Rassegna stampa del 23 aprile 2007
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik


Sono disponibili i moduli per la scelta della destinazione del TFR!

A decorrere dal 01/01/2007 e fino al 30/06/2007 tutti i lavoratori dipendenti dovranno decidere la destinazione del TFR maturando, in maniera esplicita o tacita
(D.Lgs. n. 252/2005) e tale scelta dovrà avvenire su moduli ufficiali forniti dalle aziende.

Data Print Grafik, in linea con quanto pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, ha realizzato i moduli per la domanda di conferimento del TFR.

Richiedi subito un preventivo e ordina i tuoi moduli compilando l’apposito form! www.dataprintgrafik.it

L'addizionale ricade sui sostituti

Una circolare delle Entrate precisa le modalità di gestione delle esenzioni comunali. Applicazione obbligatoria degli sconti. Restano validi i Cud già consegnati

I sostituti d'imposta sono obbligati ad applicare la soglia di esenzione dell'addizionale comunale anche ai fini della determinazione dell'acconto per il 2007, senza richiesta da parte del contribuente. L'agenzia delle Entrate, con la circolare 23 di venerdì 20 aprile torna sui contenuti anticipati nel comunicato stampa del 16 aprile, che aveva sollevato non pochi dubbi tra i sostituti d'imposta. La possibilità per gli enti locali di introdurre una fascia di esenzione è stata prevista dalla Finanziaria 2007, che ha inserito il comma 3-bis all'articolo 1 del Dlgs 360/98 (istitutivo dell'addizionale).
Nella circolare l'Amministrazione precisa che l'esenzione deve essere applicata dal sostituto d'imposta in modo automatico, cioè indipendentemente da un'espressa richiesta da parte del lavoratore, essendo sufficiente che egli risieda al 1° gennaio dell'anno a cui si riferisce l'imposta in un comune che ha deliberato l'agevolazione, e che il suo reddito rientri nelle fasce stabilite. 

Il Sole 24 Ore - sabato 21 aprile - N. Bianchi, B. Massara – art. pag. 31

Riciclaggio, Unico non sfugge al sospetto

Non è più considerata attività professionale la redazione e trasmissione delle dichiarazioni

Non si può essere soddisfatti del nuovo comma 2-bis dell'articolo 4 del decreto del ministero dell'economia 141/06 in materia di obblighi antiriciclaggio. Il decreto correttivo, atteso a giorni in "Gazzetta Ufficiale", prevede che l'"attività di redazione e di trasmissione delle dichiarazioni derivanti da obblighi fiscali non costituisce prestazione professionale ai sensi del presente regolamento". E non dà luogo agli adempimenti di identificazione e conservazione. Ma "rimane fermo l'obbligo di segnalazione di operazioni sospette". Si dirà che, trattandosi di un'attività di mera trasmissione di dichiarazioni, non vi è modo di essere colti da alcun sospetto. Ma non è così. Si pensi a un esercizio commerciale che da un anno all'altro aumenti considerevolmente i redditi dichiarati. Chi trasmette le dichiarazioni dovrebbe essere messo sull'avviso di un sospetto rilevante ai sensi dell'articolo 9 del decreto, così come lo è chi tiene solo la contabilità, per la quale l'esenzione non è stata prevista.  

Il Sole 24 Ore - sabato 21 aprile - I. Caraccioli - art. pag. 35

Niente Iva sui fondi d'investimento

Risoluzione dell'Agenzia delle entrate chiarisce la portata dell'articolo 10 del decreto n. 633/1972. Sono esenti dal tributo le prestazioni essenziali per la gestione

Sono esenti dall'Iva le prestazioni di servizi dirette alla realizzazione, per conto di una banca, di un fondo comune d'investimento, purché si tratti di prestazioni complessivamente dirette ad adempiere le funzioni specifiche ed essenziali proprie dei fondi d'investimento. È quanto chiarisce l'Agenzia delle entrate con la risoluzione n. 75 del 20 aprile 2007, in risposta al quesito di una società alla quale una banca ha commissionato lo svolgimento di attività aventi per oggetto la realizzazione di alcune fasi del processo produttivo concernente la gestione di un fondo d'investimento.

Italia Oggi - sabato 21 aprile - F. Ricca – art. pag. 37

Dall'1 maggio l'Ici ovunque con l'F24

Dal prossimo 1° maggio 2007 sarà possibile effettuare il pagamento dell'Ici su tutto il territorio nazionale con modello F24, senza che i contribuenti debbano preventivamente verificare se il comune a favore del quale l'imposta comunale deve essere versata sia convenzionato o meno con l'Agenzia delle entrate. Ad annunciarlo è l'Agenzia delle entrate con comunicato di ieri, che anticipa l'attuazione della semplificazione prevista dall'art. 37, comma 55, del dl 223/2006.
La disposizione prevede che a partire dall'anno 2007 i contribuenti possono liquidare l'Ici nella dichiarazione dei redditi e possono effettuare il relativo versamento utilizzando il modello F24 e che i termini e le modalità di attuazione devono essere impartite attraverso un provvedimento del direttore dell'Agenzia sentita la Conferenza stato-città e autonomie locali.

Italia Oggi - sabato 21 aprile - art. pag. 39

Condono co.co.co. entro il 30/4/07

La circolare dell'Istituto di previdenza ha fornito le indicazioni per effettuare l'adempimento. È il termine per gli accordi aziendali. Subito il contributo all'Inps

Conto alla rovescia per la regolarizzazione delle co.co.co. fittizie. La scadenza è fissata al 30 aprile. Entro tale data, in particolare, vanno stipulati gli accordi aziendali per la trasformazione dei rapporti parasubordinati in contratti di lavoro subordinato. Ma per mettere fine a ogni pretesa dei lavoratori (con riferimento ai diritti di natura retributiva, contributiva e risarcitoria per il periodo pregresso), i committenti devono versare un contributo integrativo all'Inps, secondo le istruzioni dettate nella circolare n. 78/2007. Entro quando? ´Subito' suggerisce l'Inps in mancanza di specifica previsione normativa. Il temporeggiare nel pagamento, tuttavia, non compromette la sanatoria: al committente, in tal caso, si applicano le sanzioni per omissione contributiva.

Italia Oggi Sette - D. Cirioli - art. pag. 12