso dell'agenzia delle Entrate, attuativo della manovra d'estate (Dl 223/06). Importanti modifiche apportate al vecchio modello, che hanno riguardato anche la relazione di notifica contenuta nel frontespizio della cartella, per il caso in cui la "consegna" dell'atto sia effettuata a un soggetto diverso dal contribuente destinatario. Al fine di garantire la privacy del debitore, l'articolo 37, comma 7, del Dl n.223/06 ha introdotto alcune importanti modifiche all'articolo 60 del Dpr 600/73 in materia di notifica degli avvisi di accertamento tributario. Nel caso in cui il soggetto consegnatario no nè il reale destinatario dell'atto, la nuova lettera b-bis) del comma 1 dell'articolo 60 prevede che il messo deve obbligatoriamente consegnare o depositare la copia dell'atto da notificare in busta chiusa e sigillata.  

Il Sole 24 Ore del lunedì - L. Ferrajoli - art. pag. 31

Mutui, scatta l'era della portabilità

I documenti consegnati dai messi dovranno esser sigillati e potranno essere lasciati anche al Comune

Niente più mutui palla al piede e via alla libera circolazione dei debitori. L'obiettivo del decreto legge Bersani (n. 7/2007), come modificato in sede di conversione alla camera il 22 marzo 2007, e che ora passa al senato, riveste questo significato. Il provvedimento agisce su tre fronti: estinzione anticipata del mutuo, portabilità del mutuo, estinzione automatica dell'ipoteca a garanzia del mutuo.
Il significato della manovra è emancipare il debitore che deve poter scegliere da chi farsi finanziare, di interrompere il rapporto di mutuo e di ottenere la cancellazione dell'ipoteca, il tutto senza spese o senza oneri.
Il legislatore è preoccupato proprio delle spese, le quali costituiscono a volte l'unica ragione che tiene vincolato una persona alla banca: il fatto che per andare da un altro intermediario, magari più conveniente, le spese da sostenere per liberarsi del precedente intermediario sono tali da azzerare la convenienza del passaggio.La transizione dal mercato bloccato al mercato liberalizzato è comunque graduale. Si pensi all'estinzione anticipata del mutuo (per evitare un carico interessi molto elevato): vale per il futuro. Chi ha già un mutuo deve solo sperare in una riduzione della penale di livello tale da poter considerare economicamente vantaggiosa l'estinzione anticipata. 

Italia Oggi Sette - A. Ciccia - art. pag. 6