Se non vedi correttamente la Rassegna Stampa clicca qui

Rassegna stampa del 30 marzo 2007
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

Iva Auto 258 è un software che permette la generazione del file telematico per l’invio della richiesta di rimborso, ai sensi del D.L. 258/06.

Il software consente di:

Importare i dati anagrafici e i dati Iva da telematico

Predisporre un prospetto di analisi dei clienti
Gestire i Quadri AD e AR
Stampare tutti i prospetti e i modelli
Generare il file telematico per l’invio dell’istanza di rimborso.

Affrettati, hai tempo solo fino al 15 aprile per inviare la tua richiesta di rimborso!

Per maggiori informazioni visita il sito www.dataprintgrafik.it

Iva auto, il piano rimborsi

Dote di 5,7 miliardi l'anno fino al 2009

E' pronto il piano rimborsi del Governo per l'Iva sulle auto. Oggi il Consiglio dei ministri varerà un disegno di legge sugli impegni finanziari legati all'operazione recuperi: si tratta di autorizzazioni di spesa per 5,7 miliardi all'anno fino al 2009. Sarà poi un provvedimento delle Entrate a prevedere l'imposta sostitutiva di Ires, Irpef eIrap destinata a evitare il calcolo. Un Dpcm prevedrà la proroga del termine per l'istanza.

Il Sole 24 Ore - M. R. Gheido - art. pag. 28

Fondi, il dietrofront è possibile

Tfr - La deliberazione Covip riassume tutti i casi in cui è consentito lasciare la "Cassa". Il riscatto di quanto versato riapre il termine semestrale per la scelta sul Tfr

Il lavoratore che sceglie di destinare il Tfr alla previdenza complementare fa una scelta irrevocabile. Questo significa che il trattamento di fine rapporto non potrà essere riportato in azienda per decisione del lavoratore, ma dovrà verificarsi un evento che, facendo venire meno il titolo di iscrizione al fondo, consenta il riscatto totale della posizione maturata. In caso di nuova assunzione, come sottolinea la Covip nella deliberazione 21 marzo 2007 (sulla "Gazzetta Ufficiale" 73 del 28 marzo), avendo esercitato il riscatto ed essendo venuta meno la precedente scelta, il lavoratore ha nuovamente a disposizione i sei mesi di tempo per decidere se destinare il Tfr a un fondo oppure mantenerlo presso il nuovo datore di lavoro.

Il Sole 24 Ore - M. R. Gheido - art. pag. 28

Vigilanza sul luogo di lavoro anche con dati biometrici

Privacy, il Garante autorizza l'uso delle impronte

Via libera del Garante della Privacy all'utilizzo dei dati biometrici come codici di accesso al luogo di lavoro. Un consorzio di 235 aziende artigiane, che opera nella lavorazione e commercializzazione di materiali preziosi alla periferia di una realtà campana ad alto rischio criminalità, ha ottenuto dall'Authority il permesso di chiedere ai propri dipendenti la scansione della mano, la cui conformazione funzionerà come chiave per entrare nel perimetro consortile. Il consorzio ha anche previsto che qualora il dipendente - ma la "lettura della mano" si può applicare anche ai visitatori, perchè si tratta di persone la cui visita è programmata - non dia il consenso a rilasciare i dati biometrici, allora si procederà ad acquisire l'immagine del volto, associandola a un codice personale.

Il Sole 24 Ore - A. Cherchi - art. pag. 29

Unico, invio telematico a settembre?

Ieri alla riunione del gruppo tecnico si è delineata la possibilità di uno slittamento dei termini.

Le dichiarazioni dei redditi fanno rotta a settembre. Lo slittamento del termine per l'invio telematico delle dichiarazioni, previsto quest'anno entro il 31 luglio 2007, è la strada che è stata tracciata durante il primo incontro che si è svolto ieri, del gruppo A, il sottogruppo creato all'interno della consulta permanente delle politiche fiscali, che ha il compito di analizzare gli adempimenti relativi alle scadenze per la presentazione delle dichiarazioni fiscali e per le istanze sul rimborso Iva auto. I rappresentanti delle imprese e dei professionisti sono in pressing sull'anticipo degli adempimenti dichiarativi. Al primo punto dell'agenda c'è, infatti, la richiesta di far slittare l'invio telematico delle dichiarazioni. Il decreto 223/06 ha avvicinato il termine del versamento delle imposte a quello dell'invio telematico delle stesse. Fino all'anno scorso, infatti, i due adempimenti erano scadenzati a circa tre mesi di distanza l'uno dall'altro: il primo continua ad avere termine il 16 luglio, mentre il secondo è stato anticipato dal 31 ottobre al 31 luglio. L'anticipo, però, per il momento, non ha riguardato anche gli ingranaggi della macchina modulistica e software. L'Agenzia delle entrate sta ultimando, in queste settimane, gli invii, alla Gazzetta Ufficiale, dei pacchetti dei modelli e delle specifiche tecniche, mentre la fase operativa, di software house e professionisti , non è ancora stata avviata.
I rappresentanti dell'amministrazione finanziaria hanno comunque rinviato al 19 aprile, prossima data dell'incontro, il momento in cui sarà possibile delineare meglio la strategia da seguire. Sopratutto per quel che riguarda l'individuazione di un termine di proroga, anche se comincia a delinearsi l'ipotesi di un rinvio a settembre.

Italia Oggi - C. Bartelli - art. pag. 37


Se non desideri ricevere ulteriori articoli della Rassegna Stampa/Newsletter Privacy/ArchiviOk.it
di Data Print Grafik, clicca qui per annullare la tua sottoscrizione.

Privacy
In conformità al D.Lgs. 196/2003, Testo unico della privacy sulla tutela dei dati personali, Data Print Grafik
garantisce la massima riservatezza dei dati e la possibilità di richiederne gratuitamente la rettifica
scrivendo a areanews@dataprintgrafik.it.
Potrai prendere visione dell’informativa completa nella sezione Newsletter del nostro sito www.dataprintgrafik.it

Seguici su: Facebook Twitter