Rassegna stampa del 24 aprile 2007
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik


L’attività di compilazione e trasmissione delle dichiarazioni derivanti da obblighi fiscali non dà luogo agli adempimenti di identificazione e conservazione dei dati dei clienti (art. 4, comma 2-bis, del decreto correttivo in materia di antiriciclaggio). Ciò non esonera, però, dall’obbligo di segnalazione delle operazioni sospette all’Ufficio Italiano Cambi. La violazione di tale obbligo, infatti, dà luogo ad una sanzione amministrativa pecuniaria dal 5% fino alla metà del valore dell’operazione, mentre l’omessa istituzione dell’Archivio Unico comporta l’arresto da 6 mesi ad 1 anno e un’ammenda da 5.164,57 a 25.822,84 Euro.

 

Non ti sei ancora adeguato alla normativa antiriciclaggio?

 

Prova Antiriciclaggio XP, il software gestionale per l’adozione delle misure previste dai Decreti n. 141 e 143 del 3 febbraio 2006!

 

Per maggiori informazioni visita il sito www.dataprintgrafik.it

Studi di settore, incrocio di indici per gli "esclusi"

Gli effetti della Finanziaria 2007

Gli adempimenti ai quali sono chiamati imprese e lavoratori autonomi in relazione ai nuovi indicatori di coerenza - previsti per i soggetti ai quali non si applicano gli studi di settore e che hanno dato origine agli allegati ad hoc in Unico - vanno affrontati con attenzione per non incorrere in omissioni.
Sono tenuti a compilare il modello i contribuenti che: - hanno iniziato l'attività nel periodo d'imposta 2006; - hanno un periodo d'imposta diverso da 12 mesi (non ancora in corso nel 2007); - esercitano un'attività per la quale non risultano approvati nè studi di settore nè parametri; - devono applicare i parametri (ma i modelli P e Q non contemplano i dati sul personale addetto all'attività); - esercitano un'attività alla quale si applicano i parametri ma ne sono esclusi perchè si trovano in un periodo di non normale svolgimento dell'attività o in liquidazione ordinaria, o hanno cessato l'attività nel periodo d'imposta 2006 o hanno dichiarato ricavi o compensi per più di 5.164.569 euro; - esercitano un'attività cui si applicano gli studi di settore e hanno dichiarato ricavi o compensi per più di 7,5 milioni di euro.

Il Sole 24 Ore - G. Gavelli, C. Nocera - art. pag. 32

Agevolazioni Ici a doppio binario

Emendamenti al ddl rendite presentati alla Camera dalla relatrice Mungo. Ok della maggioranza. Entro un anno maggiori detrazioni, poi franchigia prima casa

Agevolazioni Ici a due velocità. Entro un anno una detrazione sulla prima casa, ulteriore rispetto a quella già in vigore di103 euro. E poi, una volta che sarà completata la riforma degli estimi catastali, una franchigia che sostituirà le attuali agevolazioni e dovrà rendere esenti da tassazione ´la maggior parte delle unità abitative adibite a abitazione principale'. Per gli inquilini in affitto è invece previsto uno sconto Irpef di pari importo a condizione che i conduttori siano in possesso di regolare contratto registrato. Il pacchetto-casa del governo è stato messo nero su bianco ieri in commissione finanze della camera dove è all'esame il disegno di legge delega sulle rendite finaziarie (Ac 1762).
I tempi per l'entrata in vigore delle misure si annunciano però lunghi, considerati i tempi della delega (12 mesi) che quasi certamente renderanno applicabili le agevolazioni solo dal 2008.

Italia Oggi - F. Cerisano, A. Gorret - art. pag. 25

Contributi deducibili appena si paga

Risoluzione dell'Agenzia delle entrate: non conta il momento dell'addebito bancario sul conto. Professionisti con carta di credito: vale il giorno dell'ordine

I pagamenti di oneri deducibili con carta di credito devono intendersi effettuati nel giorno dell'ordine di pagamento e non in quello, posteriore, di addebito sul conto corrente. Per un professionista, pertanto, il pagamento dei contributi on-line alla propria cassa di previdenza sono deducibili in base alla scadenza del pagamento e non dell'addebito bancario sul conto corrente professionale. È questa la risposta, confermativa della soluzione interpretativa prospettata dall'istante, fornita dalla Direzione centrale normativa e contenzioso dell'Agenzia delle entrate con la risoluzione n. 77/E del 23 aprile 2007.

Italia Oggi - A. Bongi - art. pag. 29

Canale telematico per i rimborsi Iva

Entro il 30 aprile sarà possibile presentare on-line il modello

Esordio del canale telematico per l'istanza di rimborso infrannuale dell'Iva: entro il 30 aprile, i contribuenti in possesso dei requisiti di legge potranno presentare, per la prima volta anche telematicamente, il modello TR per chiedere il rimborso, ovvero comunicare l'utilizzo in compensazione, del credito del primo trimestre 2007. Ma l'attivazione della pista on-line non è la sola novità prevista dalla nuova versione del modello. Trovano spazio le variazioni d'imposta e debutta la corsia preferenziale istituita dalla Finanziaria 2007, che prevede l'erogazione del rimborso in via prioritaria entro tre mesi: i primi contribuenti ammessi a percorrerla, secondo un recente decreto del mineconomia, sono i subappaltatori edili che fatturano in regime di ´reverse charge'.

Italia Oggi - F. Ricca - art. pag. 35